Matteo Truffelli è il nuovo presidente nazionale Ac

Versione stampabileVersione stampabile

Il professore Matteo Truffelli è il nuovo Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana per il triennio 2014-2017. La nomina è stata comunicata il pomeriggio del 21 maggio dal card. Angelo Bagnasco, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, nel corso dei lavori dell’Assemblea generale dei vescovi italiani. Il Consiglio permanente della Cei ha scelto il professore Matteo Truffelli all’interno della terna di nomi che il Consiglio nazionale dell’Azione Cattolica Italiana aveva indicato dopo la conclusione della XV Assemblea nazionale dell’Associazione. Emiliano, 44 anni, Matteo è sposato con Francesca Bizzi e vive a Parma. È docente di Storia delle Dottrine politiche presso l’Università di Parma. Delegato regionale di Ac per l’Emilia Romagna negli ultimi due trienni (dal 2008 al 2014). Ha diretto l’Istituto per lo studio dei problemi politici e sociali “Vittorio Bachelet”, del cui Consiglio scientifico è attualmente membro. Di seguito il saluto del neo presidente Matteo Truffelli e quello del presidente uscente Franco Miano.

Il saluto di Matteo: "Ci siamo per aiutare la nostra gente ad amare Dio e ad amare gli uomini" - breve nota biografica - l'intervista al Sir - invia i tuoi auguri al nuovo presidente

Il congedo di Franco: "Grato per il dono dell'Azione cattolica nella mia vita"

In preghiera per Francesco pellegrino in Terra Santa


Il saluto di Matteo Truffelli, neo Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana
Accolgo la designazione alla presidenza nazionale dell’Azione Cattolica Italiana esprimendo innanzitutto tanta gratitudine al Consiglio nazionale dell’Associazione e ai Vescovi italiani, che mi hanno chiamato a una responsabilità così bella e impegnativa. Affido al Signore il cammino che mi attende, certo di poter prendere il largo senza timore sulla sua Parola. La consapevolezza dei miei limiti personali è inoltre mitigata dalla certezza che in Azione cattolica non c’è responsabilità personale che non sia anche corresponsabilità, non c’è scelta che non sia l’esito di un discernimento comune, e che dunque nel mio compito sarò affiancato e sostenuto da tutta l’Associazione.
La fiducia che i nostri Vescovi hanno riposto nella mia persona è la rinnovata espressione di quella «stima» e di quell’«affetto», di quella «simpatia e fiducia» con cui i nostri Pastori guardano all’Azione Cattolica Italiana, come ci ha ribadito il cardinale Angelo Bagnasco nella sua omelia del 3 maggio all’Assemblea nazionale. A tutti i nostri Vescovi mi sento di dire in questo momento che, come abbiamo scritto nel Messaggio finale della XV Assemblea nazionale dell’Ac «noi ci siamo, nei piccoli centri di mare o di montagna, come nei grandi conglomerati urbani, nei quartieri dove straripa il malaffare e nelle cittadine operose e produttive. Ci siamo per sostenere la ricerca di senso e speranza che alberga nel cuore di ciascuno. Ci siamo per costruire “sentieri di gioia” con i ragazzi, i giovani e gli adulti dei nostri territori. Ci siamo per testimoniare l’amore privilegiato di Dio verso chi si sente vinto dalle difficoltà, in particolare i giovani senza lavoro, le famiglie in crisi, gli anziani soli, gli immigrati sfruttati, i poveri senza speranza».
L’impegno che attende l’Associazione si colloca nel solco del cammino compiuto in questi anni. Sento forte la gratitudine per i miei predecessori, in particolare per Franco Miano, che ha vissuto il suo servizio associativo con straordinaria generosità, intelligente sapienza, profonda umanità e grande fede.
Desidero inoltre dire oggi il mio grazie all’Associazione, che fin da quando ero ragazzo mi ha accompagnato nella vita e nel cammino di fede. Rivolgo un saluto affettuoso a tutti i bambini, i ragazzi, i giovani e gli adulti che animano la vita delle parrocchie e delle città in tutto il Paese: il vostro impegno e la vostra testimonianza sono il segno più bello e il contributo più prezioso che l’Associazione può donare per il bene di tutti. Continueremo a camminare insieme per un’Azione Cattolica sempre più capace di essere «corresponsabile della gioia di vivere» delle persone. Un’Azione Cattolica che si faccia sempre più vicina alla vita delle persone, alle loro attese e speranze, alle loro sofferenze e povertà, alla loro ricerca di una piena umanità, per testimoniare a tutti la gioia che nasce dal Vangelo e da una fede che cambia la vita.
Vogliamo assumere in modo pieno i tre verbi che ci ha affidato Papa Francesco nell’incontro del 3 maggio e che ancora risuonano nei cuori dei più di seimila presidenti e assistenti parrocchiali di Ac presenti quel giorno: «rimanere con Gesù», «andare per le strade», «gioire ed esultare sempre nel Signore». Tre consegne che possono essere sintetizzate in un’altra espressione, «scelta missionaria», con cui il Santo Padre ci ha indicato la strada da percorrere. A lui va un pensiero colmo di gratitudine, per il suo magistero fatto di gesti, di segni e di parole, di misericordia e di gioia. Penso in particolare al viaggio che tra pochi giorni lo vedrà pellegrino in Terra Santa. Tutta l’Azione Cattolica lo accompagnerà con l’affetto e con la preghiera, nella certezza che il pellegrinaggio potrà contribuire a sgretolare tanti muri: quelli che dividono i cuori delle persone, di tutti noi, quelli che dividono gli uomini tra loro, le culture, le religioni, e anche quelli che dividono quella Terra straordinaria e sofferente cui tutti siamo ci sentiamo legati.
Un pensiero non può che andare, infine, al ricordo di Vittorio Bachelet, che esattamente cinquant’anni fa, in questi giorni, venne nominato alla presidenza generale dell’Associazione. Con lui vorrei dire che l’Azione Cattolica continua, come allora, ad esistere non per se stessa ma per «aiutare gli italiani ad amare Dio e ad amare gli uomini» (Scritti ecclesiali p. 1064)".

