In cammino con il Sinodo - Tre incontri con i protagonisti e i temi del Sinodo straordinario

Versione stampabileVersione stampabile

(7 - 9 e 17 ottobre 2014 – Roma, via della Conciliazione, 1)

In occasione della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi dedicata alle sfide pastorali della famiglia nel contesto dell’evangelizzazione, l’Azione Cattolica Italiana, il Forum Internazionale di Azione Cattolica (Fiac), la Fondazione AC scuola di santità Pio XI e l’Unione Mondiale delle Organizzazioni Femminili Cattoliche (Umofc) propongono tre incontri, rivolti innanzitutto al mondo dei media, che vogliono essere occasioni di confronto e di approfondimento dei temi sinodali, anche grazie alla presenza di alcuni dei protagonisti dell’eccezionale assise di Chiesa.

Per l’Azione Cattolica, i tre appuntamenti sono un’opportunità per sottolineare ancora una volta quanto il Sinodo straordinario sulla famiglia chiami tutta la Chiesa a un responsabile compito di elaborazione culturale, di formazione, di libero confronto con la cultura del nostro tempo e, soprattutto, «di servizio alla vita concreta delle persone e delle famiglie, per accompagnare percorsi e difficoltà, dubbi e attese di bene. Un compito - ricorda Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Ac - che non potrà che partire dalla predisposizione a mostrare sempre il volto accogliente della Chiesa, madre capace e desiderosa di ascoltare, comprendere, valorizzare la ricerca di felicità che abita nel cuore di ogni persona».

Ci piace, inoltre, ricordare che i tre incontri (e ulteriori appuntamenti che speriamo di offrirvi nei giorni del Sinodo) si svolgeranno nella storica sede della Presidenza nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, a Roma in via della Conciliazione 1 (secondo piano), che già in altre straordinarie occasioni ha ospitato la voce e il pensiero di tanti protagonisti della vita della Chiesa.

Il primo incontro è per martedì 7 ottobre, alle ore 14.30. La parola è alle donne. L’Unione Mondiale delle Organizzazioni Femminili Cattoliche (Umofc) propone “Donne seminatrici di speranza”, per ascoltarle sui temi della formazione, dell’impegno dei laici nella Chiesa, sulla bellezza e la difficoltà dei matrimoni misti, e su altri argomenti che sono al centro del dibattito sinodale e dell’impegno Umofc. Porteranno la loro esperienza e competenza, Giuseppina De Simone (Italia), Helen Kyung Soo Kwon (Corea) e Jeannette Tourè (Costa d’Avorio), tre delle invitate al Sinodo, espressione delle centinaia di associazioni - tra cui la stessa Ac - che costituiscono l’Umofc. Nata oltre un secolo fa per incoraggiare il protagonismo delle donne nella Chiesa e nella società, oggi conta oltre 5 milioni di aderenti in 60 paesi del mondo distribuiti nei cinque continenti. Insieme a loro, Maria Lia Zervino, già presidente della Commissione Giustizia e Pace della Conferenza episcopale Argentina e attuale segretaria generale dell’Umofc, Sister Nive e Sister Loloahi delle isole Tonga relazioneranno su alcune sfide del nostro contesto sociale, su cui maggiormente si concentra l’attenzione dell’Umofc: la giustizia e la riconciliazione, la tratta degli esseri umani e il cambiamento climatico. Tutti questi temi saranno al centro dell’Assemblea mondiale dell’Umofc che si svolgerà a Fatima (Portogallo) dal 22 al 27 ottobre prossimi. Modererà l’incontro la presidente mondiale dell’Umofc, Maria Giovanna Ruggieri.

(Alla fine dei lavori è previsto un buffet).

Il secondo incontro è per giovedì 9 ottobre alle ore 19.00. In questa occasione, al centro il contributo dell’Azione Cattolica, di associazioni e movimenti in diversi contesti culturali, prendendo spunto dall’Instrumentum Laboris del Sinodo. Con il seminario “Famiglia Parrocchia Formazione Santità” si vuole porre l’accento sulla realtà della vita della Chiesa, a partire dalle parrocchie in cui le famiglie e i laici associati si impegnano per il coinvolgimento di tutte le famiglie. Condividendo problemi e aspirazioni, difficoltà e speranze, puntando a quella santità laicale che già conta tanti testimoni dell’annuncio quotidiano del Vangelo. Interverranno il card. Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila, mons. Josè Maria Arancedo, arcivescovo di Santa Fe de la Vera Cruz e presidente della Conferenza episcopale Argentina, mons. Ignatius Kaigama, arcivescovo di Jos e presidente della Conferenza episcopale della Nigeria, Franco Miano e Pina De Simone, coppia di sposi partecipanti al Sinodo. Introduce e coordina i lavori, Matteo Truffelli, presidente nazionale Ac.

(Alla fine dei lavori è previsto un buffet)

Il terzo incontro è per venerdì 17 ottobre alle ore 18.00. Sarà presentato il volume «Sempre più degna della sua storia bellissima». Paolo VI all’Azione Cattolica, curato da Paolo Trionfini e Simona Ferrantin e pubblicato dall’Editrice AVE. Alla vigilia della chiusura del Sinodo e della beatificazione di Montini, il Papa che ricordò ai fratelli «Non saremmo cristiani fedeli, se non fossimo cristiani in continua fase di rinnovamento», il volume vuole focalizzare l’attenzione della Chiesa e del mondo su questa figura che emerge nel XX secolo per una triplice grandezza: la fede, l’intelligenza, la sofferenza. L’Azione Cattolica in particolare ha sentito come suo dovere ritornare al magistero di questo pontefice, per coglierne le indicazioni e gli affidamenti che direttamente la riguardano. Sullo sfondo, le grandi intuizioni del Concilio Vaticano II di cui Paolo VI fu lucido regista, fedele e coraggioso (non meno che tormentato) attuatore. Oltre agli autori del testo, interverranno lo storico Giovanni Maria Vian, direttore de L’Osservatore Romano e il presidente nazionale dell’Ac, Matteo Truffelli.