Boccardo, Borgomeo, Occhetta, Notarstefano, Argiolas e Goracci al Sem. "Si può fare! Alle radici del nostro impegno" - Trevi (Pg), 6-8 marzo 2015

Versione stampabileVersione stampabile

Seminario di studio – Settore Giovani di Ac

Si può fare!

Alle radici del nostro impegno

(6/8 marzo 2015 – Trevi (PG) – Hotel della Torre)

Il servizio per il bene comune e il suo radicamento in una vita profonda e ricca di spiritualità sono la traccia di fondo del seminario formativo per consiglieri e membri d’équipe diocesani del Settore giovani di Azione cattolica “Si può fare! Alle radici del nostro impegno”, a Trevi (PG) dal 6 all’8 marzo prossimi presso il Centro Ritiri - Hotel della Torre.

Tema certo controcorrente quello scelto, visti i termini e le espressioni più utilizzate di questi tempi: “Chi te lo fa fare?”, “Tanto non ce la fai”, “Non si può fare, c’è la crisi”. I giovani di Ac credono invece che “Si può fare!”, con impegno, passione, studio e confronto. Si può dare testimonianza di una fede che dà forma alla vita; che chiama ciascuno alla santità; che nutre il terreno delle relazioni buone tra le persone e arricchisce il dialogo tra le culture e le tradizioni; che porta speranza nella costruzione della città e nell’impegno per la giustizia e lo sviluppo umano.

«Si partirà dalle radici del nostro impegno, cioè dalla cura del rapporto intenso con il Signore, principio e fonte di ogni azione quotidiana - spiegano Lucia Colombo e Michele Tridente, vicepresidenti nazionali dell’Ac per il Settore giovani - per dedicarsi alla conoscenza e allo studio di quattro tematiche basilari per una solida costruzione del bene comune: studio e ricerca, politica, terzo settore e lavoro. Utili saranno le testimonianze di professionisti in questi ambiti, che attraverso il racconto del loro lavoro ci aiuteranno a coltivare la passione verso il bene comune e il sociale e a ritrovare anche nei momenti di crisi lo spirito giusto del “Si può fare”.

Sabato il primo step (“Radicati in cielo”) è affidato a padre Francesco Occhetta sj, scrittore de «La Civiltà cattolica», seguiranno gli interventi (“Radicati in terra”) di Giuseppe Notarstefano, docente di Statistica economica per il territorio all’Università di Palermo e vicepresidente nazionale Ac per il Settore adulti, Alessandro Goracci, consigliere parlamentare, Giuseppe Argiolas, docente di Responsabilità sociale delle organizzazioni all’Università di Cagliari, Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione «Con il Sud».

Domenica mattina, presente mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia, la tavola rotonda “Dalle radici alle ali”. Partecipano: Nadia Matarazzo, Agatino Lanzafame, Emilio Masi e Monica Del Vecchio. I lavori del seminario saranno coordinati da Lucia Colombo e Michele Tridente. I momenti di preghiera saranno guidati da don Tony Drazza, assistente nazionale del settore giovani di Ac e del Msac.

Il programma del seminario