Dialoghi su «Quale università?»

Versione stampabileVersione stampabile

Fresco di stampa Dialoghi n. 2/2014. Il trimestrale culturale dell’Ac dedica il suo dossier al presente e al futuro dell’università italiana. Articoli anche su immigrazione, Sinodo sulla famiglia, scuola, informazione religiosa. Tante recensioni e il profilo sul card. Tucci, il “portavoce del Concilio”.

Quale università?

«L’università è un cantiere aperto, nonostante (oppure anche in parte a causa del)le tante riforme anche recenti. Essendo del tutto evidente l’esigenza imprescindibile di progetti chiari per il futuro, di cui debbono essere protagoniste principali le stesse università, anche per favorire percorsi attuativi realmente condivisi e capaci di migliorare la qualità della formazione universitaria, in una prospettiva sempre più internazionale». Così Gian Candido De Martin nella sua introduzione al dossier «Quale università?» - pubblicato in Dialoghi n. 2/2014 (il trimestrale promosso dall’Ac in collaborazione con l’Istituto “Vittorio Bachelet” e con l’Istituto “Paolo VI”) -  che prosegue il filo del discorso sulle istituzioni formative, «dopo l’attenzione dedicata alla scuola nel precedente dossier, cerchiamo ora di affrontare la questione dell’università, prendendo in esame i nodi principali che riguardano, a vario titolo, queste sedi di “istruzione superiore”, spesso ultrasecolari e anteriori all’ordinamento dello Stato unitario». Nodi e interrogativi da cui non si può prescindere (quale idea di università abbia senso oggi, quale governo delle università, quale formazione nell’università, quale internazionalizzazione dell’università) sono al centro dei contributi di: Andrea Aguti, Mario Brutti, Luciano Corradini, Monica Del Vecchio, Giorgio Grasso, Andrea Lavazza, Sara Martini, Rita Pilotti, Gian Cesare Romagnoli e Giuseppe Tognon.

La rivista si apre con l’Editoriale di Paolo Bustaffa significativamente intitolato Verso il Sinodo sulla famiglia e dedicato in particolare al «filo che unisce l’essere laici all’essere sposi, l’essere laici all’essere genitori, l’essere laici all’essere famiglia aperta e che cammina sulle strade della Chiesa e della Città»

Segue il “Primo Piano” con gli articoli di Roberto Presilla (che sottolinea quanto con lo straordinario successo dell’evento del 10 maggio scorso, la Chiesa sia riuscita a guardare la realtà della scuola e a intercettarne il senso di fatica), e di Franco Pittau (che ci spiega quanto siano una risorsa economica i 5 milioni di immigrati presenti nel nostro Paese, e quanto questo comporti un ripensamento delle attuali politiche sull’immigrazione).

Nella sezione “Eventi e Idee” troviamo l’articolo di Giovanni Santambrogio, sulle particolarità dell’informazione religiosa al tempo di papa Francesco, e il testo del Messaggio della XV Assemblea nazionale Ac alla Chiesa e al Paese.

Seguono le recensioni della sezione “Il Libro e i Libri” con articoli di Francesco Saverio Festa, Verbena Giambastiani, Lorenzo Gianfelici, Mariadora Varano.

Il “Profilo” di questo numero è dedicato al card. Roberto Tucci sj, il “portavoce del Concilio”, curato da Gianpaolo Salvini.