Stampa associativa

We care nostra Madre Terra

12 maggio 2016

Il 22 aprile a New York, al Palazzo si Vetro delle Nazioni Unite, i capi di stato e di governo di 175 i Paesi hanno ratificato l'accordo sul clima raggiunto alla Cop21 di Parigi di fine 2015.

Graffiti 3-4

Insieme c'è più festa

6 maggio 2016

Il nuovo numero digitale di Graffiti è gratuitamente scaricabile dalle app per Android e iOS, e non dimenticate la possibilità di leggere la rivista direttamente dal pc. Questa volta parliamo di festa! Sì, quella festa bella che è sinonimo di gioia, felicità, divertimento, relazioni... Allora in questo numero desideriamo riflettere sul vero senso della festa, di come Gesù stesso ha vissuto questi momenti. Ma la festa, si sa, è strettamente legata alla cultura: così in ogni parte del mondo ci si prepara e la si vive in maniera diversa ed è proprio quello che scopriremo in “girovagando”.

L’ippopotamo galleggiante che ci tende la mano

21 aprile 2016

intervista a padre Giulio Albanese di Gianni Di Santo da Segno/aprile 2016 - Una terra ricca di risorse naturali e ambientali, ma preda di interessi senza scrupoli. Dilaniata da guerre civili e povertà e pronta a investire sulla società civile: è il continente dal grande punto interrogativo. Ce la farà? Un missionario comboniano e giornalista racconta la “sua” Africa con gli occhi di chi la conosce, e di chi la ama. Le donne e i giovani sono il futuro, sotto lo sguardo protettivo di papa Francesco. Breve viaggio oltre l’altra sponda del Mediterraneo, da dove arrivano ogni anno centinaia di migliaia di migranti, alla ricerca di qualche risposta sui nostri “vicini di casa”.

Questioni aperte per la riforma costituzionale

13 aprile 2016

di Gian Candido De Martin*- Con il voto favorevole della Camera, si è concluso l’iter parlamentare della riforma costituzionale. Ad ottobre, il referendum costituzionale. Tra l’esultanza del Governo Renzi e della sua maggioranza e l’Aventino delle opposizioni, saranno ora gli italiani a dire cosa pensano delle nuove regole fondamentali per il Paese. Allo scopo di stimolare il dibattito e il discernimento sui diversi nodi in questione, nei prossimi giorni ospiteremo sul portale dell’Ac un apposito link con una serie di contributi che ci auguriamo utili alla riflessione. Oggi vi proponiamo l’editoriale che la rivista culturale trimestrale Dialoghi (n.1-2016) ha dedicato alla riforma della Costituzione.

Ragazzi n.3-2016

Mai stanchi di misericordia

12 aprile 2016

In pieno Giubileo, il nuovo numero di Ragazzi, la rivista dell'Ac dedicata ai 10-13enni, si concentra sul tema della Misericordia. Attraverso il racconto di storie uniche: quella della Comunità Papa Giovanni XXIII, con l'intervista al responsabile generale Giovanni Ramonda, quella di Nelson Mandela e quella di Vittorio Bachelet, e quella, infine, delle squadre sportive nate all'interno di alcune carceri italiane. Racconti di vita, di speranza e di amore incarnato, che ci fanno toccare con mano la Misericordia all'opera.

Segno n.1/2 - 2016

È online Segno1-2/2016. Scarica e leggi

26 febbraio 2016

La comunicazione digitale non è né “una fine” da cui difendersi e neppure “il fine” a cui tendere, ma è un “con-fine da abitare umanamente”. Lo afferma padre Francesco Occhetta, della Civiltà cattolica, nel numero 1-2 di Segno, rivista dell’Azione cattolica italiana, che da ora in poi ha una marcia in più: la pubblicazione affianca infatti alla versione cartacea quella digitale (per ogni informazione si veda l’apposito spazio in questo sito).

Sinodo panortodosso

Un Sinodo nella modernità

2 febbraio 2016

L’annuncio è storico: i primati delle Chiese ortodosse autocefale – cioè indipendenti – si ritroveranno per un «santo grande Concilio» panortodosso sull’isola di Creta, dal 16 al 27 giugno: l’ultima volta che questo è accaduto risale a ben dodici secoli fa, al secondo Concilio di Nicea. La decisione è stata ufficializzata dal patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo. In agenda.  la diaspora ortodossa, l’autocefalia, il sacramento del matrimonio, l’ecumenismo. Sul tema, vi proponiamo un’intervista a Basilio Petrà e Adriano Roccucci a cura di Piergiorgio Grassi realizzata per il dossier “Ortodossi tra noi” su Dialoghi n.4-2015.

Ortodossi tra noi

23 gennaio 2016

Comprendere la realtà dell’Ortodossia in Italia e il percorso compiuto nel dialogo ecumenico recente è lo scopo del dossier di “Dialoghi” (n.4-2015), il trimestrale culturale promosso dall’Ac, in arrivo in questi giorni ai suoi abbonati. All’intero articoli di: Gino Battaglia, Mansueto Bianchi, Hyacinthe Destivelle, Piergiorgio Grassi, Adalberto Mainardi, Basilio Petrà, Adriano Roccucci, Natalino Valentini. E ancora attualità ed eventi, libri e profili, con i contributi di: Gianni Borsa, Giorgio Campanini, Elena Cecchi, Caterina Ciriello, Gian Candido De Martin, Giuseppina De Simone, Anna Maria Dieli, Gabriele Gabrielli, Franco Miano, Giuseppe Notarstefano, Pierpaolo Parma e Ignazio Sanna.

Dialoghi

Dialoghi: per amalgamare il lessico tra fede e vita

12 gennaio 2016

di Piergiorgio Grassi* - Per vivere in un mondo multiculturale e altamente conflittuale, per cogliere il senso di avvenimenti che segnano un vero passaggio d’epoca, si richiede la formazione di una coscienza credente che non ceda alle semplificazioni, agli slogan, alle mistificazioni, ma faccia i conti sino in fondo con le contraddizioni e le emergenze del reale, fidando in una Parola che è lampada per i passi di ciascuno. Questa è la mission della rivista culturale dell’Ac che da quindici anni racconta la storia degli uomini.

Graffiti

Graffiti: da protagonisti nell’era di internet

9 gennaio 2016

di Leonardo de Gennaro* - La rivista dei giovanissimi diventa digitale. Siamo felici, come associazione, come settore Giovani e come redazione, di cogliere la nuova sfida che ci permetterà di raggiungere in maniera più veloce e diffusa gli adolescenti di oggi. Mantenendo lo sguardo sull’attualità e gli interessi dei giovanissimi (tecnologia, film, libri, viaggi, musica, blog, canali youtube), sul cammino dell’associazione e sulle vicende del mondo, come ci chiede papa Francesco.