LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Cultura dell’individualismo e condivisione

Seminario online promosso da Ac e Mieac - Martedì 28 febbraio 2023

Cultura dell’individualismo e condivisione

Martedì 28 febbraio 2023, ore 18.30, il seminario on line Cultura dell’individualismo e condivisione, promosso dall’Azione Cattolica Italiana e dal Movimento di Impegno Educativo di Azione Cattolica (Mieac), vuole approfondire con l’aiuto di due esperti, i professori Umberto di Maggio e Mario Pollo, uno degli aspetti caratteristici del nostro tempo, stigmatizzato da papa Francesco sia nella Laudato si’ che nella Fratelli tutti: il “virus” dell’“individualismo radicale”; e contribuire ad individuare percorsi educativi che aiutino a vincere le chiusure e a costruire ponti di accoglienza e di carità. I loro interventi saranno introdotti dal Presidente nazionale dell’Ac, Giuseppe Notarstefano, e moderati dal Presidente nazionale del Mieac, Gianni Milazzo. Diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell’Azione Cattolica Italiana.

Papa Francesco, nella Fratelli tutti definisce l’individualismo il principale solvente socioculturale di quel peculiare tessuto di relazioni interpersonali in cui viviamo (ivi, 105). Indisgiungibile dalla moderna ragione liberale e dal neoliberalismo proprio della tarda modernità.

Esso confina l’essere umano in una triste solitudine all’interno di “questo mondo massificato che privilegia gli interessi individuali e indebolisce la dimensione comunitaria dell’esistenza”, la quale viene considerata “una mera somma di interessi che coesistono” (ivi, 12 e 163).

Diffusasi insieme alla globalizzazione, la più recente “mentalità individualistica” accresce la riduzione delle “persone ad individui, facilmente dominabili da poteri che mirano a interessi illeciti” (ivi, 182).

A questa “cultura dell’individualismo”, alimentata dai social media e che molto spesso sfocia nel conflitto, nella violenza non solo verbale, nella “cultura del nemico”, Papa Francesco contrappone la cultura della “condivisione”, della fraternità, dell’amicizia sociale, dell’amore evangelico:

– «la mentalità di chi spezza il pane benedicendo Dio Padre, fiducioso che quel pane basterà per noi e per il prossimo che ne ha bisogno. Così ci ha insegnato Gesù Cristo nel miracolo della condivisione – e non moltiplicazione – dei pani e dei pesci» (Discorso ai Capitoli dell’Opera Don Calabria, 30 maggio 2022).

– «La misericordia di chi accoglie condividendo le ferite e le fragilità delle sorelle e dei fratelli, per rialzarli… non dividendo, ma condividendo. Non dividere, ma condividere. Facciamo come Gesù: condividiamo, portiamo i pesi gli uni degli altri invece di chiacchierare e distruggere, guardiamoci con compassione, aiutiamoci a vicenda…». (Angelus, 8 gennaio 2023).

Autore

Articolo precedente