Il saluto del Presidente uscente Franco Miano
Al termine del mio mandato di Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, vorrei esprimere la gioia e la gratitudine che avverto forte dentro di me.
Prima di tutto la gioia. Ringrazio il Signore per questo tempo bellissimo, in cui mi è stata data la possibilità di servire l’Associazione e la Chiesa, un tempo sostenuto dall'incoraggiamento del Santo Padre, dall'affetto dei nostri vescovi e reso indimenticabile dalle tante storie di impegno generoso e responsabile incontrate girando l'Italia. Motivo di grande gioia è la nomina di Matteo Truffelli a Presidente nazionale per il triennio 2014-2017. L'avvicendamento nel servizio all’Ac nazionale nell'ottica della corresponsabilità è un segno bello e importante della continuità nella vita associativa e del cammino sempre nuovo a cui l’Azione Cattolica è chiamata. Ma la gioia per questa nomina è ancora più grande perché Matteo sarà sicuramente una bella figura di Presidente in quanto è persona sobria ed essenziale, forte e generosa, colta e semplice, laico credente e ricco di passione associativa, testimone del Risorto.
Accanto alla gioia c'è in me una profonda gratitudine. La gratitudine che viene dall'aver toccato con mano come il Signore accompagni sempre le nostre vie orientandole a Lui, la gratitudine per Santo Padre, il quale, a ideale conclusione della XV Assemblea, il 3 maggio ci ha accolto nella sua “casa”, affidandoci tre importanti consegne secondo le quali ci impegniamo a camminare, la gratitudine alla Presidenza e al Consiglio episcopale permanente della Conferenza episcopale che hanno rinnovato la loro fiducia nei confronti dell'Associazione. Un sentimento di particolare gratitudine va poi  ai membri della Presidenza e del Consiglio nazionale, con i quali abbiamo condiviso questo magnifico tratto di strada, e a ogni amico dell’Ac di cui ho stretto la mano e il cui volto porto nel cuore.
Continuiamo a servire il Signore raccontando le sue meraviglie attraverso questa splendida esperienza di impegno che è stata ed è fonte di bene per le nostre vite e per la vita della Chiesa e del Paese.

Commenti

Ciao Matteo ti invio questo messaggio per sapere, come avevamo già anticipato a Franco Miano quando venne a Forlì, se fosse possibile partecipare con questo spettacolo fatto per ragazzi, bambini e famiglie a qualche iniziativa dell'Ac. Mi aveva rassicurato che avreste preso in considerazione la proposta! COstiamo rpoco e tutto il ricavato va per beneficenza... ti prego di leggere sotto...

Grazie e buon mandato!

