LA STORIA DELL'AC

Home » Articoli » Unitari » Un impegno per la pace

Sosteniamo la Carità del papa

Un impegno per la pace

La Presidenza nazionale di Azione cattolica ha deciso, in occasione dell’incontro del 25 aprile A braccia aperte, di sostenere le iniziative di carità dell’Elemosineria apostolica della Santa Sede, quella che viene comunemente chiamata la Carità del papa.

*(qui il link diretto per tutti i soci e simpatizzanti che vogliano partecipare con una donazione ). 

L’incontro del 25 aprile con papa Francesco si colloca nel solco del percorso sinodale intrapreso dalla Chiesa universale e dalle Chiese che sono in Italia. E’ un’occasione per sostenere l’impegno capillare dell’associazione nelle parrocchie e nelle diocesi italiane, a servizio della costruzione di una Chiesa sinodale, popolare e missionaria.

L’Ac, inoltre, non dimentica chi soffre in altre parti del mondo. In questo senso si impegna, con l’aiuto dei suoi soci, per le necessità socio sanitarie delle popolazioni che vivono in Terra Santa.

Un impegno per la pace

In questo momento di sofferenza per tutta la Terra Santa , l’Ac è orientata a collaborare per progetti a favore della pace, a sostegno dei tanti, troppi civili, vittime inermi delle guerre che purtroppo insanguinano ancora il nostro pianeta. 

A braccia aperte per la Carità del Papa

L’Ac si augura, forte del tradizionale impegno dei suoi soci per le fragilità, le disuguaglianze e la pace, che si mantenga vivo questo interesse per la Carità del Papa.

A braccia aperte per la Carità del Papa è l’abbraccio che l’Ac vuole dare a chi, oggi, patisce il dramma della guerra, soprattutto in Terra Santa.

Perché ogni piccolo passo in direzione della pace è anche un grande passo verso un mondo più giusto.

Autore