Le notizie in Primo piano

  • Il progetto editoriale promosso da Libera e Gruppo Abele

    Lavialibera: pensieri nuovi, parole diverse

    14/11/2020 - 10:03

    Un progetto editoriale che ci sta a cuore e che vi consigliamo: Lavialibera, rivista bimestrale che offre informazione e approfondimento su mafie, corruzione, ambiente e migrazioni. Dentro le notizie, ma fuori dalle facili indignazioni. Con la direzione editoriale di don Luigi Ciotti, eredita l’esperienza trentennale del mensile Narcomafie, fondato nel 1993 dopo le stragi di Capaci e via D’Amelio, ma cresce nella dotazione di strumenti, competenze e chiavi di lettura necessarie a decifrare il mondo di oggi.

    Condividi
  • Il presidente Truffelli e il cardinale Zuppi ospiti a “Il diario di Papa Francesco”

    Video. La Chiesa italiana a metà del cammino

    13/11/2020 - 18:00

    Nel quinto anniversario del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze (“In Gesù Cristo un nuovo umanesimo” – 9/13 novembre 2015) - e dell’esortazione apostolica Evangelii gaudium - la trasmissione “Il diario di Papa Francesco”, condotta da Gennaro Ferrara su TV2000 ha dedicato la puntata di venerdì 13 novembre al Discorso alla Chiesa italiana che papa Bergoglio pronuncio in quella occasione. Ospiti il presidente nazionale dell’Ac, Matteo Truffelli, e il cardinale arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi. A cinque anni dalle parole di Francesco, tornare a parlare di umanesimo sembra più che mai fondamentale, in un tempo di pandemia che sta mettendo ulteriormente in crisi le nostre certezze ed evidenziando ancor di più le fragilità dell’essere umano, mostrando che anche rispetto al virus non ci si salva da soli ma con la forza dell’interdipendenza, vivendo e agendo come “fratelli tutti”. Una necessità che incrocia quanto papa Bergoglio chiese allora e continua a chiedere oggi: una Chiesa italiana non potente, ma inquieta, vicina agli abbandonati; una fede rivoluzionaria che cambi il mondo.

    Condividi
  • Verso la presentazione del Progetto formativo “Perché sia formato Cristo in voi”/1

    Formazione “virtuale”?

    11/11/2020 - 10:02

    di Vincenzo La Carrubba e Luca Micelli* - Grazie alla tecnologia diffusa e miniaturizzata, talmente integrata e naturalizzata con le vite degli uomini da risultare invisibile, quasi “vaporizzata”, la comunicazione ha superato lo schema classico che la vedeva procedere da una sorgente verso una platea vasta, per divenire ora orizzontale e verticale insieme, in un contesto dove il fruitore si trasforma in produttore-consumatore. È superato dunque il valutare le relazioni mediate dai nuovi sistemi informatici come “virtuali”. Sono piuttosto “reali”, una estensione delle relazioni fisiche e dirette, una realtà aumentata con la quale fare i conti. Questa è la sfida straordinaria che ci attende: dare il sapore della “vita reale” ad ogni contesto relazionale in ambito associativo (e non solo!), per farlo diventare “luogo formativo”.

    VIDEO. Il presidente dell’Azione cattolica italiana, Matteo Truffelli, presenta la nuova edizione del Progetto formativo

    Condividi
  • Giornata del Sovvenire. L’Ac con Avvenire per la Campagna “Insieme ai sacerdoti”

    Il tuo sacerdote ha cura di te, tu prenditi cura di lui

    09/11/2020 - 11:53

    L’Azione cattolica sostiene e invita a sostenere l’iniziativa del quotidiano Avvenire che ha scelto di dare supporto al Servizio per la Promozione del Sostegno Economico alla Chiesa Cattolica, facendo del giornale uno strumento per promuovere la campagna “Insieme ai sacerdoti. Domenica 22 novembre, per ogni copia venduta del quotidiano un euro sarà devoluto all’Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero. Dimostriamo ancora una volta la nostra cura per tutti i sacerdoti che quotidianamente hanno cura di noi. Cosa fare: Partecipare all’iniziativa è molto semplice e non comporta costi. Organizza un piccolo gruppo di volontari (2/3), contatta Avvenire, prenota le copie all’edicolante tramite il modulo che trovi all'interno e organizza la distribuzione (naturalmente nell’assoluto rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19). Quanto ricavato oltre il prezzo del quotidiano verrà lasciato alla parrocchia a favore dei sacerdoti che lì vivono e operano.

