Il presidente nazionale Ac Matteo Truffelli alla Maratona Telethon

«Perché il diritto alla salute sia un diritto per tutti»

Versione stampabileVersione stampabile

Il Presidente nazionale dell’Ac, Matteo Truffelli è intervenuto alla Maratona Telethon, durante la diretta del primo pomeriggio di sabato 19 dicembre su Rai Uno, per testimoniare l’importanza che l’associazione dà a l’alleanza con gli amici della Fondazione Telethon e al cammino intrapreso insieme lo scorso anno nella lotta alle malattie genetiche rare e a sostegno della ricerca scientifica. Anche in un anno difficile come questo 2020 che volge al termine, l’Azione cattolica  ha scelto di mettersi a disposizione per aiutare Telethon e i suoi ricercatori.
Sollecitato dal conduttore Alessandro Greco e dal duo Gigi e Ross, sul perché un’associazione importante e radicata nel Paese come l’Azione cattolica abbia deciso di dare continuità al “nuovo cammino” intrapreso con Fondazione Telethon, anche alla luce di questa crisi pandemica che ci ha cambiato la vita, così ha risposto il presidente Truffelli: «Per le donne e gli uomini, i giovani e i ragazzi dell’Azione cattolica italiana l’alleanza con gli amici di Telethon è un modo straordinariamente importante per concorrere alla costruzione del Bene comune, il bene di tutti, che per noi di Ac è obiettivo primario. Per noi è il modo di farci vicini e prenderci cura delle tante famiglie del nostro Paese che spesso affrontano la disabilità e la malattia di persone care in solitudine, come è potuto accadere in questi mesi: sostenendole, facendo sapere loro che ci sono tante persone che hanno a cuore la loro vita, e per questo sostengono la ricerca scientifica. Per l’Ac è un dono di relazione che intendiamo far crescere».
Alla domanda sul come l’Ac immagina il prossimo futuro con Fondazione Telethon, il presidente Ac ha sottolineato: «Sono molte le realtà parrocchiali e diocesane di Azione cattolica attive e pronte a sostenere tutte le attività che verranno messe in campo, perché attraverso Telethon si possa far crescere la fiducia, accendere una luce di speranza in tutte quelle famiglie che hanno diritto ad un futuro migliore. Il diritto alla salute, alla cura, è un diritto fondamentale di ogni persona riconosciuto dalla nostra Costituzione. Insieme a Telethon, desideriamo batterci affinché che questo diritto sia goduto da tutti. Nessuno escluso».

Quello dell’Ac e Telethon è dunque un cammino che prosegue. Dopo il 13, ancora il 19 e 20 dicembre i volontari di Azione Cattolica sono in piazza con la Fondazione Telethon per distribuire i Cuori di cioccolato.
Per le centinaia di migliaia di donne e uomini dell’Azione cattolica, l’alleanza con la Fondazione Telethon rappresenta un’occasione: per vivere, ciascuno in propria misura e in forma comunitaria, l’esperienza di fede e di servizio verso il prossimo; per offrire un ulteriore contributo alla costruzione di quel bene comune che per l’associazione è obiettivo primario; per restituire una speranza di futuro a tante persone attraverso la ricerca scientifica. Il diritto alla salute, alla cura, è un diritto fondamentale di ogni persona.
Cerca i volontari più vicini a te. Trova la piazza più vicina oppure contatta il personal fundraiser o coordinatore provinciale di riferimento attraverso il numero che troverai all’interno. Saranno loro a darti indicazioni per poter ritirare i Cuori di cioccolato! Per maggiori informazioni puoi contattare il numero 0644015758 oppure scrivere via mail all’indirizzo volontari@telethon.it.

Un cammino che prosegue, insieme, verso il futuro della ricerca sulle malattie genetiche rare. L’Azione Cattolica ha deciso di rinnovare anche per l’anno 2020 il proprio impegno al fianco della Fondazione Telethon, prolungando il protocollo d’intesa siglato nel 2019, e dando così solidità a una partnership di volontariato fondata su valori comuni.

Grazie a questo accordo, Azione Cattolica è nuovamente con Telethon per le prossime campagne, a partire da questa di Natale, che si svolge il 13, 19 e 20 dicembre, per poi proseguire con quella di primavera 2021.

Anche quest’anno i volontari dell’associazione hanno organizzato punti di raccolta, nelle piazze e parrocchie italiane, per distribuire i Cuori di cioccolato e sostenere la ricerca sulle malattie genetiche rare. Come fatto già nel 2019, in cui l’attività svolta dai volontari di Ac ha contribuito concretamente alla raccolta fondi della Fondazione e all’attivazione del nuovo bando Progetti di ricerca Telethon 2020, nato con l’obiettivo di finanziare progetti di ricerca focalizzati sulle malattie genetiche rare, condotti da ricercatori che lavorano in strutture di ricerca italiane pubbliche o private non profit.

È anche grazie all’attività di volontariato svolta nelle diocesi italiane dai soci di Ac che Telethon potrà quindi attivare nuovi progetti eccellenti, in grado dare il via a un percorso verso la cura per patologie genetiche molto rare.

Per le centinaia di migliaia di donne e uomini dell’Azione cattolica, l’alleanza con la Fondazione Telethon rappresenta un’occasione: per vivere, ciascuno in propria misura e in forma comunitaria, l’esperienza di fede e di servizio verso il prossimo; per offrire un ulteriore contributo alla costruzione di quel bene comune che per l’associazione è obiettivo primario; per restituire una speranza di futuro a tante persone attraverso la ricerca scientifica. Il diritto alla salute, alla cura, è un diritto fondamentale di ogni persona.

Cerca i volontari più vicini a te. Trova la piazza più vicina oppure contatta il personal fundraiser o coordinatore provinciale di riferimento attraverso il numero che troverai all’interno. Saranno loro a darti indicazioni per poter ritirare i Cuori di cioccolato! Per maggiori informazioni puoi contattare il numero 0644015758 oppure scrivere via mail all’indirizzo volontari@telethon.it.