Ciao, don Francesco! Il tuo sorriso non ci lascerà mai

Versione stampabileVersione stampabile

È tornato questa mattina tra le braccia del Padre don Francesco Silvestri, sacerdote della diocesi di Belluno-Feltre, dal 2001 al 2005 assistente nazionale in Azione cattolica, al Msac e al Settore giovani. Aveva 57 anni e negli ultimi due aveva dovuto affrontare una dolorosa malattia.

Don Francesco è morto come è vissuto: rimanendo fedele al Signore e mettendosi con fiducia e speranza nelle sue mani. Preparandosi all’incontro finale, aveva voluto pregare così: “Morte che ardi d’inquietudine, come alba rosata, quando arrivi luminosa e silenziosa al mio porto: bacerò la tua bocca intirizzita e sulla soglia del mio addio, il bacio immenso di Dio mi porgerai, o morte morta”.

Insieme alle lacrime, in questo momento, c’è tanta gratitudine per il dono della sua presenza nelle nostre vite e in quelle di tanti studenti e giovani dell’Ac, di ieri e di oggi. Davvero ringraziamo il Signore per aver incontrato don Francesco e per aver camminato con lui per un tratto di strada, vivendo quell’esperienza singolare e preziosa che l’Azione cattolica ci riserva nell’amicizia e nella corresponsabilità tra laici e sacerdoti. Ora don Francesco finalmente riposa, guarito da ogni malattia, sano, e salvo, nelle braccia del suo Amato. E, ne siamo sicuri, tra quelle braccia custodisce anche noi.

Mariacarmela Aragona e Simone Esposito, segretari nazionali Msac 2002-2005

I funerali di don Francesco si terranno mercoledì 1 settembre alle 15 nella Cattedrale di Belluno.
La Presidenza nazionale e tutta l’associazione si stringono con la preghiera alle sorelle e ai parenti tutti, nella certezza di Gesù Risorto.