Campi scuola, moduli e seminari: gli appuntamenti nazionali della ricca estate Ac

Un tempo per Ri-Generare

Versione stampabileVersione stampabile

Siamo dentro a una caldissima estate 2019 e sono in pieno svolgimento o in arrivo le attività estive dell’Ac; nella ricchezza delle iniziative nazionali, diocesane o parrocchiali si susseguono campi scuola, seminari, moduli formativi, momenti di riflessione e di amicizia rivolti a tutte le generazioni e che coinvolgo decine di migliaia di ragazzi, giovani e adulti, da nord a sud, in lungo e in largo tutto lo stivale.
Come ogni anno il periodo estivo in Ac si colora: di relazioni che traggono beneficio dai tempi più distesi; di momenti educativi che puntano diritto ai contenuti; di proposte spirituali che si giovano di paesaggi suggestivi fuori dalle città e che aiutano a staccarsi dalla routine per aprirsi all’ascolto.
Attraverso i campi scuola e tutte le altre esperienze che prendono vita dalla fervida creatività di educatori e responsabili di Ac, l’estate diventa dunque la stagione in cui la vita associativa può sperimentare e offrire le proposte più intense e articolate.
Per quanto riguarda questo 2019, durante i tradizionali campi scuola nazionali i settori e le articolazioni dell’Associazione hanno puntato ancora una volta sui destinatari della proposta formativa.

In particolare, gli adulti di Azione Cattolica dal 12 al 14 luglio saranno a “Casa Incontri”, Roverè Veronese (VR), per il modulo estivo Tieni il tempo! Giovani e Adulti in dialogo, e a seguire dal 2 al 4 agosto all’“Oasi Martiri idruntini”, Santa Cesarea Terme (LE), per il modulo estivo Famiglia, in tutti i sensi. Ascoltare, Guardare, Gustare... Con le famiglie, per rendere domestico il mondo (AL, 183-184). L’idea di fondo è l’attenzione al dialogo intergenerazionale, per cercare di essere sempre più “adulti significativi” per i più giovani; il farsi “compagni di strada” nell’ascolto di situazioni di grande fatica e complessità nel nostro territorio, per imparare sempre più a condividere la concretezza della vita e a generare percorsi nuovi di speranza e di prossimità.

I giovani insieme agli studenti del MSAC saranno dal 26 al 30 luglio a San Marino, presso il “Santuario Cuore Immacolato di Maria”, e dall’1 al 5 agosto a Castellammare di Stabia, presso “Vesuvian Institute”, per i Campi nazionali condivisi Settore Giovani e MSAC . Per i giovani, al centro dei lavori le numerose attenzioni e i desideri emersi dal Sinodo dei vescovi a loro dedicato e dall’esortazione apostolica Christus Vivit, che hanno donato nuovo slancio alla Chiesa tutta e interpellato il cammino delle giovani generazioni di Azione cattolica, affinché si possa sempre più tradurli in un cammino associativo ordinario. Per gli studenti, dopo la SFS di Montesilvano, ci si ritrova sotto il tema “Senza Confini! Studenti capaci di politica”, con l’invito a domandarsi se la giovane età dello studente, se la sua poca esperienza e i dubbi dell’età siano un limite all’impegno o se invece ci si possa comunque immergere nella realtà e contribuire insieme agli altri al bene di ciascuno.

Per quanto riguarda l’ACR, dal 31 luglio al 4 agosto a Nocera Umbra, presso il “Centro soggiorno La Salette”, ecco il Campo specializzato Acr Per il bene di tutti. Educatori e cittadini per scelta. Dedicato a responsabili e assistenti diocesani e ad incaricati e assistenti regionali, ruota intorno a due focus: la cura della vita civile e politica dei giovani e degli adulti che decidono di mettersi a servizio educativo dei piccoli; la riflessione su spazi e modalità per accompagnare i piccoli ad aprire il loro animo non solo alla vita delle comunità ecclesiali ma anche di quelle temporali. Dal 26 al 28 luglio ricordiamo, invece, i due appuntamenti, a Torino e a Pontecagnano Faiano (Salerno), con È l’equipe giusta!, il weekend di formazione per membri d’equipe diocesane che ruota intorno a tre focus tematici: l’essere un laico di Ac; il vivere l’appartenenza ad una Chiesa diocesana che cammina secondo uno stile sinodale; la proposta formativa e la responsabilità delle équipe diocesane.

Proseguendo con le attività estive in programma, quest’anno sarà il Molise ad ospitare il Campo nazionale dei lavoratori del MLAC, dal 21 al 25 agosto all’“Hotel Conte Max” a Capracotta (IS). Cittadini generAttivi, abitare il territorio con il lavoro è il tema dell’appuntamento, e parte dal desiderio di rendersi - come lavoratori - disponibili a generare il bene, ovvero coltivare la virtù dell’incontro per farsi prossimi e accompagnare i passaggi dell’esistenza di ciascuno, curandone anche la vita spirituale.

A tutto questo va aggiunto il ricco calendario di Appuntamenti estivi di casa San Girolamo a Spello. Segnaliamo in particolare il seminario I cattolici e la cura politica del bene comune dal 19 al 21 luglio. Si intende approfondire le fonti e le ragioni dell’impegno politico dei cattolici, a partire dalle indicazioni del Vangelo e del magistero della Chiesa, per dare sostanza a nuove forme di partecipazione e impegnarsi per una politica davvero “a misura d’uomo”, democratica e popolare. In un mondo caratterizzato dal risorgere di populismi e interessi nazionali, indifferenza verso i deboli, crisi della democrazia rappresentativa e delle istituzioni sovranazionali, i cattolici hanno responsabilità urgenti per contribuire a costruire una società più fraterna e un modo più giusto.

Da ultimo vi segnaliamo l’appuntamento ad Assisi dal 22 al 26 luglio con la Summer school “Building future on peace, organizzata dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con Ac, Caritas italiana, Focsiv e Missio e che ha ottenuto l’alto patrocinio del Parlamento europeo e il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, della Provincia di Perugia, della Città di Assisi e del Forum di etica civile. Una vera e propria “scuola di pace” che si rivolge in particolare modo a giovani, studenti, insegnanti, educatori, formatori, società civile, Ong, organizzazioni Non profit e amministratori locali. Una scuola per diventare protagonisti di una pace non solo “possibile”, ma “necessaria”.