Prima nazionale dello spettacolo
"C'era una volta... a Duloc" che si terrà
a Forlì presso il Teatro "Diego Fabbri"
sito in Corso Diaz il 5 e il 6 Novembre 2016.

L'iniziativa non ha alcuna finalità di lucro 
ed il ricavato sarà destinato ad un progetto benefico 
legato alla Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII
Condivisione fra i Popoli”. Questo Progetto denominato
“Classi Speciali” si propone di garantire l’accesso 
ad opportunità educative e formative a 62 bambini 
e ragazzi disabili e con difficoltà di apprendimento 
in Zambia dove la Comunità è presente dal lontano 1985
Attualmente i missionari e i membri zambiani 
dell’Associazione condividono la vita con bambini 
orfani e in difficoltà, anziani, ragazze schiavizzate, 
bambini di strada, disabili attraverso alcune 
strutture e numerosi progetti. Questo, in particolare, 
riguarda 2 scuole speciali: la “Holy Family Special School” 
e la “Nkwazi Special School” dove giovani studenti 
con diverse disabilità ricevono un sostegno scolastico 
personalizzato (la loro unica possibilità di ricevere un’istruzione)
e un supporto alimentare quotidiano. Qui un link che illustra brevemente il progetto: http://www.apg23.org/it/zambia

Nasce il 7 MARZO del 2004, a Forlì (FC),
la Compagnia Teatrale amatoriale “Il Sicomoro”
dall'idea di Fabio Toni, Cristiano Colinelli e 
Paolo Vallicelli e ha origine nell'ambito 
dell'Azione Cattolica Diocesana, ispirandosi 
ai suoi principi e alle relative scelte programmatiche. 
La Compagnia è formata da ragazzi, giovani e adulti 
con lo scopo principale di favorire il senso aggregativo 
di ogni singolo al gruppo, proponendo un 
progetto culturalmente valido e arricchente 
per ogni singola persona. Il 26 luglio 2007 
la Compagnia Teatrale si evolve in Associazione 
Culturale “Il Sicomoro”, di cui la Compagnia teatrale, 
resta significativa parte integrante e trainante. 
L'Associazione si propone di perseguire, 
senza scopo di lucro, interessi collettivi, 
attraverso lo svolgimento di una serie 
di attività finalizzate allo sviluppo della 
personalità umana in tutte le sue espressioni, 
alla ricerca, alla riflessione e alla promozione 
culturale. In particolare, ha come obiettivo primario, 
il promuovere iniziative culturali e di spettacolo 
aventi finalità formative, sociali e di solidarietà, 
organizzare mostre, convegni, dibattiti, 
manifestazioni, spettacoli, corsi di formazione 
e produrre, senza scopo di lucro, pubblicazioni 
o altro materiale informativo per la divulgazione 
delle proprie attività. l’Associazione Culturale 
“Il Sicomoro” è iscritta nel Registro Provinciale 
delle associazioni di promozione sociale ai sensi 
della Legge Regionale del 9 Dicembre 2002 n. 34. 
Dal 2004 ad oggi, la Compagnia prima e l’Associazione 
culturale poi, hanno visto e vedono l’adesione e la 
partecipazione di oltre 50 soci volontari non professionisti,
coinvolti nelle varie singole iniziative e mettendo 
a disposizione le proprie singole attitudini e peculiarità 
(attori, cantanti, musicisti, danzatori, scenografi, costumisti, truccatori, etc…).
www.associazioneilsicomoro.com

Chiedo, se possibile. di sapere anticipatamente
se riesci a partecipare ad una delle due date,
5 novembre alle ore 21 e 6 novembre alle ore 16,
così da prepararvi adeguatamente il posto.
Cordiali saluti ed attendo una vostra gentile risposta
Flavio Colonna
Presidente dell'Associazione "Il Sicomoro"

 

Roma, 24 ottobre 2016

Presidente le auguro un buon lavoro in questa grande e ricca spiritualmente vigna del Signore afficnhè insieme (nei vari ambiti) si possa costruire, valorizzare, donare la giustizia del Vangelo, consapevolizzare e responsabilizzaare le nostre anime a una maggiore testimonianza. Positivi, pragmatici, vigili e sorridenti insieme per la vita.

Sono stata segretaria dell'AC nel Convegno Nazionale del 1989  e dal 1985 educatrice dell'ACR ..ho servito la Chiesa nella Carità per 27 anni ... oggi prego affinchè il Signore dia luce al buio che a volte avvolge i nostri percorsi.... un grande abbraccio. a presto.

