LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Orti Botanici

contest MLAC 2023

Orti Botanici

Orti biologici


Ambito di intervento

c) CITTA’ E COMUNITA’ SOSTENIBILI: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili


B. Descrizione sintetica del’idea progettuale proposta

Il nostro gruppo è composto da:

  • Raffaele Carbone: Presidente Azione Cattolica Bellizzi
  • Giovanni Battista Adilardi: Socio Adulto di Azione Cattolica Bellizzi
  • Michele Buonomo: attivista e rappresentante del Circolo Legambiente Bellizzi-Salerno e
    rappresentante
    della Comunità Laudato Si di Salerno
  • Emmanuele Zottoli: Socio Giovane di Azione Cattolica Bellizzi
  • Danilo Santoriello: Socio Giovane di Azione Cattolica Bellizzi
  • Edoardo Maiorano: Socio Giovane di Azione Cattolica Bellizzi
    L’idea progettuale che presentiamo è la seguente:
    Recupero degli spazi inutilizzati nel plesso parrocchiale, ovvero spazi adiacenti al campetto e
    adiacenti al
    parcheggio, con la finalità di installare orti mobili.
    Gli orti saranno costruiti con legno di recupero. Un’ulteriore proposta è quella di installare, negli
    spazi
    inutilizzati del tetto della parrocchia, dei silos di raccolta acqua piovana per l’irrigazione dei
    suddetti orti.
    L’orto potrebbe essere pienamente utilizzabile poi dalle scuole ed asili del territorio come esempi
    di
    agricoltura sostenibile e tecniche di recupero.
    Le finalità del progetto rientrerebbero quindi negli obiettivi n.4 – n.11 – n.13 dell’Agenda ONU
    2030:
    il progetto darebbe innanzitutto una forte spinta alla comunità parrocchiale e cittadina verso le
    pratiche di
    sostenibilità nonché contribuirebbe alla lotta al cambiamento climatico sia attraverso l’utilizzo di
    acqua
    piovana recuperata, sia attraverso la crescita di nuova vegetazione in spazi cementificati.
    Inoltre la rete con le scuole e le realtà educative contribuirebbe alla istruzione di qualità dei più
    piccoli.
    Nei pressi della parrocchia verrà poi predisposto un punto di raccolta dei rifiuti e scarti organici
    per la
    realizzazione di compost da riutilizzare per la concimazione degli orti stessi.
    Gli ortaggi prodotti saranno devoluti alla Caritas parrocchiale.

Autore

Prossimo articolo

Articolo precedente