incontri regionali

I sedici incontri regionali Ac/Piemonte-Valle d’Aosta

La gioia di servire. Responsabilità e profezia associativa

di Vittorio Rapetti* - La formazione di educatori e responsabili, il rapporto con la pastorale (in particolare giovanile), i percorsi per adulti e giovani adulti, il ruolo dell’Ac nella pastorale diocesana, la proposta dei cammini per studenti e lavoratori, l’orientamento scolastico e professionale, l’impegno per la pace e l’accoglienza, i rapporti ecumenici e interreligiosi, l’attenzione alla dimensione socio-politica e alla dimensione internazionale: tanti i temi al centro dell’incontro della Presidenza nazionale con i presidenti parrocchiali, le presidenze diocesane e il consiglio regionale Ac del Piemonte-Valle d’Aosta lo scorso21 e 22 maggio ad Altavilla d’Alba.

I sedici incontri regionali Ac/Basilicata

Come “sapienti artigiani”

di Fausto Santangelo* e Giuseppe Telesca** - Scevra da ogni protagonismo urlato, l’Ac lucana chiama se stessa a una nuova stagione di impegno, seguendo il metodo dell’artigiano paziente che nel suo laboratorio non produce in serie, ma plasma con le proprie mani unicità irripetibili, utili alle esigenze del committente Vale a dire: un’associazione che nonostante tutti i problemi è capace di intercettare ancora le persone e di dedicarsi al proprio territorio. A Potenza, l’incontro tra la Presidenza nazionale e l’Ac di Basilicata che intende affrontare con determinazione, “in piedi” la sfida del cambiamento che stiamo vivendo.

I sedici incontri regionali Ac/Lazio

Instancabili camminatori

di Costantino Coros* - Essere fermento di comunione dentro la Chiesa; essere un insieme di laici che con gioia e ad ogni età annunciano Gesù; camminare dentro la società di oggi con il passo e il respiro della propria diocesi prendendosi cura delle vite degli altri, stando vicino a sacerdoti e religiosi, costruendo legami e tessendo relazioni. Questo è il valore dell’Azione Cattolica di oggi emerso durante l’incontro della presidenza nazionale con i presidenti parrocchiali, le presidenze diocesane e il consiglio regionale Ac del Lazio, avvenuto presso il pontificio seminario di Anagni sabato 16 e domenica 17 aprile.

I sedici incontri regionali Ac/Campania

"In" Ac "con" gioia "tra" la gente

di Titty Amore* - Il giro d’Italia della Presidenza Ac, all’insegna dell’ascolto e della conoscenza delle associazioni territoriali, è approdato il 9 e il 10 aprile a Pompei, in Campania. Una grande festa di popolo Ac ricca di contenuti e testimonianze, un’occasione per sottolineare nodi e buone prassi della presenza associativa nei territori. Un obiettivo condiviso: tradurre l’Evangelii Gaudium, i sui “verbi”, in azione quotidiana. Leggere la realtà della comunità che si abita per tradurre i bisogni delle persone in scelte associative capaci di promuovere il cambiamento.

I sedici incontri regionali Ac/Emilia-Romagna

Come l’Evangelii Gaudium. Aderenti alla vita

di Paolo Seghedoni* - «Declinare l’Evangelii Gaudium e aiutare a farla vivere alle nostre comunità», così il presidente nazionale Truffelli per l’incontro tra l’Azione Cattolica dell’Emilia Romagna e la Presidenza nazionale. Il confronto con i vescovi e la festa con i presidenti parrocchiali, prologo del racconto di come l’associazione declina l’essere “in uscita”: un modo per far vedere che è possibile fare cose belle, anche a partire da realtà associative di base, magari piccole e non complete. Per capire come l’Ac può e deve sempre più avvicinarsi alla vita concreta delle persone.

I sedici incontri regionali Ac/Toscana

Laici capaci di leggere i segni dei tempi

di Giovanni Pieroni* - Il rapporto con sacerdoti e assistenti, identità associativa e formazione, adesione e struttura associativa : tanti i temi che hanno caratterizzato l’incontro tra l’Ac della Toscana e la Presidenza nazionale. Ricche di umanità e impegno le iniziative, i progetti e le storie di Ac condivise durante la due giorni. Segno tangibile di un’Associazione che abita con vitalità e speranza i luoghi e il tempo che gli sono stati donati. Immersi in un legame profondo e significativo, quello di chi sente spontaneo e naturale voler bene alle persone che il Signore gli ha fatto incontrare sulla propria strada, con le quali si sono intessuti nel tempo legami profondi e di grande spessore.

I sedici incontri regionali Ac/Sicilia

Accogliente per scelta

di Massimo Muratore* - Tenere la persona inclusa nell’anima e nel corpo, l’individuo democraticamente parte della città, il credente in comunione con la comunità. È l’impegno dell’Ac di Sicilia per una Chiesa in uscita con lo stile della comunione, frutto e non fogliame. Ad Agrigento, l’incontro con la Presidenza nazionale è familiarità. Esperienza viva. Laboratorio associativo. Qui dove l’accoglienza è opzione di vita, atteggiamento psicologico e relazionale, pastorale e politico.