Roma, 24 ottobre 2016

Presidente le auguro un buon lavoro in questa grande e ricca spiritualmente vigna del Signore afficnhè insieme (nei vari ambiti) si possa costruire, valorizzare, donare la giustizia del Vangelo, consapevolizzare e responsabilizzaare le nostre anime a una maggiore testimonianza. Positivi, pragmatici, vigili e sorridenti insieme per la vita.

Sono stata segretaria dell'AC nel Convegno Nazionale del 1989  e dal 1985 educatrice dell'ACR ..ho servito la Chiesa nella Carità per 27 anni ... oggi prego affinchè il Signore dia luce al buio che a volte avvolge i nostri percorsi.... un grande abbraccio. a presto.

Roma, 24 ottobre 2016

Presidente le auguro un buon lavoro in questa grande e ricca spiritualmente vigna del Signore afficnhè insieme (nei vari ambiti) si possa costruire, valorizzare, donare la giustizia del Vangelo, consapevolizzare e responsabilizzaare le nostre anime a una maggiore testimonianza. Positivi, pragmatici, vigili e sorridenti insieme per la vita.

Sono stata segretaria dell'AC nel Convegno Nazionale del 1989  e dal 1985 educatrice dell'ACR ..ho servito la Chiesa nella Carità per 27 anni ... oggi prego affinchè il Signore dia luce al buio che a volte avvolge i nostri percorsi.... un grande abbraccio. a presto.

Buongiorno Presidente, il 2 giugno saremo in Pellegrinaggio a Parma presso il Santuario di Santa Maria della Steccata, dove verrà celebrata la S. Messa alle ore 10.00.

Sapendo che Lei è di Parma vorremmo invitarLa ad unirci a noi, se Le fosse possibile.

Grazie per l'attenzione e cordiali saluti

Alborghetti Livia - Azione Cattolica di Mariano al Brembo (BG)

Caro Presidente Matteo,
mi preme, innanzitutto, augurarti un Buon Lavoro nella vigna del Signore; una vigna che sia senza recinti o steccati, quanto mai inutili o settari, principali responsabili oggi dell'imputridimento delle relazioni umane e sociali (causa dell'allontanamento dei giovani e degli adulti); una vigna che sia, invece, aperta alla comunicazione e alla condivisione di ciò che è buono ed unisce. Alla luce dei nuovi cambiamenti epocali nella Chiesa di Cristo, sotto la provvidenziale guida spirituale di Papa Francesco, desidero esprimere un desiderio, che spero comune a tanti militanti di Azione Cattolica: di vedere un'Associazione operosa, umile, fedele al Vangelo e alla propria originalità formativa, più missionaria, perennemente in ascolto dei bisogni della gente; un'Associazione proiettata verso un nuovo assetto organizzativo che sappia mettere al centro della propria azione pastorale locale la Famiglia, principale collante dei tre settori associativi: ragazzi, giovani, adulti. Oggi, con l'emergenza educativa in atto, il calo dei matrimoni in Chiesa, il calo delle nascite costituiscono dei segnali indicativi che dovrebbero non poco preoccupare le gerarchie ecclesiali (a tutti i livelli) e di coloro che si riempiono la bocca della parola Famiglia. Finora, sono state poche le azioni concrete che hanno messo al primo posto questa realtà fondamentale voluta da Dio fin dalla creazione dell'uomo.
Ad maiora
Pietro Paolo Speranza
ex Presidente Parrocchiale di Azione Cattolica

Sono iscritta alla fraternità di Cl e non mi è stato riconosciuto dal parroco della Cattedrale di Aosta di aver superato la verifica della fede e sono una sorgente naturale ed ho un canale di comunicazione perché affetta da una coagulopatia, don fabio ed altri pretendono l'uso del mio canale ed io non li ho autorizzati.
Mi chiamo Domenica Di Blasio sono stata una catechista dell'oratorio San Filippo Neri della Cattedrale di Aosta nell'anno 2012-2013 in una classe dell'anno eucaristico mio figlio ha frequentato per 5 anni lo stesso oratorio, stimo l'azione cattolica giusta ed operosa che rispetta le regole e le persone,io purtroppo ho incontrato un parroco malato Don Fabio Bredy che attraverso cablaggi illegali continua a darmi fastidio e crea molti problemi.Mi sembra che Papa Francesco ha detto che i cristiani devono essere liberi da vanità sete di potere e di soldi, le auguro buon lavoro per il suo incarico. Cordiali saluti .

