Il tempo dell’audacia

Da «Segno nel mondo». L’incarnazione del Figlio di Dio ci manifesta il canto d’amore del Padre per ciascuno dei suoi figli. Indicandoci la possibilità di sperimentare nuove vie affinché tutti noi possiamo compiere gesti credibili, che guardano ai dimenticati, ai disperati, ai poveri

«Ascoltare il battito dei segni dei tempi»

Sabato 26 e domenica 27 novembre il Fiac ha celebrato a Roma la sua ottava assemblea. Papa Francesco ha indirizzato un Messaggio con tre “ascolti” da praticare: ascoltare il mondo della fragilità, il battito dei segni dei tempi e infine ascoltare il soffio dello Spirito

La profezia non ha paura di mettersi in rete

Quello che viviamo è un tempo della comunicazione non da condannare ma da preservare. Anche dentro una chat, apparentemente innocua, possiamo sperimentare l’amore per un Vangelo che dialoga con il mondo. Il convegno “Utente e password. Connessioni e profezia” organizzato dalla Cei

«I respingimenti apice della disumanità»

Parla il sacerdote che assiste la Ong Mediterranea, ora sotto tutela per le minacce ricevute a causa del suo impegno per i disperati in mare. Don Mattia è stato ospite di “Segni del tempo”

E noi, cosa possiamo fare?

Sabato 19 novembre, su iniziativa della Presidenza nazionale dell’Azione cattolica italiana e del Comitato per la canonizzazione, in occasione della prima memoria liturgica della beata Armida Barelli, è stata celebrata una messa presso la chiesa della Domus Mariae a Roma, presieduta dal card. Pietro Parolin, segretario di Stato della Santa Sede. La storia di una grande donna cattolica del secolo scorso ci insegna ancora qualcosa per l’oggi

Orizzonti per il terzo millennio. Vent’anni di Retinopera

Il prossimo 27 novembre a Bologna Retinopera festeggerà i suoi vent’anni dalla fondazione. Un’occasione utile per ridirsi, ancora una volta, quanto il bene comune sia la parola, e anche la pratica, da incoraggiare e diffondere nella società civile

Segni del tempo. Il sorriso dei giovani cambia il mondo

“Segni del tempo. Il sorriso dei giovani cambia il mondo”. La copertina del numero 4/2022 di Segno del mondo, da oggi disponibile on line, è dedicata all’incontro nazionale dei Giovani di Ac appena conclusosi lo scorso fine ottobre. Ai giovani, a questi giovani di oggi, con tutte le loro insicurezze e il loro coraggio, spetta il compito di dare una scossa al mondo un po’ sclerotizzato degli adulti

Con coraggio e con speranza

Oggi più che mai c’è bisogno di camminare insieme e creare fraternità. Solo se ci pensiamo e agiamo come “Fratelli tutti” possiamo lasciare segni importanti nelle nostre vite e in quelle di chi ci sta intorno. La Cei, attraverso il suo presidente, il card. Matteo Zuppi e il suo segretario generale, mons. Giuseppe Baturi, scrive all’Ac

Sogni di bene per generare segni di Vangelo

Sogni e segni: queste parole si assomigliano foneticamente, sebbene abbiano una diversa etimologia. I sogni di bene generano segni dei tempi, segni di Vangelo i quali, a loro volta, sono semi di speranza. Le parole del vescovo Gualtiero Sigismondi ai giovani di Ac

La parrocchia, Chiesa tra le case

«Giovani credenti responsabili credibili»: sono le parole di Francesco dedicate ai giovani di Ac oggi, sabato 29 ottobre, nell’aula Paolo VI. In parrocchia, nel mondo, vivendo la fraternità