LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Adulti » Tieni il tempo, accompagnati a diventare adulti

Convegno nazionale del Settore adulti di Ac - Roma, 17-19 febbraio

Tieni il tempo, accompagnati a diventare adulti

Dal 17 al 19 febbraio 2023 a Roma, il convegno nazionale del Settore Adulti dedicato all'accompagnamento dei giovani-adulti.

È questo il titolo scelto dal Settore Adulti di Ac per il convegno per vicepresidenti, consiglieri, assistenti diocesani adulti/incaricati, assistenti regionali che si svolgerà a Roma dal 17 a 19 febbraio. 

Dopo esserci soffermati sulle mille sfaccettature dell’adulto che ritroviamo oggi nella generazione degli over 30, ci sembra fondamentale soffermarci a riflettere su come accompagnare i più giovani a entrare nella vita adulta. L’attenzione alla fascia di età degli adulti-giovani è fondamentale e cruciale per la vita della Chiesa e dell’associazione, ma più che altro “tenere il tempo” della vita degli adulti giovani è importante per non lasciarli soli, per accompagnarli in una fase in cui le scelte stravolgono il vivere e rischiano di farli sentirsi “fuori” perché non più “in grado” di seguire i ritmi pastorali e associativi che sono tipici soprattutto dell’età giovanile. 

E allora è davvero necessario tenere il loro tempo, non trattenerlo ma piuttosto man-tenerlo, averne cura con pazienza e perseveranza, tenerlo per mano… 

Tieni il tempo, ancora un significato per questo titolo così versatile e sfaccettato, è riferito all’importanza di “tenere” il tempo della propria vita ma anche delle vite che ci camminano accanto, quindi l’attenzione nei confronti dei più giovani, certamente, anche se non in maniera esclusiva: il criterio della cura, che tanto spesso torna in associazione in questi anni, è davvero quello che deve guidarci, perché un vero accompagnamento reciproco, tra adulti e giovani e tra adulti di diverse età e condizioni di vita, è davvero quello che è necessario oggi. Un criterio prezioso, che ci consente di camminare al passo con chi è più in difficoltà e che permette di sprigionare le grandi potenzialità che l’associazione ha e che, troppe volte, tendiamo a dimenticare o a sottovalutare.

Partiremo cercando di raccontare a che punto è arrivato il settore nella riflessione sugli adulti giovani in questo triennio (senza dimenticare il lavoro svolto, ad esempio, nell’appuntamento estivo dello scorso luglio ad Amantea, in Calabria) e lo faremo utilizzando nuovi linguaggi da poter poi utilizzare in associazione e nel campo della pastorale; ci soffermeremo a guardare il mondo adulto giovane dall’interno della Chiesa e dell’associazione e anche dall’esterno, grazie a interventi che ci possano dare uno sguardo diverso e stimolante del nostro impegno.

Attraverso i laboratori analizzeremo temi che si incrociano nella nostra vita, come la spiritualità, il servizio nella città e l’impegno nella Chiesa, e progetteremo nuove prassi che ci possano aiutare a camminare con gli adulti più giovani. Non mancheremo di lasciare ai partecipanti qualcosa di concreto da portarsi a casa, una vera e propria “cassetta degli attrezzi”, perché il cammino continui nelle diocesi e possiamo essere un maggiormente più capaci di generare una prassi pastorale di progettazione, ponendosi delle domande “da vicepresidente”, su come far crescere le associazioni diocesane, cercando di capire i “perché”, generando nei vicepresidenti una domanda di “creatività” che apra delle strade nuove. 

Ma chi saranno i partecipanti? Chi, da Roma, ci aiuterà a fare questo passo avanti, a comporre questa “cassetta degli attrezzi”, a darci stimoli sul linguaggio, sulla Chiesa, sull’Azione Cattolica e, ancora, chi ci guarderà dall’esterno, per aiutarci a leggere con lenti diverse la situazione? Solo qualche nome, perché il programma completo è disponibile sul sito www.azionecattolica.it e sui social del settore adulti (Facebook e Instagram) che vi invitiamo a frequentare per la ricchezza e la varietà di proposte che vengono pensate e rilanciate.

Saranno con noi don Sergio Massironi del dicastero vaticano per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale , la vicepresidente per il Settore Giovani Emanuela Gitto, lo scrittore e psicoterapeuta Alberto Pellai, il vignettista don Giovanni Berti. Ma anche scrittrici, artisti, esperti di lavoro di gruppo e di improvvisazione teatrale (che “occuperanno” il sabato sera). Un parterre eterogeneo e molto affascinante, per un convegno che promette di essere stimolante, pieno di sorprese e ricco di creatività. Il grazie, naturalmente, va all’ufficio adulti e in modo particolare al gruppo di lavoro che ha pensato e plasmato questo appuntamento con passione e vivacità e con quel pizzico di ironia e quel surplus di amicizia che ci consente di lavorare assieme e di sognare un Settore Adulti sempre più bello. 

Paola Fratini e Paolo Seghedoni

Vicepresidenti adulti di Ac

Autori

Prossimo articolo

Articolo precedente