Le notizie in Primo piano

  • Uno sguardo su di noi, attraverso la lente della pandemia

    Lezioni di “virologia” e note di vita

    22/03/2020 - 11:33

    In queste giornate di Coronavirus anche le persone più sprovvedute stanno seguendo lezioni di virologia grazie alla valanga di informazioni - non sempre chiare, in verità - che vengono divulgate dai mezzi di comunicazione tradizionale e da quelli di nuova generazione. Basta un click per passare dagli aspetti scientifici a quelli epidemiologici, a quelli sociali. Nel mezzo, anche l’auspicio che l’isolamento forzato si trasformi in un “tempo della coscienza” per raggiungere a marce forzate - perché è urgente - quella coesione sociale che davvero può unirci in un futuro più sereno per tutti. Gigi Borgiani, biologo e specialista in virologia, già segretario generale dell’Ac, attuale direttore della Fondazione Auxilium di Genova, ci aiuta a fare discernimento regalandoci le sue particolarissime lezioni di “virologia” : I La strategia della resilienza, II Terapie e prevenzioni (sociali), III “Nulla sarà più come prima”. Speriamo. IV Il vocabolario delle buone parole.

    Condividi
  • Dal Vaticano - Decreto e Nota della Penitenzeria

    Coronavirus. Indulgenza plenaria e indicazioni per la confessione

    22/03/2020 - 11:01

    Indulgenza plenaria ai fedeli malati di Coronavirus, agli operatori sanitari, ai familiari e a tutti coloro che, anche con la preghiera, si prendono cura di essi. Lo stabilisce un Decreto della Penitenzieria apostolica firmato dal cardinale penitenziere maggiore Mauro Piacenza e dal reggente, monsignor Krzysztof Nykiel. Con una Nota, la Penitenzieria apostolica fornisce, inoltre, alcuni chiarimenti sulla Confessione, sottolineando che “nella presente emergenza pandemica” spetta “al Vescovo diocesano indicare a sacerdoti e penitenti le prudenti attenzioni da adottare nella celebrazione individuale della riconciliazione sacramentale, quali la celebrazione in luogo areato esterno al confessionale, l’adozione di una distanza conveniente, il ricorso a mascherine protettive, ferma restando l’assoluta attenzione alla salvaguardia del sigillo sacramentale ed alla necessaria discrezione”.

    Condividi
  • Mons. Gualtiero Sigismondi confermato Assistente ecclesiastico generale dell’Ac

    «“All’ombra della Croce”, il mio pensiero va a tutta l’Associazione»

    22/03/2020 - 02:02

    La Presidenza nazionale dell’Azione cattolica, il Consiglio nazionale e l’Associazione tutta, manifestando gratitudine a papa Francesco e alla Conferenza episcopale italiana, accolgono con gioia la conferma di mons. Gualtiero Sigismondi ad Assistente ecclesiastico generale dell’Ac italiana per il prossimo triennio. Mons. Sigismondi è vescovo della diocesi di Orvieto-Todi, amministratore diocesano di Foligno, presidente della Commissione episcopale per il clero e la vita consacrata e presidente della Commissione mista vescovi - religiosi - istituti secolari. Una conferma che rinnova il legame speciale tra l’Azione cattolica e la Chiesa, e rappresenta un riconoscimento della natura eminentemente ecclesiale dell’associazione, che è per l’Ac motivo ulteriore di impegno e corresponsabilità. La guida spirituale di mons. Sigismondi, fatta di sapienza pastorale, tensione evangelica, umana semplicità, è un dono per tutta l’Azione cattolica, particolarmente prezioso in un momento così difficile e gravido di ansie, ma allo stesso tempo carico di speranza e sete di futuro, per il nostro Paese e non solo.
    Il Messaggio di saluto all’Ac di mons. Gualtiero Sigismondi

    Condividi
  • In preghiera con Francesco: mercoledì 25 marzo alle ore 12 - venerdì 27 marzo alle ore 18

    «Rimaniamo uniti» contro la pandemia

    22/03/2020 - 01:29

    Una preghiera universale perché la pandemia si fermi. Papa Francesco chiama i cristiani delle varie confessioni a «recitare il Padre Nostro mercoledì prossimo 25 marzo a mezzogiorno, tutti insieme». Un’esortazione arrivata alla fine della recita dell’Angelus della quarta domenica di Quaresima. E seguita dall’annuncio che venerdì 27 marzo alle ore 18 presiederà - sul sagrato di San Pietro, e con la piazza ovviamente vuota - un momento di preghiera «a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria» e che si concluderà con la speciale benedizione Urbi et Orbi. «Fin d’ora invito tutti a partecipare spiritualmente attraverso i mezzi di comunicazione». Invito alla preghiera che i ragazzi, i giovani e gli adulti di Azione cattolica accolgono con gioia e gratitudine, Santo Padre.

