Le notizie in Primo piano

  • I Papi, il nostro satellite e dintorni

    Guarda che Luna

    16/07/2019 - 08:56

    di Tommaso Marino* - In questi giorni in tutta la Terra, così bella e rotonda (la questione terrapiattista era già stata risolta secoli fa), si sta ricordando e celebrando il cinquantesimo compleanno dello sbarco del primo uomo sulla Luna. Un equipaggio, tre uomini all’interno di un razzo alto 111 metri - come un palazzo di più di trenta piani, che consuma 3 tonnellate di carburante al secondo -, ha puntato verso il cielo e, vincendo la forza di gravità, si è diretto verso il nostro satellite atterrandovi. Quella stessa Luna invocata da papa Giovanni XXIII all’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II, la sera dell’11 ottobre 1962, non era più lontana.

    Condividi
  • Dibattito sul fine vita

    Il documento delle associazioni di ispirazione cattolica sull'eutanasia

    12/07/2019 - 09:47

    «In vista dell’imminente decisione della Corte Costituzionale sul tema del fine vita, chiediamo che il Parlamento, consapevole delle proprie responsabilità istituzionali, eserciti pienamente e tempestivamente la propria funzione legislativa in materia. Dal canto nostro, desideriamo riaffermare brevemente il nostro convincimento, in nome del quale ci sentiamo spronati a dare il nostro fattivo contributo nella società attuale, per la costruzione di una rinnovata convivenza civile improntata sul profondo rispetto di ciascun essere umano, soprattutto se debole e vulnerabile»: è l'incipit del documento in materia di fine vita che qui vi proponiamo e firmato da Associazione Scienza & Vita, Forum delle Associazioni Familiari, Movimento per la Vita, Associazione Medici Cattolici Italiani, Forum Associazioni Socio-Sanitarie, Associazione Italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici.

    Condividi
  • Per i giovani di Ac che studiano o lavorano in un Paese europeo diverso dal proprio

    Un’Ac che si muove: proposta per un Erasmus associativo

    12/07/2019 - 06:24

    Ogni anno sono tantissimi i giovani di Azione cattolica che per studio o lavoro trascorrono parte della loro vita in un Paese europeo diverso da quello di origine. ecco per loro il progetto promosso dalla Presidenza nazionale Un’Ac che si muove: proposta per un Erasmus associativo. L’obiettivo dell'iniziativa non è solo quello di facilitare l’integrazione del giovane in un gruppo di Ac della diocesi del Paese di destinazione, assicurando una continuità del percorso formativo e di servizio, ma anche quello di creare dei ponti tra la diocesi italiana di partenza e quella del Paese di arrivo. All'interno il modulo da compilare per chi è in partenza. Per altre info scrivere a: internazionale@azionecattolica.it

    Condividi
  • Appuntamento ad Assisi per la Summer School “Building future on peace” (22-26 luglio 2019)

    A scuola di pace, per costruire un futuro più giusto

    09/07/2019 - 12:55

    Accogliere la ricchezza della diversità e promuovere la cultura dell’incontro sono condizioni imprescindibili per costruire la pace. Con questa convinzione che si fa impegno nasce la proposta della Summer School “Building future on peace, organizzata dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con Azione cattolica italiana, Caritas italiana, Focsiv e Missio e che ha ottenuto l'alto patrocinio del Parlamento europeo e il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, della Provincia di Perugia, della Città di Assisi e del Forum di etica civile. Una vera e propria “scuola di pace” che si terrà nella città di Francesco dal 22 al 26 luglio 2019 e che intende rivolgersi in particolar modo a giovani, studenti, insegnanti, educatori, formatori, società civile, ONG, organizzazioni Non Profit, amministratori locali. Tra i relatori: Ugo Villani, Paolo Beccegato, Sandro Calvani, don Tonio Dell’Olio, Lucia Rossi Sereni, Francesco Viola, Fabio Raspadori, Giuseppe Dimiccoli, Carlo Schenone, Angelo Moretti, Giulio Albanese, Vincenzo Buonomo, Gianni Bottalico, Luca Raffaele, Andrea Stocchiero, Leonardo Becchetti, Lucio Turra, Stefania Proietti, Giuseppe Riggio sj, Franco Vaccari, Matteo Truffelli, don Francesco Soddu, Gianfranco Cattai, Tommaso Galizia, Francesco Giorgino, Simone Morandini, Marco Mascia, Michele D’Avino, mons. Domenico Sorrentino.

    Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha conferito quale suo premio di rappresentanza
    alla Summer School “Building future on peace”
    la Medaglia del Presidente della Repubblica

    Condividi
  • A proposito del declino demografico italiano

    Del numero e della forza

    06/07/2019 - 11:27

    L’Italia vede assottigliarsi costantemente la sua componente giovanile e accrescersi quella anziana, senza più essere in grado di assicurare un benché minimo ricambio generazionale. Il declino demografico del nostro paese, certificato recentemente dai dati Istat, è cosa seria e dalle serie conseguenze e richiede un rilievo primario nell’agenda politica. A partire da quattro linee di fondo: l’equità nell’imposizione fiscale e nelle politiche tariffarie; la conciliazione famiglia-lavoro; i contratti di lavoro con contenuto relazionale, prevedendo l’offerta di servizi per i tempi di cura e di assistenza familiare; le politiche abitative su misura.

    Condividi
  • Festività del beato Pier Giorgio Frassati. La lettera dei giovani di Ac

    Con lo sguardo verso il Cielo

    04/07/2019 - 09:37

    di Luisa, Michele e don Tony - Caro Pier Giorgio, eccoci di nuovo, puntuali come ogni anno, a scriverti e a ricordarti ancora di più. Ogni 4 luglio diventa per noi un appuntamento per pensarti un poco di più, per pensarci di più e un poco meglio. È il giorno (ma non l’unico) in cui ognuno di noi cerca di guardarsi meglio, di vedere il suo cammino, di rimettere al centro i sogni di una vita intensa e non soltanto incasinata. Ci sembra di poter dire che questo giorno, è il giorno in cui decidiamo di nuovo che fare della nostra vita, come usare le nostre mani e i nostri piedi, a chi indirizzare il nostro cuore, come moltiplicare le parole buone per raggiungere tutti, come riuscire a vivere la nostra giovinezza e custodire il nostro cuore giovane.

    Condividi
  • Sino al 7 luglio, eventi in tutta Italia per la settima edizione

    Settima nazionale dei “SENTIERI FRASSATI”

    02/07/2019 - 09:42

    A ridosso della festività liturgica (4 luglio) del beato Pier Giorgio Frassati (1901-1925) - il giovane alpinista torinese che amava la montagna e la sentiva come “una cosa grande, un mezzo di elevazione dello spirito, una palestra dove si tempra l’anima e il corpo” – si moltiplicano gli appuntamenti escursionistici lungo i “Sentieri Frassati”, itinerari di particolare interesse naturalistico, storico e religioso che il Club Alpino Italiano ha inaugurato in ogni regione e provincia autonoma d’Italia tra il 1996 e il 2012, in collaborazione con varie altre associazioni tra cui l’Azione Cattolica Italiana, l’Agesci e la Giovane Montagna (che a Frassati ha intitolato una Sottosezione nazionale).

    Condividi
  • A Spello il Seminario del Centro Studi dell’Azione Cattolica Italiana (19-21 luglio)

    Cattolici e politica: radici e prospettive di un impegno

    27/06/2019 - 09:47

    Quale società vogliamo costruire per il nostro futuro? Quali valori la devono ispirare e guidare? Quale ruolo possono giocare i credenti all’interno delle moderne democrazie? Queste sono alcune delle domande che accompagneranno la riflessione del Seminario di Spello «I cattolici e la cura del bene comune», organizzato dal Centro Studi dell’Azione Cattolica Italiana e che si terrà presso Casa San Girolamo dal 19 al 21 luglio prossimi. Non vi è dubbio che tra i temi importanti che oggi toccano da vicino la coscienza dei cristiani ci sia sicuramente quello riguardante l’agire politico e le modalità con cui esercitare questo compito, in vista della realizzazione del bene comune possibile in un dato momento storico e in una data circostanza. È dunque bene fare il punto della situazione, riscoprendo le fonti e le ragioni di tale responsabilità e riconoscendo gli snodi nevralgici che hanno caratterizzato questo cammino non solo a livello italiano, ma anche europeo.

