Simposio internazionale promosso da Fondazione “Pio XI” e FIAC

Pedagogia della santità

Versione stampabileVersione stampabile

Cosa significa oggi “santità”, diventare “santi”? Quali sfide la chiamata universale alla santità propria di tutti i cristiani pone ai laici impegnati nella vita quotidiana e in relazione con il mondo? Le sfide sono diverse per adulti e giovani? Nel nord o nel sud del globo?
Di tutto questo si parlerà nel corso del Simposio internazionale “Pedagogia della santità. Una sfida universale per i fedeli laici” che si svolgerà dal 5 al 9 febbraio a Roma (Casa s. Juan de Avila, via Torre Rossa 2). L’iniziativa è proposta dalla Fondazione Azione cattolica Scuola di santità “Pio XI” in collaborazione con il Segretariato del Forum internazionale di Azione cattolica.
Nell’ambito del simposio, cui parteciperanno i responsabili e assistenti nazionali dell’Azione cattolica di 13 Paesi (Albania, Argentina, Burundi, Italia, Malta, Myanmar, Perù, Romania, Ruanda, Senegal, Slovacchia, Spagna e Ucraina) è previsto un Momento pubblico nel pomeriggio del 6 febbraio nella Sala San Pio X (via dell’Ospedale 1, angolo via della Conciliazione).

Alle 16.30 i lavori saranno aperti dalla preghiera presieduta dal card. Baltazar Enrique Porro Cardozo, Arcivescovo di Merida, Amministratore apostolico di Caracas e Presidente della Fondazione Azione cattolica scuola di santità. La Vice Presidente della Fondazione, Silvia Correale, presenterà le attività dell’organismo nato nel 2007 per sostenere il lavoro di documentazione e curare la divulgazione di figure di testimoni formatisi in Azione cattolica “scuola di santità” in collaborazione con le chiese locali.

Seguirà la prolusione del Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin.

Dopo un breve intervallo, verranno presentate le testimonianze sui temi: “Cittadini della polis”, a cura di Mariella Enoc, Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma; “Giovani e discernimento” di Francisco Josè Ramirez Mora, Responsabile nazionale dei Giovani dell’Azione cattolica spagnola; “Artigiani di giustizia e di pace” a cura di don Salvator Niciteretse, Responsabile Fiac Africa e “Radicati nella Parola” a cura di suor Maria Ko Ha Fong, docente alla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium.

Le conclusioni sono affidate a Matteo Truffelli, Presidente nazionale dell’Azione cattolica italiana e Vice Presidente della Fondazione. I lavori saranno coordinati dalla giornalista Chiara Santomiero, responsabile dell’Ufficio stampa del Fiac.

Dalle ore 15.30 sarà possibile visitare le mostre allestite per l’occasione e dedicate a figure di testimoni – laici e sacerdoti – che hanno approfondito la vocazione alla santità in Azione cattolica: “La buona strada. Testimoni della Misericordia del Padre” e “Azione cattolica e sacerdoti santi. Assistenti e promotori di Ac per essere Chiesa insieme”.

All’approfondimento della storia di santità fiorita in Azione cattolica e alla promozione delle attività della Fondazione e dell’Azione Cattolica nella prospettiva dell’Esortazione apostolica Gaudete et exsultate sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, saranno dedicati i giorni successivi del simposio che si concluderà domenica 9 febbraio con la partecipazione alla preghiera dell’Angelus con papa Francesco in piazza s. Pietro.