Domenica 30 giugno dai il tuo contributo all’obolo di San Pietro. Acquista e fai acquistare Avvenire

Ac e Avvenire per la Carità del Papa

Versione stampabileVersione stampabile

Serve anche il tuo aiuto e il tuo impegno. Domenica 30 giugno è la Giornata per la carità del Papa. L’Azione cattolica italiana per l’occasione, anche quest’anno, promuove e invita a promuovere la vendita delle copie del quotidiano «Avvenire» di quel giorno, il cui ricavato sarà interamente destinato ad alimentare il “salvadanaio” che Francesco destina alle necessità materiali della diocesi di Roma e di tutto il mondo. Partecipare è molto semplice (Qui il pdf con le modalità): sono sufficienti pochi volontari e un coordinatore che organizzino presso la propria parrocchia, nella mattinata di domenica 30 giugno, la vendita del giornale ai fedeli. Creato il gruppetto, serve telefonare al numero verde 800 820 084  per comunicare l’adesione all’iniziativa, i propri contati, la parrocchia coinvolta e si riceveranno le necessarie istruzioni su dove e come ritirare le copie da vendere. Siamo certi che in tanti vorranno essere protagonisti diretti della Carità del Papa. L’iniziativa è una preziosa occasione per agire efficacemente per il bene e, grazie ad «Avvenire», riproporre a tutti i cattolici e non, ancora una volta, un esempio della straordinaria vitalità e dello spirito d’iniziativa dell’Azione Cattolica.

Ulteriori informazioni sulla partecipazione 

Per partecipare all’iniziativa è necessario che:

  • Si costituisca un piccolo gruppo di volontari (bastano 4 o 5 persone spigliate) che vogliano rendersi disponibili per aiutare il Santo Padre nelle sue opere di Carità proponendo l’acquisto di Avvenire, domenica 30 giugno, ai fedeli che si recheranno alle Sante Messe domenicali. Quel giorno infatti Avvenire dedicherà ampio spazio all’informazione su questo importante momento e tutti i ricavi da vendita del giornale saranno devoluti all’Obolo di San Pietro.
  • Occorre quindi che il responsabile del gruppo chiami il numero verde 800 820084 o invii una e-mail a: caritapapa@avvenire.it entro il 25 giugno per comunicare:
  • l’intenzione di aderire all’iniziativa e i riferimenti della Parrocchia dove si intende operare (Chiesa, indirizzo e nome del parroco);
  • il nome, il numero di telefono e la e-mail di un referente;
  • i dati dell’edicola presso la quale si ritireranno le copie (indirizzo, località);
  • il numero di copie che si vorrebbero distribuire (minimo 20).
  • Il responsabile del gruppo, che avrà scelto un’edicola nelle vicinanze, prenderà entro martedì 25 giugno contatto con l’edicolante, mostrando la lettera di presentazione che Avvenire gli avrà fornito, effettuando quindi la prenotazione copie del quotidiano del 30 giugno (verificare che il 30 giugno l’edicola scelta sia aperta!)
  • Quindi il responsabile si accorderà con l’edicolante sull’ora del ritiro delle copie prenotate, sulle modalità di pagamento (prima o dopo la vendita delle copie) e chiederà all’edicolante di assicurargli il ritiro delle copie non vendute, che non dovranno essere pagate.

 

È molto importante per la riuscita della raccolta che i volontari facciano in modo di rendere più partecipata possibile l’iniziativa, cercando di comunicarla e coinvolgendo il parroco e la comunità parrocchiale con tutti i mezzi disponibili. Avvenire fornirà alcuni materiali a questo scopo.

COME ORGANIZZARE LA DISTRIBUZIONE

La mattina del 30 giugno un volontario ritirerà le copie prenotate presso l’edicola (sarà possibile farlo sin dal primo mattino).

A seconda dell’accordo preso con l’edicolante le copie saranno da pagare al ritiro oppure alla riconsegna delle copie invendute. Le copie saranno da pagare al prezzo di copertina.

Gli incaricati organizzeranno quindi la vendita delle copie davanti alla chiesa (a prezzo pieno, € 1.50, ma si potranno accettare anche offerte più generose).

Al termine della mattinata il responsabile del gruppo raccoglierà il ricavato.

Le copie avanzate DOVRANNO ESSERE RESE ALL’EDICOLA e saranno da pagare le sole copie vendute.

Rendendole all’edicolante (di solito entro la mattinata della domenica, ma eventualmente anche il lunedì mattino successivo, secondo quanto convenuto con l’edicolante stesso), se le copie erano state pagate al ritiro, l’edicolante restituirà l’importo relativo alle copie invendute (l’edicolante le metterà in resa senza alcun onere per lui), altrimenti andranno pagate le sole copie vendute (ovviamente l’importo eventualmente anticipato per l’acquisto delle copie dovrà essere recuperato dal ricavato dalla vendita).

Siccome è assai probabile che l’importo versato dai fedeli sia superiore al valore delle copie acquistare (in queste occasioni capita di sovente che il fedele lasci 2 euro e non voglia il resto), l’eccedenza di quanto raccolto rispetto al valore dei giornali venduti andrà versata ad Avvenire tramite il bollettino di CCP (o bonifico) che Avvenire invierà in seguito all’adesione insieme alla locandina per pubblicizzare l’evento.

Per concludere il responsabile del gruppo manderà ad Avvenire un breve resoconto dell’iniziativa, con le copie vendute e l’ammontare delle donazioni raccolte. Queste ricavate confluiranno in un apposito conto e Avvenire provvederà poi a effettuare una donazione di importo analogo all’Obolo di San Pietro. La redazione di Avvenire raccoglierà le testimonianze più significative per la successiva pubblicazione di articoli.