LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Unitari » Laudato Si’: innamorati, cura, trasforma

Corso Animatori Laudato Si’ on demand in modalità mista, disponibile dall’8 aprile 2024

Laudato Si’: innamorati, cura, trasforma

Foto dal sito del Movimento Laudato Si‘
Foto dal sito del Movimento Laudato Si‘

Il Movimento Laudato Si‘ annuncia la riapertura del Programma Animatori Laudato Si’. Una formazione che unisce, in una comunità globale di preghiera e azione e per incoraggiare le proprie parrocchie, comunità locali, associazioni e movimenti ad impegnarsi per la spiritualità ecologica, per stili di vita sostenibili e per la difesa della giustizia climatica ed ecologica.

In Italia, la novità di quest’anno è l‘opportunità di formazione sia on demand in modalità mista (link al programma in partenza l’ 8 aprile 2024), sia in presenza a Roma ed online grazie alla collaborazione con la Pontificia Università Lateranense (link  al programma, iscrizioni entro 20 marzo 2024).

Un ciclo di tre seminari per prendersi cura della Casa comune

La cattedra Unesco sul Futuro dell‘educazione alla sostenibilità della Pontificia Università Lateranense, insieme al ciclo di Studi in ecologia e ambiente – Cura della nostra Casa comune e Tutela del Creato, che attiverà nell‘anno accademico 2024/2025 la Laurea triennale in Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e l’ecologia (L-37), organizzano nel periodo marzo-maggio 2024 un ciclo di tre seminari dal titolo: “Prendersi cura della nostra casa comune: la necessità di un cambio di rotta. Accompagnare e accelerare la transizione verso un paradigma etico-socio-economico basato sulla sostenibilità integrale”.

Grazie alla collaborazione con il Movimento Laudato Si’, al termine del ciclo di seminari gli studenti potranno ricevere il Certificato di Animatore Laudato Si’, previa partecipazione ad un incontro online (9 aprile 15.00-17.30), coordinato dallo stesso Movimento e la realizzazione di un “seme di speranza”: un’iniziativa concreta di sensibilizzazione sulla Laudato Si’, nel proprio ambito di appartenenza (familiare, lavorativo, parrocchiale, associativo, religioso…).
Questa metodologia di formazione in collaborazione con le Pontificie Università ed Atenei di Roma è già sperimentata nell’ambito del Joint diploma in Ecologia integrale, ora in corso e che dopo l’estate riaprirà le iscrizioni.

Per agire con urgenza e insieme

Dichiara Cecilia Dall’Oglio, Italian programs manager del Movimento Laudato Si’: «Questa collaborazione con la Pontificia Università Lateranense è segno dell’importanza della complementarietà della formazione didattica con quella sul campo, nell’impegno di animazione e per agire con urgenza ed insieme, come ci chiedono la Laudato Si’ e la Laudate Deum ed il cammino sinodale in atto». 

Le lezioni saranno disponibili dall’8 aprile (4 moduli). In più, ci saranno opportunità di vivere la dimensione comunitaria tra i partecipanti provenienti dalle diverse 36 realtà partner del Movimento (associazioni e movimenti, ordini religiosi, giovani animatori Progetto Policoro, parrocchie, diocesi…): un incontro introduttivo il 9 aprile (15.00-17.30) ed in occasione degli incontri che mensilmente si tengono tra gli Animatori Laudato Si’ italiani. Maggiori informazioni sul programma qui.

L’attenzione alla Laudate Deum e i relatori coinvolti

Un’altra novità del 2024 sarà anche l’opportunità di seguire un nuovo modulo sull’esortazione apostolica Laudate Deum, pubblicata lo scorso 4 ottobre, nella quale papa Francesco ci chiama nuovamente all’azione, con molta urgenza, nella cura della nostra casa comune.
Tale lezione sarà tenuta da mons. Luigi Renna, arcivescovo di Catania, presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, presidente del Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane sociali dei Cattolici in Italia, in diretta online la sera del 22 aprile, Giornata Mondiale della Terra e poi disponibile on demand.

Tra i relatori della formazione: il prof. Antonello Pasini, fisico climatologo del Cnr; mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi, che ormai da sempre accompagna la formazione di tutti gli Animatori italiani presentando la Spogliazione di Francesco come modello di conversione all’ecologia integrale; mons. Armando Cattaneo, incaricato diocesano per la sensibilizzazione alla Laudato Si’ che sta coinvolgendo molto attivamente parrocchie, Animatori e Circoli Laudato Si’ della diocesi di Milano; Cecilia Seppia, giornalista di Vatican news, coordinatrice del Progetto “Storie per la Laudato Si’” del Dicastero per la Comunicazione”, Emiliano Manfredonia, presidente delle Acli;  Ilaria de Bonis, giornalista professionista, redattrice del mensile Popoli e Missione, Fondazione Missio, Organismo Pastorale della Cei e giovani animatori.

Una risposta alla chiamata della Chiesa a tutti i fedeli

Il “Programma di formazione Animatori Laudato Si’” è una risposta alla chiamata della Chiesa a prendersi cura del Creato da parte di tutti i fedeli. Gli Animatori Laudato Si’, in tutto il mondo, sono 16.000.
In Italia, il programma è stato avviato nel 2019 e la rete italiana conta 3.500 Animatori e 200 Circoli Laudato Si’ attivi. Sono 233, gli Animatori che sono stati certificati nel 2023.
Anche quest’anno, gli Animatori e i Circoli Laudato Si’ hanno contribuito attivamente alle celebrazioni del Tempo del Creato. Sono stati promossi 353 eventi locali, con circa 70 diocesi coinvolte. Sempre in collaborazione con Organizzazioni membro e partner (tra cui i responsabili diocesani per la pastorale sociale ed il lavoro della Conferenza episcopale italiana). Più di 170 gli eventi supportati ed appoggiati da vescovi. Si stima in 15.500 le persone direttamente coinvolte.

Al termine del programma, con il completamento e la presentazione di un “progetto semi” che promuove la cura del Creato, gli animatori riceveranno un certificato ufficiale.
Da quel momento in poi potranno essere coinvolti in modo continuativo nella costruzione di una comunità: un circolo o qualsiasi altro tipo di comunità legata alla missione del Movimento Laudato Si’.

Le iscrizioni sono aperte sul sito laudatosianimatori.org, dove sono disponibili maggiori informazioni sulla proposta formativa 2024.

Autore