    Condividi
  • La crisi della società italiana e il ruolo della Chiesa

    Paura e indifferenza ma anche voglia di mettersi in gioco

    25/06/2019 - 11:01

    Intervista a Gioele Anni di Andrea Monda, direttore de «L’Osservatore Romano» - «La prima missione per la nostra Chiesa, per la nostra comunità ecclesiale, è quella di stabilire un contatto con i giovani che si sono allontanati perché non hanno conosciuto l’esperienza di fede come qualcosa di vivo e vitale. Serve costruire prima di tutto un tessuto di relazioni: così potremo andare oltre l’idea che la vita cristiana si riduca a un percorso funzionale a ottenere dei sacramenti»: così Gioele Anni, classe 1990, giovane giornalista e consigliere nazionale dell’Azione cattolica, nell'intervista rilasciata al direttore de «L’Osservatore Romano», che così introduce il nostro Gioele: «Ha partecipato molto attivamente al Sinodo sui giovani, con tanta voglia di futuro negli occhi e nella testa. Lo abbiamo incontrato e anche con lui siamo partiti dalla riflessione del sociologo Giuseppe De Rita che parla di due esigenze sociali, la sicurezza e il senso, alle quali rispondono le due autorità, quella civile e quella spirituale, da qui la responsabilità della Chiesa, intesa come istituzione e soprattutto come popolo dei credenti»

    Condividi
  • La storia dell’associazione magistrale “Nicolò Tommaseo”

    Pagine di educazione cattolica

    25/06/2019 - 09:42

    La vicenda di un grande sodalizio che, all’indomani della Grande Guerra, arrivò a toccare i venticinquemila soci, promuovendo i diritti sindacali dei maestri, lo sviluppo della didattica, la diffusione della cultura pedagogica, la difesa della religione cattolica nella scuola italiana. Questo racconta l’ultimo libro di Andrea Dessardo, L’associazione magistrale “Nicolò Tommaseo”. Storia di maestri cattolici, 1906-1930 (Ave, Roma 2018). Un capitolo importante della storia dell’educazione, sino ad oggi noto a pochi, pur ricorrendo in quasi tutti i saggi scientifici sulla scuola in Italia.

    Condividi
  • Incontro nazionale dei soci di Ac impegnati nella vita politica e amministrativa a livello locale

    Ac, comunità cristiana e politica

    20/06/2019 - 11:26

    Si terrà a Roma da venerdì 21 (inizio lavori ore 18) e per l’intera giornata di sabato 22 giugno, presso Casa La Salle (via Aurelia 472) l’Incontro nazionale dei soci di Ac impegnati nella vita politica e amministrativa a livello locale con tema Ac, comunità cristiana e politica. L’appuntamento prosegue le occasioni di confronto dedicate dall’associazione ai grandi temi della politica, del servizio al Paese e alla costruzione del bene comune. La complessa e critica stagione che l’Italia è chiamata a vivere, nel contesto di una congiuntura internazionale tutt’altro che favorevole, chiama ciascun amministratore della res pubblica a un di più di impegno, per ridare fiducia a quanti attendono dalla politica risposte ai problemi del vivere quotidiano.

    Clicca qui per seguire lo streaming live (dalle 15,00 di sabato)

    Condividi
  • I dati del Rapporto Istat

    In Italia 5 milioni di poveri

    19/06/2019 - 12:36

    Cinque milioni di italiani vivono in povertà assoluta (l’8,4% del totale), mentre 9 milioni in povertà relativa (il 15% del totale). È quanto emerge dal rapporto Istat sul 2018. Reddito di cittadinanza e reddito di inclusione, per come attuati, non sono sufficienti a invertire la rotta. Il Sud del paese, i giovani e le famiglie numerose sono i primi a restare indietro.Il paese ha bisogno di lavoro, di tornare a crescere e di un di più di solidarietà.