I sedici incontri regionali Ac/Calabria

Sono le piccole cose a fare la differenza

di Giuseppe Ferrise* - Orti e botteghe solidali, musica e arte per il recupero dei piccoli centri urbani: segni concreti di speranza che grazie alla gente di Ac mostrano il volto di una regione che sa costruire bene comune e vuole essere luogo in cui si sperimenta la misericordia e l’amore di Dio per l’uomo. A Falerna, l’incontro della Presidenza nazionale con l’Ac di Calabria; una terra dove “sono le piccole cose a fare la differenza”, dove l’Ac desidera essere “oasi di misericordia” per quanti incrociano il suo cammino.

I sedici incontri regionali Ac/Liguria

Instancabili custodi della Speranza

Foto di gruppo

di Gianfranco Agosti* - Il rapporto tra identità associativa e pastorale diocesana; la cura e la formazione alla responsabilità; i giovani: questi i nodi e le priorità dell’Ac ligure che ha incontrato la presidenza nazionale. A Genova, dopo l’abbraccio con il card. Angelo Bagnasco e i vescovi della regione, due giorni ricchi di storia presente, tradizione viva, vite parallele, momenti quotidiani, volti di giovani e adulti, ragazzi e nonni. E poi i tanti “no alle disuguaglianze” nei racconti delle esperienze diocesane e parrocchiali di Azione Cattolica in uscita. Un’Ac cui sta a cuore la propria terra e le persone che la abitano.

I sedici incontri regionali Ac/Marche

Pronti ad osare

Foto di gruppo

di Antonella Monteverde* - L’incontro della Presidenza nazionale con l’Ac della regione Marche. Due giorni vissuti con la ferma volontà di servire la vita nella fedeltà alla Parola. Il ritratto di un’Ac ricca di potenzialità e di risorse, luogo educativo dove, pur tra fragilità e contraddizioni, si prova ogni giorno a trasfigurare la propria esistenza, facendo intuire la bellezza e la gioia di essere figli di Dio e fratelli. Nello stile di famiglia, ascoltando e dicendo insieme dove si sta andando come cristiani e dove si vuole andare come Chiesa.

I sedici incontri regionali Ac/Triveneto

Nel solco tracciato da Francesco

di Marco Pio Bravo* - Le nuove sfide che Papa Francesco ci lancia continuamente in termini di apertura, accoglienza e missionarietà sono state al centro dell’incontro della Presidenza nazionale con l’Azione Cattolica del Triveneto. Le esperienze condivise raccontano un’Ac fedele alle esigenze degli uomini del nostro tempo ed alla Parola di Dio nella dinamica fra ordinario (un itinerario di fede solido ed organizzato) e stra-ordinario (per cogliere le urgenze della vita quotidiana che “bruciano” sulla vita delle persone).

I sedici incontri regionali Ac/Lombardia

Tre verbi per curare la vita associativa

di Valentina Soncini* - Accompagnare, essenzializzare, comunicare: passa da qui la cura della vita associativa e la declinazione delle consegne di papa Francesco: rimanere, andare, gioire. È quanto emerso dal recente incontro a Brescia della Presidenza nazionale Ac con le associazioni diocesane e parrocchiali della Lombardia. Un incontro fecondo che ha permesso ai presenti di sentirsi protagonisti di una vita associativa che nasce dalla passione per il Vangelo e per la storia di oggi. Per tutti, l’impegno a rigenerare i nostri gruppi e legami; sapendo che non basta far nascere o rinascere, bisogna anche custodire e coltivare.

I sedici incontri regionali Ac/Abruzzo e Molise

Come in un cantiere aperto

La Presidenza nazionale incontra l'Ac di Abruzzo e Molise

di Davide De Amicis* - A Silvi Marina l’incontro regionale della Presidenza nazionale con le associazioni diocesane e parrocchiali dell’Ac di Abruzzo e Molise. Il ritratto di un associazione in cammino e in dialogo costante con le persone e con i territori. Impastata di esperienze antiche e nuovi inizi, una storia che si rinnova nei volti dei suoi protagonisti. Una laicità mai chiusa, vissuta fuori dalle sacrestie, impegnata a leggere i segni dei tempi e a sostenere chi ci sta accanto.

I sedici incontri regionali

Un'Ac "in uscita", lunga come l'Italia

di Maria Grazia Vergari*- Prendono il via dalla Sardegna (Casa Betania - Bultei - 10 e 11 ottobre) i 16 incontri regionali della Presidenza nazionale Ac con le associazioni diocesane e parrocchiali. L’intento è mettersi in ascolto delle realtà ecclesiali e dei territori della nostra Italia. Con l’«entusiasmo apostolico» chiestoci papa Francesco. Ci interrogheremo sulle potenzialità e le fragilità che l’Ac legge nei territori, sulla presenza associativa in termini formativi e di proposta culturale. Guarderemo a come l’Ac coinvolge, nello spirito di comunione ecclesiale e di rete, anche altre realtà del territorio, facendosi promotrice di tavoli di lavoro comune sui grandi temi: la pace, la condivisione con i più poveri, la legalità, il lavoro, la scuola, la famiglia.