LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Unitari » Compagni di strada di tutti

Adulti di Ac/ Noi ci saremo in Piazza San Pietro…

Compagni di strada di tutti

Ph: Cristian Gennari/Siciliani
Ph: Cristian Gennari/Siciliani

Ci saremo… perché essere insieme al Papa in piazza San Pietro il 25 aprile sarà bello, anzi bellissimo. Gli adulti saranno in piazza San Pietro il 25 aprile perché desiderano abitare quella bella piazza, e il mondo intero, con la consapevolezza che la loro presenza anche se discreta e accorta è fondamentale per sostenere il cammino dei fratelli di ogni fascia di età non solo nell’associazione ma nella vita di ogni giorno. Accompagnare tutti, tenendo per mano senza trattenere ma per man-tenere. Troppo spesso capita di percepire che l’adulto delega, specialmente ai più giovani, sia il fare che il pensare nelle nostre parrocchie e nelle nostre città. In piazza il 25 aprile diremo nuovamente che gli adulti di Ac vogliono farsi compagni di strada di tutti.

L’incontro e l’abbraccio

In questo periodo e con questo incontro desideriamo favorire il passaggio tra il triennio che va e quello che arriva. Senza dimenticare che per molti responsabili quello passato, a causa della pandemia, è stato un quadriennio con un anno aggiuntivo non tanto “pesante” per i giorni in più ma per lo sforzo di fantasia che è stato richiesto per inventare un’Ac che non aveva più a disposizione le sue caratteristiche principali: l’incontro e l’abbraccio. Ci siamo e ci saremo quindi per restituire a tutti la bellezza di stare insieme e di farlo a braccia aperte per accogliere e abbracciare. E con il tornare a trovarci suggelliamo questo dire che ci siamo come adulti nonostante le nostre fatiche. 

Nessuno si salva da solo

Ci siamo e ci saremo per tornare a riempire quella piazza che abbiamo veduto vuota e attraversata in solitaria dal Santo Padre quella sera del 27 marzo 2020 quando ci ha ricordato che siamo sulla stessa barca. E che nessuno si salva da solo.

In questo triennio su quella barca, insieme, abbiamo cercato di passare all’altra riva. E adesso vogliamo essere li per offrire a papa Francesco la nostra disponibilità a creare un “noi sempre più grande” nella collaborazione anche con tutte le realtà che camminano accanto a noi per vivere sempre più quello stile che il cammino sinodale ci sollecita ad assumere come unico modo per vivere oggi da cristiani nella Chiesa e nel mondo. E ci siamo e ci saremo in una data simbolica per il nostro Paese, quel 25 aprile che significa liberazione e libertà. Una liberazione che è stata frutto del sacrificio di tanti, anche di tanti soci dell’Azione cattolica che si sono opposti alla dittatura fascista e all’invasione nazista.

Ritrovarsi al culmine del cammino assembleare è per noi segno di un percorso che si chiude ma non finisce, perché continua nel rinnovo delle responsabilità. Ci permette di dire grazie a coloro che con il loro impegno hanno fatto bella la nostra associazione. E anche a chi da oggi si impegnerà perché una bella Ac possa rendere più bella la Chiesa e la aiuti a vivere nel mondo.

Noi ci saremo come adulti perché crediamo che questo passaggio di consegne sia una “festa” in cui non si scarica un peso ma si consegna un bel regalo. E tutti insieme vogliamo contribuire!

Perché saremo in piazza San Pietro

Siamo certi che gli adulti ci saranno perché in questo triennio abbiamo riscoperto un settore vivace e vitale, capace di mettersi in moto e di muoversi. Ce lo hanno dimostrato i più di mille animatori che hanno seguito il percorso di formazione Animaps. Siamo certi che il 25 aprile si faranno compagni di strada e arriveranno in piazza con gli adulti delle loro associazioni pronti a fare festa e a mettere in campo la loro passione ed energia. 

Gli adulti saranno in Piazza San Pietro il 25 aprile perché, anche se a volte nelle nostre comunità non sembra, gli adulti di Ac ci sono. Come ci sono anche i giovani adulti, persone che, pur nella precarietà e mobilità, vogliono stare nell’associazione e starci da protagonisti.

Ecco, rubando un po’ una parola chiave dell’Acr, come adulti di Ac ci siamo e ci saremo in piazza San Pietro col Papa il 25 aprile, perché siamo e saremo protagonisti nella nostra associazione, nella nostra Chiesa, nelle nostre città. 

Autori

Prossimo articolo