    Condividi
  • AGESCI e Azione Cattolica insieme

    Promuovere esperienze anche in tempo di pandemia

    09/11/2020 - 09:00

    Per la prima volta nella lunga storia delle due associazioni, i consigli nazionali di AC e AGESCI si sono riuniti per una sessione di lavoro comune. L’incontro nato come tappa di un cammino di condivisione e progettazione intrapreso insieme già da alcuni anni, ed è stato dedicato alla centralità dell’impegno educativo rivolto ai giovani e ai ragazzi. Un lavoro di ricerca e confronto che parte dall’attenta rilettura del percorso proposto da Papa Francesco con la sua iniziativa a favore di un “Patto globale per l’educazione” che è stato approfondito grazie all’introduzione di padre Giacomo Costa sj.

    Condividi
  • Disponibile il numero 4/2020 di Segno nel Mondo

    Fratelli tutti. Un noi più grande

    07/11/2020 - 09:43

    C’è un tema che attraversa insistentemente la nuova enciclica del Papa, come una sorta di filo rosso: la parola sogno. Con Fratelli tutti, infatti, Francesco invita e incoraggia tutte le persone di buona volontà, afferma Matteo Truffelli in apertura del dossier del numero 4/2020 di Segno nel Mondoconsultabile subito sulla piattaforma web segnoweb.azionecattolica.it, su App per Android e Ios e tra qualche giorno anche in cartaceo agli abbonati – a pensare e costruire insieme un futuro diverso, migliore, coltivando la speranza di dare vita a «un’altra umanità». Per quanto apparentemente irrealizzabile, la fraternità si rivela come l’unica strada realmente percorribile, «l’unica via di uscita» che possiamo imboccare «davanti a tanto dolore, a tante ferite». E se Maurizio Ambrosini invita a vivere una fraternità aperta, senz’altro un messaggio controcorrente, che suona dirompente in questo mondo di nazioni e di individui ripiegati su se stessi, Giuseppe Notarstefano richiama la scelta, esigente e umile, di radicarci nella vita delle persone aiutandole a scoprire il valore della comunità «di quell’itinerario in salita dall’io al noi che ci impone di essere molto di più che una rete di soci, molto di più che un’agenda di appuntamenti e iniziative, ma un dinamismo fraterno di condivisione solidale che esige sobria gratuità e delicata dedizione alla vita di tutti».

    Condividi
  • Azione Cattolica. Formare, accompagnare e sostenere laici «discepoli-missionari»

    Il Progetto formativo si rifà il look

    04/11/2020 - 11:54

    di Luca Micelli* - Sedici anni dopo la prima stesura, ecco l’aggiornamento del Progetto formativo “Perché sia formato Cristo in voi” (acquistabile sul sito dell’Editrice Ave). Appuntamento online il prossimo 5 dicembre per la presentazione ufficiale e per approfondire insieme le novità e gli aggiornamenti presenti in un testo fedele alla nostra storia, ai principi fondanti del nostro essere associazione, ma rinnovato nei linguaggi e nelle priorità, più aderente alla realtà di oggi. A illuminare la revisione, il magistero di papa Francesco, soprattutto a partire da Evangelii Gaudium, Laudato si’ e i due discorsi tenuti all’Ac e al Fiac in occasione dei 150 anni della nostra storia.

