Spello

Casa San Girolamo: iscrizioni aperte per le iniziative estive

A Spello. Laboratori di spiritualità laicale

Gli Assistenti nazionali Ac - La tua vita, la nostra vita, ha bisogno di spazi e di tempi, per fermarsi qualche istante, riprendersi in mano, ricollocarsi nel presente. Questo é particolarmente necessario quando in essa vogliamo cercare di scorgere il continuo lavorio dello Spirito che la abita e la conduce sui sentieri di un quotidiano spesso affascinante, ma anche carico di fatiche e sorprese. Oltre a spazi e tempi, però, c’è bisogno anche di strumenti, da portare con noi nel quotidiano, e che ci permettano questo lavoro lento ma prezioso. (continua)

Adattamento teatrale dell’opera di fratel Carlo

Con Carretto. Al di là delle cose

di Barbara Garavaglia - L’attrice Ancilla Oggioni porta in scena le parole e la spiritualità di fratel Carlo. Un’occasione per entrare in quel deserto nel quale Carretto scelse di lasciarsi inebriare dal silenzio, dalla Parola, lasciando, come sottolinea la protagonista, “un vuoto dove riscoprire Dio”. Prossime date: 19 marzo al teatro Cenacolo Francescano di Lecco, 25 marzo a Uppello (Foligno), 2 e 3 aprile al Rosetum di Milano, 24 aprile a Spello. Parrocchie o gruppi possono contattare Ancilla Oggioni al numero 339.19.90.143.

Quaresima a Spello. Aperte le iscrizioni

I weekend spirituali di Casa San Girolamo

Quaresima 2016 a Spello

Sono aperte le iscrizioni per i “weekend spirituali” che l’Ac propone per il periodo di preparazione alla Pasqua a Casa San Girolamo di Spello. Dal venerdì alla domenica, tre giorni per giovani e adulti, fra ascolto della Parola di Dio, preghiera, silenzio, amicizia e condivisione. Temi scelti e guide: La prova: ostacolo o opportunità (don Michele Pace); Quaresima, tempo di conversione e sequela (padre Michele Pischedda); Con il passo del pellegrino (don Tony Drazza); Giù la maschera: persone o personaggi? (don Marco Ghiazza); Le opere di misericordia (don Ugo Ughi).

Laici e vita spirituale

Incontrare, generare, raccontare

San Girolamo a Spello

Luigi Alici - La vita spirituale non è la cura di una “cittadella dell’anima”, rivolta quasi a impermeabilizzarla e a isolarla come se fosse un ecosistema separato. In un certo senso, vita spirituale oggi potrebbe significare soprattutto cura spirituale di tre verbi, che si esprime nella loro coniugazione in tutte e tre le forme possibili: attiva, passiva, riflessiva… Incontrare. Generare. Raccontare. Il primato della vita è il primato dell’incontrare. La vita spirituale è continua rigenerazione dall’alto. Se vogliamo prendere sul serio la storia, dobbiamo prendere sul serio il verbo raccontare.