azione cattolica

#RicalcolaPercorso: ultimo giorno ad Anagni

Luisa, Michele, Adelaide, Lorenzo e don Michele

di Luigi Di Palma (Diocesi di Nocera Inf. - Sarno) – E come  tutte le cose belle siamo giunti alla fine!

Il primo «Bilancio di Sostenibilità» dell’Azione Cattolica Italiana

Il nostro impegno a servizio della Chiesa e del Paese

primo Bilancio di Sostenibilità

di Paolo Seghedoni* - 283.002 soci, suddivisi in 174.742 donne e 108.260 uomini. Oltre un milione di persone coinvolte nella vita associativa a diversi livelli. E ancora: circa 50mila educatori che donano oltre 7 milioni e mezzo di ore con il loro servizio; 37.700 responsabili associativi per 4 milioni e mezzo di ore messe a disposizione; sino a 7.000 assistenti, che insieme ai soci e alle persone coinvolte nella vita di Ac offrono quotidianamente il loro servizio alla Chiesa e al Paese. Sono solo alcuni dei dati della prima rendicontazione sociale dell’Azione Cattolica (anno 2018). Uno strumento di trasparenza per chi scommette sull’Ac, un atto di consapevolezza dell’impegno dell’associazione per la comunità ecclesiale e civile.

Convegno dei Presidenti e Assistenti diocesani unitari e regionali di Azione Cattolica

La memoria si fa presente. L’Ac per questo tempo

All’inizio di questo triennio, in un tempo favorevole per la Chiesa, per il Paese e per la nostra associazione, grande importanza assume il Convegno dei Presidenti e Assistenti diocesani e regionali di Azione cattolica «Vi precede in Galilea». Custodire-Generare-Abitare, che si svolgerà a Bologna dall’8 al 10 settembre: un appuntamento per confrontarsi e riflettere insieme alla luce degli Orientamenti triennali dell’Ac che indirizzeranno il cammino associativo e le buone prassi da mettere in campo. Da segnalare, il pomeriggio di venerdì 8 settembre, presso l’auditorium Enzo Biagi della Salaborsa di Bologna, l’incontro pubblico Una storia lunga centocinquant’anni. L’Azione cattolica nella vita del Paese, promosso dall’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI, tappa del programma allestito per il centocinquantesimo di fondazione dell’associazione, che ebbe proprio a Bologna il luogo di origine dell’intuizione di Giovanni Acquaderni e Mario Fani.

Auguri a Mons. Bianchi per il sedicesimo della sua consacrazione

Gioia e gratitudine per il nostro Pastore

Il 3 maggio dell’anno 2000 nella Cattedrale di Lucca, Mansueto Bianchi veniva consacrato vescovo. Oggi, per il 16° anniversario di ordinazione, ringraziamo il Signore per il dono della sua persona all’Ac, per la profondità delle sue parole innamorate e per il suo sorriso rassicurante.
Il vescovo Mansueto è ancora in ospedale dove sta portando avanti il percorso post operatorio. Il vescovo segue le “avventure” associative, sorride quando gli raccontiamo del cammino che stiamo facendo e non perde occasione di donarci la sua visione acuta e profetica. In questo giorno di festa per lui, sentiamoci anzitutto impegnati a sostenerlo con la nostra preghiera, perché il Signore Gesù gli doni la sua consolazione. Il vescovo Mansueto avverte questa comunione che lo sta accompagnando. Chi lo desidera può inoltre lasciare qui un messaggio, che gli verrà comunicato e per il quale vi ringraziamo.