XVII Congresso nazionale del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica

Tommaso Marino confermato Segretario nazionale Mlac. Maurizio Biasci Vice. Gli eletti dell'équipe

Versione stampabileVersione stampabile

Si è concluso il XVII Congresso nazionale del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica (Mlac), che si è svolto in digitale su piattaforma web e al quale hanno partecipato i 90 delegati connessi per una tre giorni ricca di approfondimenti e dibattito. “Il lavoro che cambia, nuovi paradigmi tra digitale e intelligenza artificiale, dopo la pandemia”: questo il titolo del Congresso che ha esplorato i diversi aspetti del lavoro che va cambiando e dei nuovi lavori che si vanno proponendo.

La tre giorni ha visto il contributo di don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio Cei di Pastorale sociale e del lavoro che ha invitato le realtà associative ad aumentare «la capacità di riflettere e di pensare» in questi tempi di transizione non solo ecologica ma anche sociale. Massimo Miglioretti, docente di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni dell’Università di Milano Bicocca ha analizzato come «il tempo, le identità e i rapporti lavorativi necessitino di un profondo ripensamento». In questa situazione, tra pandemia che persiste e post-pandemia che tarda, «la dimensione sociale del lavoro e delle relazioni meritano una specifica attenzione», come evidenziato da Serena Quarta, docente di Metodologia delle Scienze sociali dell’Università di Salerno. La partecipata tavola rotonda dedicata agli aspetti pastorali e sociali del lavoro è stata moderata dal Francesco Riccardi, giornalista di «Avvenire».

In questo contesto di lavoro che cambia e si arricchisce di nuove modalità, relazioni e diritti da normare, si trova ad operare il Movimento Lavoratori, una realtà associativa di Azione Cattolica che, partendo da una prospettiva di formazione, svolge la sua missione di evangelizzazione del mondo del lavoro attraverso l’espressione in gruppi diocesani. «La sfida del digitale, l’uso dell’intelligenza artificiale sempre più pervasivo e il moltiplicarsi dei nuovi lavori, ci interpella e ci spinge ad un rinnovato impegno pastorale», dichiara Tommaso Marino, confermato dal Congresso quale Segretario nazionale del Mlac che, assieme al vice segretario Maurizio Biasci, assumerà la responsabilità del Movimento anche per il prossimo triennio, e in vista della prossima Assemblea nazionale dell’Azione Cattolica in programma dal 25 aprile al 2 maggio 2021.

Il XVII Congresso Mlac ha provveduto ad eleggere la nuova équipe nazionale, formata da: Graziella Giardino, diocesi di Chieti-Vasto, Graziella Pennisi, diocesi di Catania, Domenico Barbera, diocesi di Civitavecchia, Alessandro Canelli, diocesi di Bologna, e Stefano Viviani, diocesi di Lucca.

Maggiori info sul XVII Congresso Mlac e i filmati delle giornate sono disponibili sulla pagina mlac.azionecattolica.it

.