LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Unitari » In dialogo per la città di tutti

Verso il IV Forum di Etica civile

In dialogo per la città di tutti

foto: Shutterstock
foto: Shutterstock

L’evento si terrà a Palermo, presso il Gonzaga Campus, il 18 e 19 novembre 2023. Si avvicina così il IV Forum di Etica civile, promosso da una rete di associazioni della società civile – tra le quali l’Azione cattolica italiana –, impegnate nella formazione e nella riflessione sui temi della società di oggi. 

Con il IV Forum di Etica civile – Un sogno civile, in un tempo di complessità e di crisi – il coordinamento di Etica civile rilancia l’impegno per coltivare una rinnovata sensibilità civile. Si tratta di una dimensione fondamentale per misurarci con le tre drammatiche sfide che segnano il crinale storico del nostro presente, la crisi ambientale, quella pandemica e la guerra. L’intrecciarsi di questi tre eventi evidenzia con chiarezza l’inadeguatezza di linguaggi e approcci del passato per leggere il reale e rendere conto dei processi economici, sociali e politici. Le comunità umane si trovano disorientate e faticano a comprendere la realtà e a essere protagoniste attive di sviluppi possibili. Tale condizione rimanda a tre esperienze di umanità – la libertà, il bene comune e la cultura – che ci offrono uno sguardo rinnovato sulle cose e sul mondo.

Il “sogno” al quale è dedicato il forum si concretizza in due parole: in dialogo per la città di tutti.

La città è il luogo dell’incontro, dello scambio ma, potenzialmente, anche del conflitto. Ripensare la città come spazio di dialogo significa porre le basi per costruire un tessuto sociale capace di affrontare le sfide di oggi. 

Il dialogo per la città di tutti

Dialogo civile per ripensare la politica: come dare una lettura del presente, sociale e politico, in grado di restituire la profondità delle questioni etiche in gioco, davanti alle sfide poste dalle migrazioni, dalle problematiche ambientali, dalla sfera del digitale? 

Dialogo tra le generazioni: per che cosa si impegnano i giovani? Come si impegnano? In uno scenario di crisi della democrazia rappresentativa, quali strade percorrono i giovani che sognano un futuro migliore? 

Dialogo mediterraneo: spazio intermedio, che divide e, al tempo stesso, mette in comunicazione l’Europa e l’Africa, il Mare nostrum oggi è soprattutto noto per le tragiche rotte migratorie verso la “fortezza Europa”. Il Mediterraneo potrà tornare a essere luogo di scambi e di arricchimento per le due sponde? Come ripensare la politica italiana ed europea per il Mediterraneo nella prospettiva della sostenibilità e della transizione eco-sociale? Quale ruolo può svolgere il dialogo interreligioso? 

Un impegno che inizia nel 2013

Il Forum di Etica civile promuove già da diversi anni eventi e percorsi di riflessione partecipati e orientati in tal senso.

II primo appuntamento nazionale Per un’etica civile. Idee proposte e pratiche per una nuova convivialità si è svolto a Padova nel 2013, su iniziativa della Fondazione Lanza, e ha permesso di mettere a punto l’orizzonte etico di riferimento.

Con un più ampio gruppo di promotori si è svolto nel 2017 a Milano il II Forum, dal titolo Etica Civile: cittadinanza ed oltre? Tale evento è stato preparato da un ampio call for paper e da diverse iniziative seminariali ed ha portato alla stesura del Patto di etica civile.

Il terzo appuntamento nazionale si è svolto a Firenze nel 2019 sul tema Verso un patto tra generazioni: un presente giusto per tutti. La scelta di mettere a fuoco la dimensione intergenerazionale dell’etica civile, in un tempo che fatica a prestare attenzione alle giovani generazioni ha favorito un ampliamento del gruppo promotore a includere diversi soggetti attivamente presenti in tale ambito. Durante il Forum è stato predisposto e poi sottoscritto il Patto tra generazioni: un presente giusto per tutti.

Autore

Prossimo articolo