    Condividi
  • Il Coronavirus l’ha portato via dopo una lunga battaglia

    Ciao don Paolo! Il tuo sorriso resterà sempre con noi

    21/03/2020 - 19:40

    La Presidenza e il Consiglio nazionale Ac sono vicini con l’affetto e la preghiera a Elena e a tutta l’Azione cattolica della diocesi di Piacenza-Bobbio per la scomparsa del carissimo don Paolo Camminati. 53 anni, parroco a Nostra Signora di Lourdes a Piacenza e assistente diocesano dell’Azione Cattolica, è morto all’alba di sabato 21 marzo in ospedale, dove era ricoverato da settimane per complicanze respiratorie dovute all’infezione da coronavirus. La vocazione nata nell’Ac e segnata dalla “comunità obiettori” alla Caritas, don Paolo – per tutti “il Camo” – era uomo dal pensiero ragionato, mai scontato nella scelta dei libri che riempivano il suo studio e le omelie. Ma anche uomo del sorriso e della simpatia, la chitarra sempre pronta a intonare una canzone, capace di parlare ai piccoli della scuola materna parrocchiale come agli adulti.

    Condividi
  • 21 marzo 2020, XXV Giornata della memoria in ricordo delle vittime di mafia

    Non abbassare mai la guardia

    21/03/2020 - 11:58

    Il primo giorno di primavera è la data in cui ricordiamo tutte le vittime innocenti delle mafie. Quest’anno la XXV Giornata non è stata celebrata per le strade d’Italia, a causa dell’emergenza coronavirus, ma è stata animata sulle piazze virtuali. Oggi, come ieri, l’appuntamento rappresenta un momento di consapevolezza e solidarietà, di attenzione al bene comune e all’esempio di chi a costi altissimi ricorda a tutti che “lo Stato siamo noi”. Oggi, più che mai, al tempo del Coronavirus, dobbiamo vigilare. La mafia, che a differenza degli operatori onesti non soffre di crisi di liquidità, cercherà di approfittare della situazione per inserirsi, avvelenando ancor più l’economia pulita. Ecco la necessità assoluta di aiuti massicci sul piano nazionale ed europeo; e nello stesso tempo di un contrasto delle mafie che sempre più sappia intervenire sulla via del denaro sporco che si ricicla.

    Condividi
  • Venerdì 27 marzo i Vescovi italiani in un Cimitero della propria Diocesi

    Un segno di suffragio e di consolazione

    20/03/2020 - 10:03

    L’immagine dei mezzi militari, che trasportano le bare verso i forni crematori, rende in maniera plastica la drammaticità di quello che il Paese vive. Per il rispetto delle misure sanitarie, tanti di questi defunti sono morti isolati, senza alcun conforto, né quello degli affetti più cari, né quello assicurato dai sacramenti.
    Le comunità cristiane, pur impossibilitate alla vicinanza fisica, non fanno mancare la loro prossimità di preghiera e di carità. Tutti i giorni i sacerdoti celebrano la S. Messa per l’intero popolo di Dio, vivi e defunti. L’attesa è per la fine dell’emergenza, quando si potrà tornare a celebrare l’Eucaristia insieme, in suffragio di questi fratelli.
    Nel frattempo, la Chiesa italiana pone un segno eloquente: venerdì 27 marzo i Pastori, che ne avranno la possibilità, si recheranno da soli a un Cimitero della propria Diocesi per un momento di raccoglimento, veglia di preghiera e benedizione. L’intenzione è quella di affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia, nonché di esprimere anche in questo modo la vicinanza della Chiesa a quanti sono nel pianto e nel dolore. Sarà questo “il Venerdì della Misericordia” della Chiesa italiana; un Venerdì di Quaresima, nel quale lo sguardo al Crocifisso invoca la speranza consolante della Risurrezione.

    Condividi
  • 24 marzo 1944 - Eccidio delle Fosse Ardeatine - Messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

    «Uniti come allora, per la rinascita del Paese»

