Il Concilio un tesoro da moltiplicare - I giovani di Ac con Bettazzi, Cananzi, Crociata, Miano, Terribile Roma, 10 e 11 marzo 2012

Versione stampabileVersione stampabile

L’Azione Cattolica per il Concilio. Primo appuntamento

Il Seminario di studio dei Giovani di AC

Il Concilio: un tesoro da moltiplicare.
La speranza dei giovani con il mondo nel cuore

(10 e 11 marzo 2012, Roma, Domus Pacis - via di Torre Rossa, 94)

Sabato e domenica, 10 e 11 marzo, presso la Domus Pacis, a Roma in via di Torre Rossa 94, i giovani di Azione Cattolica si ritroveranno per il Seminario di studio: Il Concilio: un tesoro da moltiplicare. La speranza dei giovani con il mondo nel cuore. Un’occasione per riflettere sul grande patrimonio spirituale e pastorale che il Vaticano II ha lasciato alla Chiesa e agli uomini, a mezzo secolo dalla sua celebrazione.

Aiuteranno la riflessione, tra gli altri, mons. Luigi Bettazzi, che ha partecipato da giovane vescovo ad alcune sessioni del Concilio, il segretario generale della Cei, mons. Mariano Crociata, la teologa Manuela Terribile, il presidente nazionale dell’Azione Cattolica, Franco Miano, il direttore dell’Ufficio Catechistico del vicariato di Roma, don Andrea Lonardo, il direttore dell’Ufficio Liturgico del vicariato di Roma, padre Giuseppe Midili, e lo scrittore e vice postulatore della causa di canonizzazione di Pier Giorgio Frassati, Roberto Falciola.

Il Seminario in programma è il primo di una serie di impegni e iniziative che l’Azione Cattolica Italiana ha in calendario nei prossimi mesi e in tutto il paese per questo importante anniversario. I cinquant’anni dall’apertura del Concilio Vaticano II rappresentano per l’Azione Cattolica, da sempre impegnata a ricordare, riproporre e riflettere sulle novità e sulle istanze che questo grande evento di Chiesa ha affidato agli uomini e alle donne di buona volontà, un’occasione per conoscere e comprendere le scelte che la stessa Associazione oggi si impegna a vivere.

Tutti i documenti conciliari rappresentano un tesoro prezioso a cui l’Azione Cattolica continua ancora oggi a fare riferimento e a porre come fondamento della sua stessa identità e missione; da questi derivano alcuni passaggi significativi e caratterizzanti della stessa proposta formativa che oggi l’Azione Cattolica vuole consegnare alle nuove generazioni.

In particolare, a partire dallo studio e dall’approfondimento di alcune Costituzioni, come la Lumen Gentium e la Gaudium et Spes, e del decreto sull’apostolato dei laici, l’Apostolicam Actuositatem, l’Azione Cattolica desidera oggi continuare a rendere attuale la grandezza di questa esperienza di Chiesa, che da più di venti secoli continua ad annunciare la fede in Cristo, morto e risorto per noi.

In questo tempo favorevole, l’Azione Cattolica vuole guardare al Concilio Vaticano II con profonda gratitudine per i tanti doni che ha consegnato alle nostre comunità e nello stesso tempo vuole esprimere il suo rinnovato impegno nell’attuare e vivere pienamente le intuizioni che lo Spirito ha indicato per il cammino della Chiesa nel mondo.