Pier Giorgio Frassati, il testimonial di una Chiesa "in uscita" - Roma, 4 luglio 2015

Versione stampabileVersione stampabile

Oggi 4 luglio, l’Azione Cattolica Italiana, il Forum Internazionale di Azione Cattolica e la Fondazione Ac Scuola di Santità Pio XI ricordano e rendono viva la memoria del Beato Pier Giorgio Frassati, il “giovane delle otto beatitudini”. Sono in programma iniziative in tutta Italia, in Argentina e in Polonia.
Questo giovane di Azione Cattolica - a novant’anni dalla morte, avvenuta a Torino il 4 luglio 1925 - ancora oggi scalda i cuori e motiva i giovani ad un servizio generoso e appassionato per il prossimo. La sua regola di vita, “lasciarsi coinvolgere”, è un monito contro l’indifferenza e l’isolamento, l’invito a sperimentare l’apertura del cuore da lui incarnata, uno spiraglio prezioso per entrare veramente in contatto con le persone e la realtà intorno a noi.

Specialmente per i più giovani, che quotidianamente si misurano con le tante insicurezze che minacciano la loro capacità di sognare il futuro, nell’opacità del disinteresse per il bene comune, nell’apatia che ogni tanto travolge le esistenze, il Beato Pier Giorgio Frassati è esempio di persona che costruendo la sua vita sulla libertà ha saputo dimostrare che in poco tempo si possono raggiungere mete alte. Per il Beato Frassati, che amava la montagna e le sue sfide, la santità non era una vetta irraggiungibile; non un sentiero per pochi, ma un sentiero che ognuno può percorrere con i mezzi del quotidiano, di una vita normale ma ancorata a ideali alti.

Il Beato Pier Giorgio Frassati aveva la capacità straordinaria di darsi completamente, in ogni ambito di vita, a cominciare dalla vita spirituale, il vero fuoco, riparo e sostentamento della sua giovane esistenza. Egli mise sempre al centro l’eucarestia quotidiana e l’accostarsi alla Parola di Dio direttamente, senza intermediari, facendone la vera principale fonte della propria spiritualità. La fonte del suo lasciarsi coinvolgere nel tempo e nello spazio che abitiamo, nel “qui ed ora” che interpella ciascuno di noi.

Il Beato Pier Giorgio Frassati è - con le parole di Francesco - «un modello di fiducia e di audacia evangelica per le giovani generazioni d’Italia e del mondo», un esempio di che cosa significa " vivere e non vivacchiare", il testimonial perfetto della Chiesa che il Papa esorta a realizzare: una Chiesa che cammina nelle periferie esistenziali dell’umanità contemporanea, che guarda senza remore le donne e gli uomini che cercano la vita vera e attendono qualcuno che indichi la strada, attraverso la condivisione, la fraternità, la carità materiale e spirituale.

Per ulteriori informazioni:

ACI

http://azionecattolica.it/bibliografie-emerografie/evento/come-pier-giorgio-vivere-e-non-vivacchiare

FIAC Forum Internazionale AC

http://www.catholicactionforum.org/4-luglio-2015-anno-frassatiano/

Fondazione Azione Cattolica Scuola di Santità PIO XI

http://www.fondazionesantiac.org/it/testimoni/beati/frassatipg/news/annofrassatiano2015-2016/

ACA

http://www.accioncatolica.org.ar/?p=13501