    20/03/2020 - 07:43

    «Quest’anno, con grande rammarico, non sarà possibile incontrarsi, nel giorno del 76° anniversario, al Mausoleo delle Fosse Ardeatine per ascoltare, insieme alle loro famiglie e con sempre uguale commozione, i nomi dei martiri.
    Desidero, con la medesima intensità manifestata nella cerimonia annuale, esprimere loro affetto, vicinanza e ricordo.
    L’eccidio delle Ardeatine ha costituito una delle pagine più dolorose della storia recente del nostro Paese.
    I valori del rispetto della vita e della solidarietà che ci sorreggono in questo periodo, segnato da una grave emergenza sanitaria, rafforzano il dovere di rendere omaggio a quei morti innocenti.
    Eventi così atroci, frutto della volontà di sopraffazione e del razzismo, continuano a richiamarci ai valori fondamentali della memoria, della pace, della solidarietà.
    La libertà e la democrazia sono state conquistate con il sangue di molti per evitare che ne fosse sparso ancora in futuro. Al termine di quegli anni terribili, segnati dalla dittatura e dalla guerra, l’unità del popolo italiano consentì la rinascita morale, civile, economica, sociale della nostra Nazione.
    La stessa unità che ci è richiesta, oggi, in un momento difficile per l’intera comunità».

    Condividi
  • Chiesa Italiana e Coronavirus – Sussidi pastorali e iniziative dei vescovi

    Il sito “Chi ci separerà?” per pregare insieme

    18/03/2020 - 08:08

    Pensato come un vero e proprio «ambiente digitale che raccoglie e rilancia le buone prassi messe in atto dalle nostre diocesi, offre contributi di riflessione e approfondimento, condivide notizie e materiale pastorale»: è online il sito “Chi ci separerà?”, lanciato dalla Segreteria della Cei per essere vicina a tutti i fedeli, specie a chi in queste settimane dell’emergenza Coronavirus non può andare in Chiesa per la Santa Messa. Ispirata a un verso delle Lettere di San Paolo ai Romani, l’iniziativa del sito serve, scrivono i vescovi, «per testimoniare ancora e sempre l’impegno della Chiesa che vive in Italia nel continuare a tessere i fili delle nostre comunità. La convinzione che ci guida è che le criticità, lo smarrimento, la paura non possano spezzare il filo della fede, ma annodarlo ancora di più in speranza e carità».

    Condividi
  • Azione Cattolica e Coronavirus - Messaggio della Presidenza e del Consiglio nazionale Ac

    Responsabilità, vicinanza, preghiera e gratitudine

    16/03/2020 - 21:44

    A seguito dell’emergenza sanitaria in atto, il Consiglio nazionale dell’Ac, nella seduta del 14 marzo 2020, ha deciso lo spostamento della XVII Assemblea nazionale a dopo il periodo estivo, come indicato nella delibera.

    La Presidenza e il Consiglio nazionale di Ac - L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus sta colpendo tutta l’Italia. Anche la vita dell’Azione Cattolica risente della situazione che stiamo attraversando.
    A tutti i soci e agli amici dell’Azione Cattolica vorremmo dire che la vita associativa non si è fermata e non si fermerà. Certo, non possiamo portare avanti le attività ordinarie nel modo in cui siamo abituati. Tuttavia, l’associazione è presente con creatività e dedizione e le tante esperienze attivate in questi giorni ce ne danno conferma.
    La vita associativa prosegue prima di tutto mantenendo vivi e fecondi i rapporti umani, anche se a distanza: con le telefonate, i messaggi, il pensiero reciproco e la preghiera. Sforziamoci in questi giorni di dare un segno di vicinanza in particolare a chi è più solo, come gli anziani e i malati. (Contininua)

    Condividi
  • Governo e Ministero della Salute - Emergenza Coronavirus

    Decreto “Cura Italia” - Numeri verdi e raccomandazioni per la prevenzione

    15/03/2020 - 12:08

    Nuovo Modulo Autocertificazione
    Il Testo integrale del DECRETO LEGGE “recante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale edi sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesseall’emergenza epidemiologica da COVID-19”
    Decreto #CuraItalia, conferenza stampa di Conte, Gualtieri e Catalfo (video)
    Covid-19, siglato il Protocollo per la sicurezza nelle aziende
    Donare il sangue: perché è importante farlo

    Ricordiamo a tutti che è in vigore il DPCM 9 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale.
    Uscire di casa solo per motivi "essenziali e realmente indifferibili". Non mettete a rischio voi stessi e gli altri.
    Tali disposizioni sono efficaci fino al 3 aprile 2020.
    Numeri utili:
    Per ricevere informazioni chiamare il 1500.
    Il 112 solo per coloro che pensano di avere già dei sintomi.
     Numeri verdi regionali attivati e utili a decongestionare le linee di emergenza e garantire rapida risposta a chi ha bisogno immediato di aiuto.
    Basilicata: 800 99 66 88; Calabria: 800 76 76 76; Campania: 800 90 96 99; Emilia-Romagna: 800 033 033; Friuli Venezia Giulia: 800 500 300; Lazio: 800 11 88 00; Lombardia: 800 89 45 45; Marche: 800 93 66 77; Piemonte: 800 19 20 20; Provincia autonoma di Trento: 800 867 388; Provincia autonoma di Bolzano: 800 751 751; Puglia: 800 713 931; Sardegna: 800 311 377; Sicilia: 800 45 87 87; Toscana: 800 55 60 60; Umbria: 800 63 63 63; Val d’Aosta: 800 122 121; Veneto: 800 462 340.
    Le raccomandazioni per la prevenzione
    Domande e Risposte sul Coronavirus e i Sintomi

