A Savona la 54ª Marcia nazionale per la Pace. Il Programma

Promossa dalla Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, Azione cattolica italiana, Caritas italiana, Pax Christi Italia in collaborazione con la diocesi di Savona-Noli, la pace torna a marciare.

Il prossimo 31 dicembre a Savona si svolgerà la 54ª Marcia nazionale per la Pace. Il programma della manifestazione pubblica è stato reso noto dagli organizzatori dell’ormai tradizionale appuntamento di fine anno, iniziato a Sotto il Monte nel lontano 1968: la Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, Azione cattolica italiana, Caritas italiana, Pax Christi Italia in collaborazione con la diocesi di Savona-Noli.

Inizio della Marcia alle ore 17, in Piazza Mameli, con i ventuno rintocchi della Campana dei caduti in memoria di tutte le vittime della guerra e con i saluti introduttivi delle istituzioni e di rappresentanti delle confessioni religiose presenti sul territorio, conclusione alle 21, in Cattedrale, con la Celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo della città Calogero Marino. Il tema di quest’edizione è quello della 55ª Giornata mondiale della Pace che si celebrerà il prossimo 31 gennaio 2022, scelto da Francesco e reso noto lo scorso novembre dal dicastero competente della Santa Sede: “Educazione, lavoro, dialogo tra le generazioni: strumenti per edificare una pace duratura”.

Itinerario. Si proseguirà per via Paleocapa, piazza del Popolo, via IV novembre, ponte sul Letimbro, via don Minzoni, piazza Aldo Moro (stazione) per arrivare alla prima tappa nei giardini di piazza delle Nazioni, luogo simbolico in quanto considerato “terra di spaccio”. Questa tappa sarà affidata alla comunità di San Benedetto al Porto di Genova, la realtà fondata da don Andrea Gallo. Interverranno alcune operatrici della comunità, tra cui Renata Barberis. Dopo la prima tappa, la marcia proseguirà per via Leopardi, via Tasso, via De Amicis, piazza Consolazione, corso Viglienzoni, corso Colombo, e piazzale Eroe dei due mondi per la seconda tappa. Qui è previsto un confronto fra il giornalista di “Avvenire” Nello Scavo e don Renato Sacco di Pax Christi. Si proseguirà poi lungo viale Dante Alighieri e corso Mazzini per arrivare alla terza tappa nella fortezza del Priamar, nel piazzale del Maschio, dove interverrà don Luigi Ciotti, fondatore del “Gruppo Abele” e di “Libera”. Dal Priamar il percorso proseguirà in via Pietro Giuria e via Caboto per arrivare in Cattedrale.

Ricordiamo che la Santa Messa sarà trasmessa in diretta da Tv2000 e potrà essere seguita dalla piazza antistante la Basilica, e in altri luoghi della città ligure da definire. Prevista, alla fine della Marcia, una raccolta fondi a favore del progetto diocesano “La Scuola che sogniAMO”.

Nell’invitare tutti a partecipare numerosi, ricordiamo che il tema scelto da Francesco per la Giornata mondiale della Pace 2022 invita a confrontarsi sul modo in cui costruire la pace a partire da ambienti concreti e quotidiani sui quali riflettere e nei quali operare. Ci invita a chiederci come possano l’istruzione e l’educazione costruire la pace; se il lavoro risponda alle vitali necessità dell’essere umano sulla giustizia e sulla libertà; e infine se e come le generazioni siano veramente solidali fra loro. Si tratta di contesti, quello educativo, quello del lavoro e quello dell’intergenerazionalità, di cui l’Ac a tutti i livelli ha tradizionalmente grande cura e in cui mostra davvero di essere una propositiva “palestra di sinodalità” e una significativa costruttrice di pace. In questa prospettiva, grazie alla nostra esperienza e vitalità, il contributo che l’Ac può offrire diventa davvero efficace.

Nella foto, l’ultima edizione della Marcia nazionale per Pace, prima della pandemia, svoltasi il 31 dicembre 2019 a Matera.

Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Autore articolo

Redazione