La Presidenza nazionale di Azione cattolica 2021-2024

A servizio della Chiesa e del Paese

Versione stampabileVersione stampabile

Il rinnovo delle cariche istituzionali dell’Azione cattolica italiana è frutto di un lungo processo di partecipazione democratica che vede coinvolte le associazioni parrocchiali, diocesane e i consigli regionali di tutt’Italia. Così, dopo che il Consiglio permanente della Cei, lo scorso 27 maggio, ha nominato Giuseppe Notarstefano Presidente nazionale dell’Azione cattolica italiana per il triennio 2021-2024 sulla base di una terna di nomi presentata dal Consiglio nazionale di Ac, lo stesso Consiglio, sabato 19 giugno, ha eletto la nuova Presidenza nazionale che risulta così composta: Giuseppe Notarstefano, Presidente nazionale, diocesi di Palermo; Anna Maria Bongio, responsabile nazionale Acr, diocesi di Como; Lorenzo Zardi, vicepresidente per il settore Giovani, diocesi di Imola; Emanuela Gitto, vicepresidente per il settore Giovani, diocesi di Messina-Lipari-S. Lucia del Mela; Paola Fratini, vicepresidente per il settore Adulti, diocesi di Fiesole; Michele Tridente, segretario generale, diocesi di Tursi-Lagonegro; Lucio Turra, amministratore nazionale, diocesi di Vicenza. Alla Presidenza appena eletta, si aggiungono i segretari dei movimenti, già eletti precedentemente dai loro Congressi nazionali e ratificati dal Consiglio, che sono: Lorenzo Pellegrino, segretario nazionale Msac, diocesi di Otranto e Tommaso Marino, segretario nazionale Mlac, diocesi di Torino.

L’associazione tutta augura alla nuova Presidenza nazionale un augurio di buon lavoro.