    Condividi
  • Gli auguri dell’Ac per i sette anni di pontificato di Papa Bergoglio

    Il nostro abbraccio a Francesco e all’Italia

    13/03/2020 - 15:36

    Sono giorni carichi di smarrimento e di ansia quelli che viviamo. Eppure, allo stesso tempo - crediamo - giorni di speranza, di fratellanza, di abbracci virtuali ma sentiti e profondi, solo apparentemente lontani, in verità prossimi a noi, e a chi c’è caro, come mai è capitato nelle nostre vite. In un tempo di pace che ha il sapore del tempo di guerra.
    Uno di questi abbracci oggi tutta l’Azione Cattolica lo dona a Papa Francesco, in questo 13 marzo in cui ricordiamo il settimo anniversario della sua elezione al soglio di Pietro. Un abbraccio che si estende a tutta l’Italia. Al nostro amato paese, alla sua gente, che con coraggio, solidarietà, impegno civile e profondo senso di comunità sta affrontando uno dei passaggi più duri della sua storia.

    Condividi
  • Comunicazione della Presidenza nazionale per le Presidenze diocesane

    Vita di Ac ed emergenza Coronavirus

    08/03/2020 - 10:44

    Carissime e carissimi, in queste ore molti di voi, a seguito del diffondersi del Coronavirus Covid-19, ci stanno contattando per sapere come comportarsi in merito agli appuntamenti associativi in calendario nelle prossime settimane e i prossimi mesi. Nelle settimane scorse alcune associazioni diocesane hanno già dovuto  rinviare le assemblee elettive. Altre lo dovranno fare in questi giorni. Comprendiamo bene i tanti disagi che questo può comportare, e le tante difficoltà e timori imprevisti che ne possono derivare. Desideriamo innanzitutto dirvi grazie, anche in questa occasione, per il vostro prezioso servizio e per il senso di responsabilità e di passione per il bene comune con cui state affrontando questa fase difficile.
    Un pensiero particolare va alle associazioni diocesane e parrocchiali dei territori maggiormente coinvolti dalla diffusione del virus, a partire da quelle delle cosiddette “zone rosse” (continua)

    Condividi
  • Mons. Gualtiero Sigismondi nominato vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi

    07/03/2020 - 13:10

    L’Azione Cattolica Italiana gioisce insieme a mons. Gualtiero Sigismondi, suo Assistente ecclesiastico generale, per la sua nomina a vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi.
    Ci stringiamo a lui nella preghiera, assicurandogli il nostro sostegno e la nostra collaborazione. Conosciamo bene mons. Sigismondi, la sua saggezza e la sua mitezza, la sua fede e la sua preparazione, la sua passione per la Chiesa e per gli uomini. Siamo perciò certi che saprà vivere nel miglior modo possibile questo nuovo ministero che Papa Francesco gli ha voluto affidare, segno di stima, affetto e gratitudine. Stima, affetto e gratitudine che riempiono anche il cuore di tutti gli aderenti dell’Azione Cattolica Italiana.

    Condividi
  • Il Presidente Mattarella ha ricevuto in udienza una delegazione dell'Azione Cattolica Italiana

    06/03/2020 - 17:16

    Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale una delegazione dell'Azione Cattolica Italiana, guidata dal Presidente nazionale Matteo Truffelli e dall’Assistente generale, mons. Gualtiero Sigismondi.
    Nel corso dell’udienza, concessa in vista della XVII Assemblea nazionale, il presidente Truffelli ha donato al Capo dello Stato una raccolta di distintivi storici dell’Azione Cattolica Italiana.
    Il Presidente nazionale dell’Ac ha assicurato al Capo dello Stato l’impegno della più grande associazione di laici cattolici italiani a stare nei territori accanto a quanti vivono le difficoltà e le speranze del nostro Paese, manifestando l’apprezzamento e la vicinanza di tutta l’Azione Cattolica per l’opera che il Presidente Mattarella svolge in difesa delle istituzioni democratiche e repubblicane, e per il suo autorevole e prezioso invito alla condivisione, alla concordia e all’unità nazionale, specie in un momento cosi delicato per il tutto il Paese, qual è quello causato dalla vicenda Coronavirus.

    Condividi