Fermo - “Il bene comune, l'economia e l'etica alla luce del Magistero della Chiesa e sull'esempio del beato Giuseppe Toniolo”

Versione stampabileVersione stampabile

Una riflessione sull'economia e la politica. La proposta dell'UCID

Il tema è di quelli impegnativi. Specie in periodi come gli attuali. L'Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti non si sottrae al confronto.

E propone “Il bene comune, l'economia e l'etica alla luce del Magistero della Chiesa e sull'esempio del beato Giuseppe Toniolo”.

Sarà una riflessione sull'oggi guardando testimonianze preziose proprio come quelle del Toniolo che, nell'Ottocento, in un'altra età di smarrimenti, si rimboccò le maniche e costruì grandi opere sociali dando risposte alle necessità dell'epoca. Un esempio da seguire.
E' l'idea dell'UCID che, per sabato 30 giugno, ha proposto questo importante convegno. Si terrà nell'auditorium di Villa Nazareth a Fermo con inizio alle 10:30.
Per l'occasione è stato invitato il cardinal Salvatore De Giorgi, arcivescovo emerito di Palermo.
I lavori saranno aperti dall'arcivescovo di Fermo mons. Luigi Conti.
A moderare l'incontro penserà il dr Mario Natalucci neo presidente UCID sezione diocesana di Fermo.
Prima del convegno, alle ore 9:30, sarà celebrata la santa messa nella cappellina di Villa Nazareth.
L'appuntamento è di sicuro rilievo. Da tempo sia il papa sia la CEI invitano i cattolici a dare il loro originale contributo nel mondo dell'economia e della politica.
Sabato prossimo verrà posto un altro tassello.

Il convegno è aperto a tutti.