Home » Articoli » Eva Fernandez Mateo nuova Coordinatrice del Fiac

Prima riunione a Roma del Segretariato 2023-2026

Eva Fernandez Mateo nuova Coordinatrice del Fiac

È la presidente dell’Accion Catolica General (Acg) della Spagna, Eva Fernández Mateo la nuova Coordinatrice del Segretariato del Forum Internazionale di Azione Cattolica, l’organismo che riunisce le associazioni di Azione cattolica del mondo. È stata scelta durante la prima riunione del Segretariato che guiderà il Fiac nel quadriennio 2023-2026 tenutasi a Roma nei giorni scorsi. Compongono il Segretariato i responsabili nazionali dei sette paesi eletti durante l’Assemblea generale dello scorso novembre: Argentina, Burundi, Filippine, Italia, Messico, Senegal Spagna.

Non è la prima volta di una donna “al comando” per il Fiac, nato nel 1987 come spazio di incontro, raccordo e promozione dell’Azione cattolica a livello internazionale e al quale aderiscono oggi 25 Paesi membri e 43 Paesi osservatori. La prima è stata Beatriz Buzzetti Thomson, Presidente nazionale Ac Argentina che ha guidato il Fiac dal 1997 al 2004, seguita da Paola Bignardi, Presidente nazionale Ac Italia, dal 2004 al 2008.

Eva Fernández Mateo, quarantenne, dell’arcidiocesi di Santiago de Compostela (Spagna), è laureata in Infermieristica e ha sviluppato la sua carriera professionale in diverse aree mediche dal 1998. Sposata, è stata nominata presidente dell’Accion Catolica General nel 2018 ed è stata confermata nel 2022 dalla Conferenza episcopale spagnola.
La nuova coordinatrice sarà affiancata con specifici compiti dal Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, Giuseppe Notarstefano e dalla Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Argentina, Claudia Carbajal de Inzaurraga. Anche l’Assistente ecclesiastico generale del Fiac, mons. Eduardo Garcia, vescovo di San Justo (Argentina) ha designato un vice assistente, p. José Antonio Cano Cano, assistente dell’Accion Catolica General spagnola.

Gli obiettivi del Forum per il quadriennio

In occasione della sua prima riunione, il Segretariato ha delineato alcuni degli obiettivi del Forum internazionale di Azione Cattolica per il nuovo quadriennio. Nel contesto di una partecipazione attiva dell’Azione Cattolica ai lavori del Sinodo in tutti i Paesi rispondendo all’invito di Papa Francesco ad essere sempre più “palestra di sinodalità”, è necessario favorire e intensificare l’impegno a livello continentale, promuovere la formazione e la partecipazione di ragazzi, giovani adulti e sacerdoti assistenti attraverso i Coordinamenti del Fiac per età e preparare il Giubileo del 2025 andando alle radici del Concilio ecumenico Vaticano II e insieme guardando al futuro per una Chiesa sempre più accanto alle persone.

Fare della corresponsabilità una realtà

«Oggi – ha sottolineato Eva Fernández Mateo – siamo chiamati a proclamare con gioia l’amore e la misericordia del Signore. Sappiamo che in questo momento storico è essenziale ascoltare tutti gli uomini e le donne nei loro aneliti, nelle loro ansie e nelle loro speranze e rispondere così a tutti i bisogni del nostro mondo. Dobbiamo fare della corresponsabilità una realtà in ciascuna delle nostre comunità. Per questo vogliamo continuare a offrirci come strumento al servizio di ogni Chiesa locale e di ogni parrocchia e continuare ad accompagnare i laici per realizzare il sogno di Dio per il mondo».

Tra i primi appuntamenti, oltre a quelli a livello nazionale e continentale, la partecipazione alla Giornata mondiale della Gioventù di Lisbona ad agosto 2023.

www.catholicactionforum.it