A Fiuggi, più di mille studenti per una tre giorni su " La Scuola che verrà" - 19/21 aprile 2013

Versione stampabileVersione stampabile

Movimento Studenti di Azione Cattolica

La V edizione della Scuola di formazione per studenti

«La scuola che verrà»

Fiuggi, 19-21 aprile 2013 - PalaTerme

Dal primo pomeriggio di venerdì 19 aprile, a Fiuggi sono attesi più di mille studenti, provenienti da ogni parte d’Italia, per partecipare alla Scuola di formazione per studenti (Sfs) organizzata dal Movimento Studenti di Azione Cattolica (Msac) e giunta ormai alla sua V edizione. Lo slogan scelto per l’appuntamento di quest’anno è «La scuola che verrà».

La Sfs proseguirà sino a domenica 21 aprile presso il PalaTerme della città, per una tre giorni di confronto, dibattito, preghiera, musica e amicizia, «un’esperienza bella di protagonismo e di responsabilità», che si propone innanzitutto come «un’occasione di incontro offerta ai giovanissimi delle nostre parrocchie ma anche ai tanti che hanno a cuore il futuro della scuola italiana», fanno sapere gli organizzatori.

Il tema che accompagnerà i lavori è del resto «pienamente inserito nel clima che si sta respirando nel Paese: c’è aria di cambiamento ma si sentono, allo stesso tempo, le difficoltà, la crisi, la paura del domani». In questo panorama, che a più di un mese dalle elezioni rimane comunque molto incerto, il Msac vuole aiutare i partecipanti «a guardare al futuro con occhi lucidi e sguardo critico, ma anche con grande speranza e fiducia nella propria vita, nella propria scuola, nel proprio futuro».

Scorrendo il programma, aprirà la tre giorni l’editorialista e inviato del «Corriere della Sera» Aldo Cazzullo, con una serata dal titolo «Domani è già qui. Il futuro tra crisi e speranza», accompagnato da una performance teatrale della compagnia «Oltre quella Sedia» di Trieste.

Nella mattinata di sabato 20 aprile i ragazzi si soffermeranno a discutere su «Ho visto un posto che mi piace. Chiacchierata guardando al futuro: nuovi stili di vita e nuovi modelli di sviluppo», aiutati dagli interventi di Antonio Da Re, professore di Filosofia morale all’Università di Padova, Andrea Bonaccorsi, membro del consiglio direttivo dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur) e professore di Ingegneria gestionale, Matteo Mascia, specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

Nel pomeriggio di sabato, Melissa Pignatelli, antropologa, fondatrice e direttrice de “la Rivista Culturale.com”, Marco Lodoli, insegnante e scrittore, e Alessio Rossi, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria, prenderanno parte alla tavola rotonda dal titolo «C’è scuola domani? La scuola di domani: innovazioni, obiettivi, sfide».

La tre giorni si concluderà domenica 21 con una mattinata di confronto tra i ragazzi, durante il quale verranno raccontate storie di studenti protagonisti fra i banchi di scuola e costruttori di futuro.

Parteciperanno ai lavori di Fiuggi mons. Lorenzo Loppa, vescovo di Anagni-Alatri, Franco Miano, presidente nazionale dell’Ac, mons. Domenico Sigalini, assistente ecclesiastico generale dell’associazione e don Tony Drazza, assistente nazionale del Msac.

Gli ospiti che interverranno e la segretaria nazionale del Msac, Elena Poser, saranno a disposizione per eventuali interviste.