“La migliore politica”: a Milano confronto tra Notarstefano, Carron e Manfredonia

Venerdì 12 novembre i rappresentanti nazionali di Azione cattolica, Acli e Comunione e liberazione si confronteranno su quale visione della politica immaginano per il nostro tempo. A partire da Fratelli tutti.

«Il senso dell’incontro con Julian Carron, Emiliano Manfredonia e Giuseppe Notarstefano è quello di ragionare insieme su come Ac, Acli e Cl e vivono oggi l’impegno nell’ambito politico». È don Walter Magnoni, responsabile della Pastorale sociale e il lavoro della diocesi di Milano, a introdurre l’incontro che si terrà venerdì 12 novembre, alle 18.00, presso la Fondazione culturale San Fedele – Piazza San Fedele 4, Milano. Il titolo della tavola rotonda è “La migliore politica. Come alcune associazioni e movimenti rileggono la Fratelli tutti”. Partecipano: Giuseppe Notarstefano, presidente nazionale di Azione cattolica; Emiliano Manfredonia, presidente nazionale Acli; Julian Carron, presidente della Fraternità di Comunione e liberazione (per partecipare occorre inviare una email a sociale@diocesi.milano.it).

«Non si tratta di guardare indietro, ma di volgere lo sguardo al futuro a partire da quello che giustamente Papa Francesco definisce un “cambiamento d’epoca”. Il mondo nel quale l’associazionismo cattolico è sorto appare oggi profondamente mutato – aggiunge don Magnoni – e a tutti noi è chiesto un esercizio di realtà. Abbiamo il dovere di scrutare la stagione dentro cui siamo immersi per intuire dove lo Spirito sta soffiando».

«Venerdì 12 novembre chiederemo ai rappresentanti nazionali di Azione cattolica, Acli e Comunione e liberazione quale visione della politica immaginano per il nostro tempo. Sarà fondamentale un ascolto reciproco, uno sguardo sulle questioni etiche che sentiamo decisive per la nostra società e un ragionamento comune su come immaginiamo oggi possibile educare i giovani all’impegno socio-politico».

Intervista sul tema dell’incontro al Presidente Ac, Giuseppe Notarstefano.

Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Autore articolo

Redazione