Sinodo: il tempo dell’ascolto

È disponibile on line il nuovo numero di Segno nel mondo. Cammino sinodale, elezione del Presidente della Repubblica, esperienze associative e sguardo sul mondo, per un numero tutto da sfogliare e leggere

Il nuovo numero di Segno nel mondo – da oggi disponibile on line a questo link dove è possibile scaricare l’intero pdf –, offre in apertura, a firma del direttore del giornale, Marco Iasevoli, una riflessione all’indomani dell’elezione del Presidente della Repubblica, mentre il segretario generale dell’Ac, Michele Tridente, fa il punto nell’editoriale su cosa significhi fare “sinodo” all’interno del percorso triennale dell’associazione.

E infatti il “piatto forte” del giornale è proprio il dossier interamente dedicato al Cammino sinodale in corso; venti pagine che si prestano a essere una sorta di “accompagno” ideale per la riflessione nei gruppi e nelle parrocchie.

Iniziando dall’intervista a mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei. «I vescovi italiani – spiega a Segno – desiderano che le nostre Chiese siano più dinamiche; certamente “non partiamo da zero”. Il Cammino sinodale ci spinge a fare un passo ulteriore. C’è un bisogno diffuso di ritornare a dare nuovo valore alle relazioni, agli incontri che sappiano suscitare un ascolto profondo, coscienti del fatto che già l’ascolto vero delle persone e della vita delle comunità può segnare il primo passo dell’evangelizzazione». Occasione unica per rilanciare la Buona Notizia e costruire nuove relazioni tra “lontani” e Chiesa, preti e laici, gerarchia e popolo di Dio. E scommessa ecclesiale da vivere fino in fondo. Perché il cammino è da fare insieme. Ne parlano, ancora, Pina De Simone, Vito Piccinonna, Pierpaolo Triani.

Per le pagine dal “respiro associativo” la responsabile nazionale Acr, Annamaria Bongio, ripercorre il senso del Mese della Pace appena conclusosi. Un tempo vissuto da tutta l’associazione e trainato dall’entusiasmo e dalla corresponsabilità dei più piccoli. Ma, soprattutto, un tempo che è “segno” per un impegno costante e quotidiano.

La sezione dedicata alla vita associativa torna inoltre sui 30 anni del Fiac e ci presenta i temi del Convegno Bachelet. Non può mancare l’approfondimento storico di Paolo Trionfini. Il giornale ospita inoltre la bella storia di passione associativa della signora Pippa Pusello, raccontata con delicatezza dal figlio.

Tanti spunti, inoltre, dalle rubriche. Nel nome di David Sassoli, l’Ue si appresta a vivere un anno decisivo, che dovrà condurre all’utilizzazione efficace e corretta dei fondi del Pnrr. Segno nel mondo ospita inoltre un interessante approfondimento sullo spopolamento nella regione dei Balcani, che mette in luce, ancora una volta, quanto sia sottovalutata la questione demografica in larghe aree dell’Occidente. In questo numero conosciamo inoltre l’atleta paralimpico Nicky Russo e ci lasciamo incuriosire dal Baskin, la pallacanestro inclusiva. Per la rubrica “Amoris Laetitia”, una riflessione alla luce della Lettera agli sposi di papa Francesco.

Conclude il giornale, infine, l’articolo dell’assistente nazionale dell’Acr, il primo di una serie, a cura del Collegio assistenti, che ci guiderà per tutto il 2022 a riflettere sul tema della fraternità.

Autore articolo

Gianni Di Santo