    Condividi
  • Domenica 30 giugno dai il tuo contributo all’obolo di San Pietro. Acquista e fai acquistare Avvenire

    Ac e Avvenire per la Carità del Papa

    15/06/2019 - 12:34

    Serve anche il tuo aiuto e il tuo impegno. Domenica 30 giugno è la Giornata per la carità del Papa. L’Azione cattolica italiana per l’occasione, anche quest’anno, promuove e invita a promuovere la vendita delle copie del quotidiano «Avvenire» di quel giorno, il cui ricavato sarà interamente destinato ad alimentare il “salvadanaio” che Francesco destina alle necessità materiali della diocesi di Roma e di tutto il mondo. Partecipare è molto semplice (Qui il pdf con le modalità): sono sufficienti pochi volontari e un coordinatore che organizzino presso la propria parrocchia, nella mattinata di domenica 30 giugno, la vendita del giornale ai fedeli. Creato il gruppetto, serve telefonare al numero verde 800 820 084  per comunicare l’adesione all’iniziativa, i propri contati, la parrocchia coinvolta e si riceveranno le necessarie istruzioni su dove e come ritirare le copie da vendere. Siamo certi che in tanti vorranno essere protagonisti diretti della Carità del Papa. L’iniziativa è una preziosa occasione per agire efficacemente per il bene e, grazie ad «Avvenire», riproporre a tutti i cattolici e non, ancora una volta, un esempio della straordinaria vitalità e dello spirito d’iniziativa dell’Azione Cattolica.

    Condividi
  • Francesco parla ai Nunzi Apostolici, e al cuore dei Laici cattolici

    Quel Decalogo che fa bene a tutti

    15/06/2019 - 11:44

    «L’uomo di Dio non raggira né froda il suo prossimo; non si lascia andare a pettegolezzi e maldicenze; conserva la mente e il cuore puri, preservando occhi e orecchie dalla sporcizia del mondo». Lo dice il Papa nel Discorso consegnato ai 98 Nunzi Apostolici e 5 Osservatori Permanenti della Santa Sede ricevuti in udienza in occasione dell’incontro che li ha riuniti in Vaticano fino a sabato 15 giugno. «È inconciliabile l’essere rappresentante pontificio con il criticare alle spalle il Papa, avere dei blog o addirittura unirsi a gruppi ostili a Lui, alla Curia e alla Chiesa di Roma», scrive tra l’altro Francesco. Il Papa rivolgendosi ai presenti ha donato loro «una specie di “Decalogo”», la cui lettura suggeriamo anche ai laici cattolici, che, in quanto uomini e donne fedeli al Vangelo, sono chiamati  a «praticare la giustizia, l’amore, la clemenza, la pietà e la misericordia». Ve ne proponiamo una sintesi particolare.

    Condividi
  • Appello al Presidente del Consiglio

    14/06/2019 - 19:11

    «L'Azione Cattolica Italiana rivolge un appello al Presidente del Consiglio Conte affinché si consenta lo sbarco immediato delle 42 persone a bordo della Sea Watch.
    Chiediamo alle istituzioni il coraggio di rinunciare a una inutile prova di forza, dimostrando un sussulto di umanità che renderebbe orgogliosi gli italiani».

    Cresce di ora in ora l'adesione all'appello lanciato lo scorso mercoledì 26 giugno dall'AC. Oltre a quella personale giunta da moltissimi cittadini, segnaliamo che hanno aderito all'appello CENTRO ASTALLI, FOCSIV, FONDAZIONE PAPA GIOVANNI XXIII, FUCI, GIOVENTU' FRANCESCANA d'ITALIA, LIBERA, MASCI​, MEIC, MOVIMENTO DEI FOCOLARI, MOVIMENTO RINASCITA CRISTIANA, ORDINE FRANCESCANO SECOLARE d'ITALIA, RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

    Condividi