    Condividi
  • The Economy of Francesco: dal 19 al 21 novembre l’evento voluto da papa Bergoglio

    Diamo un’anima all’economia di domani

    04/11/2020 - 10:58

    Dal 19 al 21 novembre, si terrà The Economy of Francesco, l’incontro con i giovani economisti e imprenditori voluto dal Santo Padre, già previsto lo scorso marzo e rinviato causa Covid-19. Visto le attuale restrizioni, sarà interamente in modalità online con diretta streaming da Assisi e collegamenti con oltre 120 Paesi. Confermata anche la partecipazione “virtuale” di Papa Francesco. L’evento digitale coinvolgerà changemakers under 35 di tutto il mondo e potrà essere seguito sul portale francescoeconomy.org e i canali social.The Economy of Francesco (EoF) è un movimento di giovani con volti, personalità, idee che si muove e vive per un’economia più giusta e inclusiva, fraterna e sostenibile e per dare un’anima all’economia di domani.

    Condividi
  • Si aggravano le condizioni di salute del Presidente della Cei

    Con la preghiera, vicini al card. Gualtiero Bassetti

    03/11/2020 - 17:26

    Tutta l’Azione Cattolica Italiana conferma la sua vicinanza al card. Gualtiero Bassetti in questo momento di prova.
    La Conferenza Episcopale Italiana ha comunicato oggi l’aggravamento complessivo del quadro clinico del Cardinale Presidente. 
    Ci uniamo a tutta la Chiesa italiana e, in particolare, all’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve in questo delicato momento.
    Rivolgiamo al buon Pastore la nostra preghiera perché il card. Bassetti possa sentirsi custodito e sostenuto dal bene di tutti e siamo certi che la fede nel Signore e l’amore per la Chiesa stanno sostenendo la sua malattia. Insieme a lui ricordiamo ogni malato e malata d’Italia e del mondo: salga al Cielo, incessantemente, la nostra intercessione a Dio, Padre di Misericordia, per ciascuno di loro!

    Condividi
  • Quando si contrappongono libertà e uguaglianza, è tempo di fraternità

    Morire di fame o morire di Covid

    02/11/2020 - 10:10

    di Luigi Alici* - Henri Bergson, autore straordinario e dimenticato, ha scritto che la democrazia «proclama la libertà, richiede l’uguaglianza e riconcilia queste due sorelle nemiche, ricordando loro di essere sorelle, mettendo al di sopra di tutto la fraternità» (Le due fonti della morale della religione, La Scuola 1996). Nella illusione di poter risolvere ogni dilemma morale semplicemente invocando l’autonomia dell’individuo, abbiamo dimenticato di interrogarci intorno alle conseguenze delle nostre scelte, spesso particolarmente difficili proprio per questo e a volte addirittura drammatiche quando ci troviamo di fronte a un dilemma, le cui conseguenze sono comunque negative...

    Condividi
  • Dieci anni fa la festa-incontro Acr e Giovanissimi di Azione cattolica con Benedetto XVI

    “C’è di più”. Continuiamo a diventare grandi insieme

    30/10/2020 - 08:39

    Il 30 ottobre 2010 in più di centomila si sono ritrovati a Roma per la festa-incontro nazionale dei ragazzi e giovanissimi di Azione cattolica: “C’è di più. Diventiamo grandi insieme!”. Con loro tantissimi volontari, genitori, adulti accompagnatori e assistenti che li hanno seguiti nello sciamare colorato per le vie della Capitale, per raggiungere Piazza San Pietro e l’abbraccio con papa Benedetto XVI e a seguire le feste colorate e ricche di ospiti a Piazza del Popolo e Piazza di Siena, nel cuore di Villa Borghese. Un giorno veramente speciale, voluto all’alba di un decennio (quello che si sta per concludere) che la Chiesa italiana ha dedicato all’educazione, e che la Presidenza nazionale Ac promosse per ridire il proprio “sì” alla sfida educativa: un impegno che ieri come oggi prosegue ed è al cuore del servizio ai fratelli (tutti) che l’Associazione quotidianamente offre alla Chiesa e al Paese.

