Ac, Fuci e Meic. Convegno in occasione della canonizzazione di Giovanni Battista Montini

Paolo VI: Chiesa, Università, Società

Versione stampabileVersione stampabile

Promosso dall’Azione Cattolica Italiana, dalla Federazione Universitaria Cattolica Italiana (Fuci) e dal Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale (Meic), da venerdì 12 a domenica 14 ottobre (con la partecipazione alla Celebrazione eucaristica per la canonizzazione), si svolgerà a Roma presso l’Università Lumsa il Convegno nazionale Paolo VI: Chiesa, Università, Società dedicato alla vita e al magistero di Giovanni Battista Montini: il grande papa della modernità, l’artefice dell’azione riformatrice del Concilio Vaticano II, l’apostolo della pace, il custode del laicato, che tanto amo l’Azione Cattolica e i giovani universitari della Fuci di cui fu assistente nazionale. La figura di Giovanni Battista Montini si staglia nella storia della Chiesa, ma anche dell’umanità intera, per la sua straordinaria grandezza, che riesce difficile afferrare in tutta la sua portata. In Evangelii nuntiandi, la sua esortazione apostolica del 1975 ebbe a scrivere: «L’uomo contemporaneo ascolta più volentieri i testimoni che i maestri, [...] o se ascolta i maestri lo fa perché sono dei testimoni». Forse si colloca in queste parole la ragione più profonda della santità, ora riconosciuta dalla Chiesa. E il perché papa Francesco abbia voluto che la canonizzazione avvenisse nei giorni del Sinodo dedicato dalla Chiesa ai giovani.
Il convegno procede in quattro tappe.
- Venerdì 12 ottobre alle ore 18.00 (presso l’Aula “Giubileo” in via di Porta Castello 44), apertura dei lavori con i saluti di Matteo Truffelli, Presidente naz. dell’Azione cattolica, Gabriella Serra e Pietro Giorcelli, Presidenti naz. della Fuci, Giuseppe Elia, Presidente naz. del Meic. Segue l’intervento di don Angelo Maffeis, Postulatore della causa di canonizzazione di Montini, che relazionerà su «Paolo VI, la Chiesa del Concilio». A partire dalla consapevolezza che la Chiesa condivide con il mondo la medesima sorte terrena, come si legge nella Costituzione pastorale sulla Chiesa nel mondo contemporaneo Gaudium et spes.
- Sabato 13 ottobre alle ore 9.30 (presso l’Aula “Giubileo” in via di Porta Castello 44), spazio agli universitari della Fuci con la relazione introduttiva della mattinata a cura di Gabriella Serra e Pietro Giorcelli. Seguono gli interventi di: don Claudio Stercal (Facoltà teologica dell’Italia settentrionale) su «La gioia cristiana. Al cuore dell’esperienza di Paolo VI»; Valerio Onida (Presidente emerito della Corte costituzionale) su «Montini e l’Università: quale eredità?»; la «Testimonianza» di mons. Lorenzo Chiarinelli (Vescovo emerito di Viterbo).
- Sabato 13 ottobre alle ore 15.30 (presso l’Aula Magna in via Borgo Sant’Angelo 13), è la volta del Meic. Si inizia con i saluti di Francesco Bonini (Magnifico Rettore della Lumsa) e Philippe Ledouble (Segretario generale di Pax romana). A seguire: la relazione di Carlos Maria Galli (Pontificia Università Cattolica Argentina) su «Da Paolo VI a Francesco»; e la tavola rotonda «Quale cristianesimo per quale modernità: l’eredità di Paolo VI» con Pina de Simone (Direttore della rivista «Dialoghi»), Cecilia Dall’Oglio (Focsiv - Global Catholic Climate Movement), Fabio Macioce (Unione Giuristi Cattolici Italiani), Sandro Campanini (C3Dem).
- Sabato alle ore 21.30, Veglia di preghiera per Paolo VI presso la Chiesa di Santa Maria in Traspontina (in via della Conciliazione 14).

Domenica mattina, alle ore 10.00, partecipazione alla Celebrazione eucaristica e canonizzazione di Paolo VI.

In allegato, la locandina con appuntamenti e orari