assistenti

Convegno nazionale degli Assistenti diocesani e parrocchiali di Ac, Fuci, Meic, Mieac

Riconoscere un bene più grande

di Marco Ghiazza* - “Riconoscere un bene più grande”: questo l’auspicio, mutuato dal n. 235 di Evangelii Gaudium, espresso dall’Incontro nazionale degli Assistenti dell’Azione Cattolica, che mette al centro il tema dell’unita di vita del presbitero-assistente. L’appuntamento, cui prendono parte anche alcuni sacerdoti che accompagnano la Fuci, il Meic e il Mieac, prende avvio oggi 24 ottobre (ore 16) ad Assisi e si concluderà giovedì 27. Partecipano i vescovi Galantino, Giulietti, Russo, Sorrentino, il presidente nazionale dell’Ac Truffelli, padre Canil superiore del Sacro convento di Assisi, il canossiano padre Cencini, il monaco di Bose Manicardi, il vice assistente generale dell’Ac Mastantuono.

Convegno nazionale Assistenti ed Esercizi spirituali

Appartenere a Cristo, alla Chiesa e al Regno

Vi segnaliamo due importanti appuntamenti rivolti agli Assistenti regionali, diocesani e parrocchiali di Ac, Fuci, Mieac e Meic. Ad Assisi, dal 24 al 27 ottobre presso “Casa Leonori”, il Convegno nazionale degli Assistenti con tema Riconoscere un bene più grande. L’unità di vita del presbitero-assistente. Partecipano, i vescovi Galantino, Giulietti, Russo, Sorrentino, il presidente Ac Truffelli, il monaco di Bose Manicardi, padre Canil superiore del Sacro convento di Assisi e il canossiano padre Cencini (il MIUR ha concesso l'esonero dall’insegnamento ai partecipanti). Dal 13 al 18 novembre, presso “Villa La Quiete” a Foligno, si terranno gli Esercizi spirituali per Assistenti di Ac e sacerdoti con tema Prima del discorso della montagna: le beatitudini nel libro dei salmi predicati da fratel Daniele Moretto, monaco di Bose (Iscrizioni entro il 2 novembre).

Don Antonio Mastantuono nominato Vice Assistente Ecclesiastico Generale dell’Azione Cattolica Italiana

È con grande gioia e gratitudine che l’Azione Cattolica Italiana accoglie la nomina di don Antonio Mastantuono a Vice Assistente Ecclesiastico Generale dell’AC. Leggiamo in essa un particolare segno di vicinanza all’Associazione da parte della Conferenza Episcopale Italiana, in questo momento segnato dalla scomparsa dell’Assistente Generale Mons. Bianchi avvenuta lo scorso 3 agosto. Proprio in considerazione della particolarità delle circostanze, abbiamo atteso alcuni giorni prima di dare comunicazione della nomina, risalente al 22 luglio scorso. Tutta l’Azione Cattolica Italiana desidera esprimere i più sentiti ringraziamenti alla Conferenza Episcopale Italiana e porge a don Antonio i più sinceri auguri di buon lavoro, certi, anche in forza della esperienza da lui già vissuta come Assistente Ecclesiastico nazionale del Movimento Lavoratori di AC (2005-2008) e del Movimento di Impegno Educativo dell’AC (2005 al 2014), che saprà contribuire con passione, generosità e intelligenza alla vita associativa.

In morte di mons. Mansueto Bianchi

Siete una Chiesa bellissima

La Presidenza nazionale dell'Azione Cattolica - Può essere rischioso fare considerazioni mentre il cuore è avvolto dalle emozioni. Eppure è proprio il cuore a dettare le parole più sincere di cui siamo capaci.
Mentre affrontiamo il lutto per la morte del nostro Assistente Generale, mons. Mansueto Bianchi, sentiamo il desiderio di condividere ciò che in questi anni e in modo particolarissimo in questi mesi da lui abbiamo appreso. È un dono che non può essere riservato alle persone che hanno avuto la ventura di stargli accanto, ma che può arricchire la vita di tutta l’Azione Cattolica.
Facciamo un’esperienza pasquale, lasciando che dalla morte nasca una vita nuova: non solo quella di mons. Bianchi davanti al Volto della Misericordia, ma anche la nostra. Nuova perché più ricca degli insegnamenti che, in tempi e modi diversi, abbiamo raccolto standogli accanto in questo prolungato tempo di malattia. Sono semplici e preziosi. Hanno caratterizzato la sua vita e potranno ancora accompagnare la nostra. (Continua)

“Un dono inestimabile, da custodire per tutta la vita”. Matteo Truffelli, Presidente nazionale dell’Ac, ai funerali di mons. Mansueto Bianchi celebrati nella Cattedrale di Pistoia
Comunicato Stampa - Mons. Mansueto Bianchi è tornato alla Casa del Padre

Comunicato Stampa

Mons. Mansueto Bianchi è tornato alla Casa del Padre

Oggi 3 agosto 2016, mons. Mansueto Bianchi, Assistente Generale dell’Azione Cattolica Italiana dal 5 aprile 2014 e Assistente del Forum Internazionale di Ac dal 25 giugno 2014, è tornato alla Casa del Padre.
A mons. Bianchi era stata diagnosticata, all’inizio del mese di marzo, una forma tumorale che ha rivelato, nonostante un importante intervento chirurgico, tutta la sua aggressività.
In questo tempo di malattia, il vescovo non ha mai perso lucidità e più volte ha affermato di voler offrire la sua sofferenza per il bene dell’Azione Cattolica Italiana che ha considerato un dono per il suo ministero episcopale.
In questi anni la Presidenza Nazionale, il Consiglio Nazionale e gli aderenti che in varie e numerose circostanze hanno avuto la possibilità di incontrarlo, hanno trovato in mons. Bianchi un punto di riferimento discreto e rispettoso ma capace di offrire un contributo di grande significatività: per l’amore e il riferimento costante alla Parola di Dio; per la passione e la conoscenza della vita della realtà ecclesiale; per il desiderio di servire con coraggio la persona del Papa e il sogno di Chiesa che Egli ha delineato nella “Evangelii Gaudium”.
Questo servizio mons. Bianchi ha continuato a renderlo a tutte le persone che lo hanno avvicinato anche nel prolungato tempo di ricovero ospedaliero. (Continua)

Preti. La vita è formazione

di don Emilio Centomo* - La formazione permanente dei preti è il tema centrale dell’Assemblea generale dei vescovi italiani in corso ad Assisi. Mi riporta alla mente questi anni della mia vita di prete, nella quale la formazione ha avuto un posto qualificato.

Messaggio di Papa Francesco alla 67ª Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana

Prolusione del card. Angelo Bagnasco