    Condividi
  • Fiac e Fondazione “Pio XI” - Webinar in preparazione al 1° novembre Festa di Tutti i Santi

    Non avere paura...

    29/10/2020 - 09:37

    Dal 2015, la Festa di Tutti i Santi è una delle giornate che il Fiac e la Fondazione Azione Cattolica Scuola di santità “Pio XI” propongono di celebrare insieme alle Ac di tutto il mondo per un momento intenso di comunione e di gioia. Obiettivo è sottolineare la vocazione universale alla santità: come recita il titolo del capitolo V della Lumen Gentium. In tempo di restrizioni da Covid-19, spazio al webinar venerdì 30 ottobre (ore ●10.00 Argentina ●13.00 Senegal ●14.00 Italia●15.00 Burundi●21.00 Filippine), con riflessioni, preghiere e piccole iniziative per far conoscere i tantisanti della porta accanto” che ci accompagnano nella storia della Chiesa universale, della Chiesa locale e anche dell’Associazione nei vari paesi. Per iscriversi: Format 

    Condividi
  • Quando prevale la protesta sulla proposta. E la responsabilità comune?

    Psicologia di massa della pandemia

    28/10/2020 - 10:44

    di Roberto Gatti* - La pandemia ha portato a galla una metamorfosi antropologica di portata che non sarebbe esagerato definire epocale. Al di là e al di sopra delle questioni strutturali che la pandemia c’impone di risolvere, c’è questo fattore, che richiede un gigantesco sforzo di ricostituire una socialità che sia coerente con il dettato costituzionale e con l’etica pubblica della democrazia. Per questo motivo l’educazione alla vita democratica non può non essere l’obiettivo fondamentale delle forze politiche e sociali fin d’ora perché il tempo perso è enorme e ora come mai fa sentire il suo terribile peso.

    Condividi
  • L’Editrice Ave ha pubblicato l’Enciclica “Fratelli tutti”

    Con la chiarezza del Vangelo

    24/10/2020 - 07:25

    L’Editrice Ave ha pubblicato la terza lettera enciclica di papa Francesco, Fratelli tutti, sulla fraternità e l’amicizia sociale. Una edizione introdotta da uno scritto del Presidente nazionale dell’Azione cattolica italiana, Matteo Truffelli, di cui proponiamo un breve estratto. Stessi diritti, stessi doveri, pari dignità per gli uomini, in qualunque parte della terra siano nati: bisogna ripartire da questa verità per provare a ricostruire l’amore fraterno nella sua dimensione universale, nella sua apertura a tutti. All’indifferenza e alla discriminazione, occorre reagire con un nuovo sogno di fraternità e di amicizia sociale che non si limiti alle parole ma sia costruito tutti insieme.
    Ordina anche tu sul sito dell’Editrice Ave. Per info commerciale@editriceave.it

    Condividi
  • Ad una settimana dal Videomessaggio di Papa Francesco per il Patto educativo globale

    Una questione di amore

    22/10/2020 - 11:13

    di don Marco Ghiazza* - C’è pure chi educa, senza nascondere/l’assurdo ch’è nel mondo, aperto ad ogni/sviluppo ma cercando/d’essere franco all’altro come a sé,/ sognando gli altri come ora non sono:/ ciascuno cresce solo se sognato. Non vorremmo certo abusare di questi versi, che Danilo Dolci pone al termine di una sua nota lirica sull’educazione. Li prendiamo a prestito perché ci aiutino a rileggere il contributo – ulteriore – che il Papa ha offerto, una settimana fa, al percorso legato al “Patto educativo globale”. Un percorso che è apparso accidentato – come molti altri in questi mesi difficili – soprattutto a chi vede nell’imprevisto un fastidio e non un appello di maggiore fedeltà alla vita, che sempre “eccede” rispetto alle nostre previsioni.

    Condividi