Seminario Gerusalemme - temi aperti di diritto internazionale

Versione stampabileVersione stampabile

Seminario

in occasione dell’Assemblea Speciale per il Medio Oriente del Sinodo dei Vescovi

 GERUSALEMME

 temi aperti di diritto internazionale

Roma, venerdì 8 ottobre 2010, ore 16.00 - Domus Mariae, Via Aurelia 481

 
«Riuniti sotto le mura di questa città, sacra ai seguaci delle tre grandi religioni, come possiamo non rivolgere i nostri pensieri alla universale vocazione di Gerusalemme? Annunciata dai profeti, questa vocazione appare anche come un fatto indiscutibile, una realtà irrevocabile fondata nella storia complessa di questa città e del suo popolo. Ebrei, Musulmani e Cristiani qualificano insieme questa città come loro patria spirituale. Quanto bisogna ancora fare per renderla veramente una “città della pace” per tutti i popoli, dove tutti possono venire in pellegrinaggio alla ricerca di Dio, e per ascoltarne la voce, “una voce che parla di pace”! (cf. Sl 85,8)». […] Come un microcosmo del nostro mondo globalizzato, questa Città, se deve vivere la sua vocazione universale, deve essere un luogo che insegna l’universalità, il rispetto per gli altri, il dialogo e la vicendevole comprensione […] I credenti in un Dio di misericordia – si qualifichino essi Ebrei, Cristiani o Musulmani –, devono essere i primi a promuovere questa cultura della riconciliazione e della pace, per quanto faticoso e lento possa essere il processo e gravoso il peso dei ricordi passati».
Le parole di Benedetto XVI, pronunciate nell’Omelia del 12 maggio 2009, a Gerusalemme nella Josafat Valley, sono lo spunto da cui prenderà il via il Seminario “Gerusalemme: temi aperti di diritto internazionale” (a Roma, venerdì 8 ottobre 2010, ore 16.00, presso la Domus Mariae, in via Aurelia 481),promosso dall’Azione Cattolica Italiana, dalla Fondazione Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo”, dal FIAC - Forum Internazionale Azione Cattolica e in collaborazione con la FAA - Fondazione Apostolicam Actuositatem.
Interverranno: mons. Domenico Sigalini, Assistente generale dell’AC Italiana e Assistente ecclesiastico del FIAC; Franco Miano, Presidente nazionale dell’AC Italiana e Presidente del Comitato direttivo dell’Istituto “G. Toniolo”; Emilio Inzaurraga, Coordinatore del Segretariato FIAC e Presidente nazionale dell’AC Argentina.
Le relazioni sono affidate a Cesare Mirabelli, docente di Diritto canonico e Diritto ecclesiastico presso l’Università di Roma “Tor Vergata” [Libertà di coscienza e di religione] e a padre David-Maria A. Jaeger, docente di Diritto canonico, esperto legale nelle relazioni tra Chiesa e Stato in Terra Santa [L’apporto della Santa Sede a livello multilaterale (lo Statuto speciale di Gerusalemme) e a livello bilaterale (gli accordi con Israele e Palestina)].
Coordina i lavori Giovanni Conso, Presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto “G. Toniolo”.
 
“Penso e sospiro il giorno nel quale tutti saremo davvero così «ammaestrati da Dio» (Gv 6,45) da ascoltarne il messaggio di riconciliazione e di pace. Penso al giorno nel quale ebrei, cristiani e musulmani potranno scambiarsi a Gerusalemme il saluto di pace che Gesù rivolse ai discepoli, dopo la sua risurrezione dai morti: «Pace a voi!» (Gv 20,19).(...)”.