La “cucitrice di opere”

In un tempo di precariato e frammentazione, di difficile conciliazione tra lavoro e vita, i lavoratori del Mlac guardano ad Armida Barelli come testimone di un impegno volto a dare dignità alle persone in ogni ambito sociale e lavorativo