Disegni di Affettività 2016

Ma per sempre per sempre?

Versione stampabileVersione stampabile

di Rita e Stefano Sereni* - Torna Disegni di Affettività, il tradizionale appuntamento del Settore Giovani e dell’Area Famiglia e Vita dell’Ac che quest’anno spegnerà tredici candeline. Un percorso abbastanza lungo con un’unica costante: prendere le domande più importanti che le persone si pongono rispetto alla vita di coppia e tentare una risposta o almeno proporre degli approfondimenti per sostenere la formazione di una retta coscienza.

Quest’anno l'incontro è ad Assisi dal 6 all'8 maggio e la scelta del tema “Ma per sempre per sempre? è contro corrente. “Per sempre” oggi sembra una missione impossibile; per seguire il pensiero dilagante avremmo dovuto scegliere uno slogan tipo “l’amore è eterno… finché dura”. Il “Per sempre” ha spesso messo paura, ha fatto sudare freddo milioni di uomini e donne nei giorni precedenti al grande passo; sempre se ne è percepita la difficoltà. Adesso però il tema è andato fuori moda, perché il “Per sempre” non è più considerato difficile ma semplicemente impossibile.

Le unioni a termine sono ormai norma e non eccezione. Dobbiamo essere onesti e dirci che riuscire nel “Per sempre” è difficile, a volte tutto il nostro impegno può non bastare, non possiamo stabilirlo a tavolino, serve una buona dose di testardaggine perché si riesca a restare insieme accada quel che accada, e un po’ di fortuna.

Non possiamo pensare che ci siano ricette per riuscire, ma vorremmo tentare ugualmente in questi giorni che vivremo insieme una riflessione su alcuni aspetti che non dovrebbero mancare e che ci dovremmo impegnare a coltivare perché la vita coniugale e familiare sia bella, appassionata e sappia resistere alla pioggia, agli straripamenti dei fiumi e ai venti impetuosi. Tutto questo attraverso il format che coloro che hanno partecipato alle scorse edizioni conoscono, con un mix di preghiera, confronto con la Parola, esperienze fatte attraverso il gioco e la corporeità, riflessioni di esperti, il tutto condito con una grandissima dose di umanità e di amicizia.

Disegni di Affettività non è un convegno, non è un seminario, è un esperienza che chiede di essere replicata con modi e tempi diversi. Negli ultimi anni l’incontro è stato dedicato alle coppie di fidanzati e di sposi. Gli sposi devono continuamente prendersi cura della propria vita coniugale e nel contempo devono aiutare le coppie più giovani anche semplicemente narrando la loro vita, mentre i più giovani possono donare freschezza a chi è più avanti nel rapporto.

Crediamo che l’accompagnamento delle coppie di sposi e perciò delle famiglie, sia una delle grandi sfide di questi tempi, cercando di avere una particolare attenzione alle famiglie più giovani. Molti sforzi vengono fatti nella pastorale dei fidanzati; dobbiamo continuare questa opera di accompagnamento e non lasciare i ragazzi sulla porta della Chiesa, trovando forme nuove che possano essere rispettose dei tempi di vita di queste persone.

*Responsabili nazionali dell’Area Famiglia e Vita dell’Azione Cattolica Italiana