LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Qualche riga e un video sulla nuova guida giovani!

Presentazione della guida Giovani 2023-24

Qualche riga e un video sulla nuova guida giovani!

"Tocca (a) te!" è la guida che, anche quest’anno, ci viene offerta dalla commissione testo del settore giovani di AC. 

L’anno associativo 2023/24 è alle porte, ed è tempo di immaginare i nuovi itinerari formativi per i nostri gruppi giovani e giovanissimi! Lo sai che le guide nascono dal pensiero, dall’esperienza e dall’entusiasmo di persone che vivono l’AC in posti diversissimi d’Italia? Nella guida giovani risuonano le voci di tutta un’associazione che quest’anno va da Alba ad Agrigento, da Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi fino a Vicenza, passando per Milano, Chiavari, Teramo-Atri, Roma, Gaeta, Aversa, Nola. (Se vuoi ripercorrere lo stivale un’altra volta e scoprire le provenienze dei membri di commissione giovanissimi puoi cliccare qui). Tra le persone coinvolte alcune hanno responsabilità associative (vicepresidenti diocesani, assistenti, incaricati regionali e membri d’équipe giovani), alcune mettono a disposizione competenze professionali specifiche; tutte mettono in gioco la passione per il proprio territorio e per l’AC.

Dunque gli itinerari formativi vengono da esperienze variegate, e allo stesso modo sono pensati per essere riformulati e ri-inventati nelle nostre disparate realtà diocesane e parrocchiali. Non sono linee programmatiche ma strumenti flessibili, a servizio dei gruppi giovanissimi e giovani. PRONTI A SFOGLIARE LA GUIDA GIOVANI CON NOI?

Siamo smart: in fondo all’articolo trovi anche un breve video di presentazione della guida, con tutte le informazioni sul percorso.

Il percorso

Quest’anno la guida si chiama “Tocca (a) te!” perché nell’icona biblica che ci accompagnerà nel 2023/24 ci ha molto colpito la disponibilità con cui Gesù si lascia toccare dall’imprevisto (la sofferenza della donna emorroissa, l’inquietudine di Giairo) e il realismo con cui risponde a chi lo chiama. Crediamo che il Signore ci solleciti proprio a lasciarci toccare da ciò che ci accade, per avere a nostra volta un tocco di cura nei confronti delle persone che incontriamo.

Abbiamo immaginato un percorso in tre moduli: uno introduttivo, un grande modulo centrale, e uno conclusivo di rilancio. Nel modulo centrale sono proposte cinque esperienze che interpellano la nostra vita di giovani e quella di chi è intorno a noi: il servizio, l’incertezza, l’amore, la sofferenza e la figliolanza.

In ognuno di questi sotto-moduli abbiamo previsto alcune fasi:

  • “riconoscere”, cioè notare lo stato della propria vita e raccogliere le proprie domande su quel tema;
  • “interpretare”, cioè guardarsi alla luce della Parola (in particolare attraverso un Salmo). Il libro dei Salmi ci sembrava perfetto per accompagnarci: è un libro che ha a che fare con la quotidianità, con la varietà dell’esperienze umane, gioie e dolori, fatiche e speranze. Lì possiamo riscoprire un desiderio di cura a nostra misura.
  • “scegliere”, ovvero farsi ingaggiare concretamente per immaginare prospettive future.

Le novità

  1. LA FORMAZIONE: ti ricordi i dossier, gli articoli di approfondimento a firma di un esperto, che trovavi nella guida fino all’anno scorso? (In “Tutti i santi giorni” erano sui temi del corpo, della crisi e del silenzio). Ecco… Quest’anno diventano videoformazioni di circa 20 minuti, con l’obiettivo di restituire la formazione alla sua dimensione comunitaria! I video possano essere utilizzati direttamente nel gruppo giovani o possono diventare un’occasione per organizzare scuole di formazione diocesane, magari unitarie… sbizzarrisciti! I temi sono di quelli urgenti: la differenza (con Lucia Vantini, filosofa e teologa del Coordinamento Teologhe Italiane), la cura (con Francesco Simoni, medico internista e presidente diocesano di Padova), e l’ansia (con Silvia Luraschi, pedagogista e insegnante del metodo Feldenkrais).
  2. LA PREGHIERA: sappiamo che sui territori il percorso dei gruppi non ignora i tempi liturgici, anzi li integra. Così, abbiamo provato a farlo già nella guida: se con il tuo gruppo sceglierai di trattare i temi dell’incertezza e della sofferenza rispettivamente nel tempo di Avvento e di Quaresima, quest’anno troverai tra i materiali online una scheda di preghiera pensata appositamente.
  3. L’INTERGENERAZIONALITÀ: è sempre una sfida far dialogare i percorsi dei giovani e degli adulti, che a volte sembrano avere necessità completamente diverse e altre volte si scontrano con l’evidenza di avere molto in comune. Così, quest’anno le commissioni dei giovani e degli adulti hanno scelto di costruire un modulo che in ciascuna guida rimandi all’altra. Nella guida giovani trovi allora l’attenzione intergenerazionale nel modulo “Figliolanza. Da un’eredità a una generatività” (p.102), nella guida adulti in “Intergenerazionalità. Tra figliolanza e genitorialità” (p.119). È un’opportunità per preparare un incontro insieme, o ospitarsi reciprocamente. Anche qui largo all’immaginazione, nel segno dell’unitarietà!

Andavi di fretta e sei saltato fin qui? Nessun problema, il video qui sotto riassume il percorso e le novità della guida giovani 2023/24. A questo link invece trovi il video della guida giovanssimi e qualche riga di presentazione. Buon inizio!

Autore articolo

Autore

Articolo precedente