LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Unitari » In cammino verso Betlemme

Natale, la gioia dello stare insieme

In cammino verso Betlemme

Immaginiamo per un attimo di essere contemporanei di Gesù e di camminare per caso verso Betlemme proprio nella notte di Natale: quali personaggi incontreremo? Stando al racconto dei Vangeli i primi sono i pastori. Si tratta di persone povere e umili, che svolgono il proprio lavoro di custodi del gregge. Potremmo passare oltre e proseguire indisturbati il nostro cammino, ma la visione dei pastori, che lavorano di notte e in condizioni difficili e precarie, non ci lascia del tutto indifferenti, perché riaccende in noi il ricordo degli umili e dei poveri del nostro tempo, ma soprattutto di tutti quei lavoratori la cui dignità è messa a dura prova dalle difficili condizioni lavorative che devono affrontare quotidianamente.

Mentre riflettiamo su tutto questo accade qualcosa di sorprendente: vediamo i pastori alzarsi in fretta e camminare insieme verso una meta ben precisa, come se qualcosa avesse destato la loro attenzione, invitandoli a mettersi in cammino. Spinti dalla curiosità li seguiamo, per scoprire che il luogo verso il quale sono diretti è una mangiatoia, nella quale è adagiato un bambino di nome Gesù, figlio di Maria e Giuseppe. Il luogo è avvolto da una luce meravigliosa, quindi decidiamo di sostare insieme a loro, per contemplare questo grande mistero. 

Il cammino dei Magi

I pastori non sono gli unici a conoscere ciò che accade. Con grande sorpresa, infatti, da oriente giungono tre Magi, sontuosamente vestiti. Si tratta di uomini ricchi, cercatori della sapienza e dell’infinito, i quali hanno affrontato un lungo e insidioso viaggio per vedere Gesù. Si inginocchiano davanti al bambino per adorarlo e gli offrono in dono oro, incenso e mirra.

Doni che rimandano alla sua identità e alla sua missione. Riflettendo sulle figure dei Magi ci rendiamo conto che «si può partire da molto lontano per raggiungere Cristo» (AS 9). Una lontananza che il più delle volte non è solo fisica, ma anche esistenziale e spirituale.

Questo significa che tutti possiamo metterci in cammino verso Betlemme. Nei pastori, infatti, sono rappresentati i lavoratori, gli umili, i poveri e gli emarginati, mentre nei Magi sono rappresentati tutti i popoli della terra, i ricchi, i saggi, i potenti e i lontani, sia in senso fisico che esistenziale e spirituale. Gesù è nato per tutti! Il mondo assume così i lineamenti di un grande presepe, pieno di sentieri che portano verso Betlemme. Tutti siamo inseriti in questo grande presepe.  

Dio ha condiviso il cammino umano

Si dice che i pastori «se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro» (Lc 2, 20), diventando annunciatori della buona notizia e trasmettendo agli altri la gioia provata nel vedere il bambino. Mentre i Magi «per un’altra strada fecero ritorno al loro paese» (Mt 2, 12). D’altra parte un simile incontro non può farci ripercorrere la stessa strada di prima: prendere coscienza del fatto che Dio ha condiviso il cammino umano, assumendo le situazioni della nostra vita, come il lavoro, la famiglia e l’amicizia, inserendole in un orizzonte di speranza e compimento divini, non può che orientare il nostro cammino di fede su una strada nuova.

Betlemme, un punto di partenza

Betlemme, dunque, non è solo un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza, che imprime al nostro viaggio nella storia una direzione nuova, una svolta decisiva. Ma questo può accadere solo se siamo disposti ad accogliere la buona notizia dell’incarnazione di Dio, lasciandoci interpellare dal suo significato più autentico e profondo, dal quale spesso siamo distratti a causa di tutti quegli aspetti secondari che tendono a oscurarlo.

Che il Natale, dunque, possa veramente lasciare un segno profondo nella nostra coscienza e nelle nostre vite, facendo passare l’incontro con Gesù dal piano della pura immaginazione a quello più concreto della realtà. 

*assistente centrale per il settore Adulti di Ac                  

Autore

Prossimo articolo