Terremoto: aggiornamento sull'attività di sostegno dell'Azione Cattolica Italiana

Versione stampabileVersione stampabile
Terremoto in Emilia
Il Segretario nazionale Ac, Gigi Borgiani, e l’Assistente nazionale del Settore Giovani, don Vito Piccinonna, in Emilia per rappresentare la vicinanza e il concreto sostegno dell’Azione Cattolica alle popolazioni terremotate

Presso la Presidenza nazionale dell’Azione Cattolica Italiana continua l’attività di sostegno alle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna. Uno spazio web http://www2.azionecattolica.it/supportemilia è stato aperto per segnalare le disponibilità di alloggi, luoghi aggregativi, luoghi di culto, nonché di persone disposte a un’attività di servizio volontario ai nostri fratelli, così gravemente ferite negli effetti e negli averi frutto del lavoro di una vita, per aiutarli innanzitutto nella ricostruzione del presente.

L’invito della Presidenza nazionale AC, in accordo con la Delegazione regionale Ac dell’Emilia Romagna, la Caritas italiana e la Protezione civile, è rivolto naturalmente a tutti, a partire dagli amici delle diocesi più vicine ai luoghi colpiti dal sisma.

Da domani mattina, il Segretario nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, Gigi Borgiani, e l’Assistente nazionale del Settore Giovani di Ac,don Vito Piccinonna, si recheranno in Emilia per rappresentare la vicinanza e il concreto sostegno dell’Azione Cattolica alle popolazioni e per un primo confronto sulle disponibilità e le diverse forme di aiuto già arrivate, e che continuano ad arrivare, per dare il più efficacemente possibile risposta alle necessità che via via verranno segnalate dalle zone colpite dal sisma.

Come sottolinea il Segretari nazionale AC, Gigi Borgiani: «Il primo obiettivo da raggiungere è quello di non creare confusione o di avventurarci in iniziative che potrebbero essere più di danno che di reale aiuto. Per questo nei primi giorni della prossima settimana ci incontreremo con i responsabili che gestiscono l’emergenza per una prima valutazione sulle possibilità di nostri interventi, soprattutto nella prospettiva del lungo periodo».

I ragazzi, i giovani e gli adulti di Azione Cattolica, insieme ai nostri assistenti, da ogni diocesi e parrocchia d’Italia, sono vicini alle popolazioni dell’Emilia, per sostenerle in tutti i modi possibili, come peraltro fatto in analoghe, tristi circostanze che anche in un recente passato hanno interessato il nostro Paese. Tutti restiamo uniti nella preghiera e chiediamo al Signore di sollevare le sofferenze e di concedere un tempo migliore.