Carissimo Presidente,
ti giungano gli auguri e l'abbraccio dei soci, dei responsabili parrocchiali e di tutto il Consiglio Diocesano dell'Arcidiocesi di Gaeta.
Saremmo felicissimi di averti a Gaeta in occasione di uno dei prossimi incontri diocesani.
In attesa di incontrarti, auguriamo buon lavoro a te e a tutta la presidenza nazionale neo eletta.
Un caro saluto
Mariarosaria Colozzo
Presidente Diocesano

Caro Matteo,ti faccio i miei migliori auguri anche se con un pò di ritardo. Ti aspetta un grande impegno e se permetti vorrei darti un consiglio Sono attualmente responsabile ACR di San Nicola La Strada(Ce),iscritto per la prima volta nel '68,e anche se mi ero allontanato sono anni che sono ritornato a casa. Fai andare la Nostra AC a passo coi tempi,anzi ancora piu' veloce,fai che sia piu' Azione nella società,fai che gli altri ci riconoscano veramente come specchio del Volto di Cristo,facci uscire dalle Parrocchie,cambia le stesse figure con altre giovani,fai.....quanti fai,ma quelli sono rivolti prima a me.Scusami mi ha preso un pò la mano,ma sono molto passionale e mi accaloro quando parlo di AC,spero in una tua risposta. Ti abbraccio Felice Alfonso Orlando

Congratulazioni vivissime a nome dei soci di A. C. della Parrocchia di San Nicola di Bari di Torelli di Mercogliano (AV). Le auguriamo un proficuo lavoro e la nostra vicinanza nell'impegno associativo e nella preghiera.
Cordiali saluti
la presidente parrocchiale Giovanna Monaco
il segretario Lioy Eustachio
il parroco Don Modestino Limone

L’Azione Cattolica mi ha fatto crescere spiritualmente, mi ha dato la gioia di conoscere i vari Presidenti che negli anni passati hanno speso con amore le loro energie per la crescita dell’Azione Cattolica e per l’evangelizzazione. Il mio ricordo personale va alla Bignardi e a Miano ai quali va il mio ringraziamento. Ora a Lei che il Signore ha voluto consegnare le redini dell’Azione Cattolica in questi tempi di confusione religiosa e sociale, auguro che lo Spirito Santo l’accompagni, unitamente a Gesù e a Maria, nel cammino di guida per noi aderenti dall’ACR agli Adultissimi. Accolga i miei più cordiali auguri.
Rosin M. Teresa

Caro Matteo,
a nome della Comunità Italiana di Monaco di Baviera,
Ti faccio i nostri complimenti ed al tempo stesso i migliori auguri per la Tua nuova Responsabilità di Presidente Nazionale. Pregheremo per Te e per il Tuo nuovo mandato. Abbiamo avuto il prezioso regalo di ricevere la visita di Franco (il Tuo predecessore) lo scorso 23 marzo nella nostra AC d'oltralpe. Ci ha fatto molto bene.
Qualora Tu risucissi a trovare il tempo, saremmo davvero onorati di poterTi ospitare e conoscere.
Un abbraccio forte
Alberto Damiani
(Pres. parr. AC Monaco di Baviera)

I ragazzi, i giovani e gli adulti dell'associazione parrocchiale di Carignano (Torino) desiderano salutare e dare il benvenuto a Matteo, nuovo presidente nazionale dell'Azione Cattolica, e ringraziare Franco per la preziosa presenza e testimonianza al servizio dell’Associazione e della Chiesa che ci ha offerto in questi anni. A entrambi il nostro augurio di buon cammino!

Azione Cattolica Italiana - Associazione parrocchiale di Carignano (To)

L'Azione Cattolica della diocesi di Catanzaro - Squillace, nel salutare e ringraziare, con riconoscenza, Franco Miano, augura a Matteo Truffelli un fecondo e santo lavoro nella vigna del Signore.
Caro Matteo ti assicuriamo il nostro sostegno e la nostra vicinanza garantendo disponibilità e impegno per l'attuazione delle iniziative che, insieme a tutto il nuovo consiglio nazionale, vorrai proporre e promuovere.

IL PRESIDENTE DIOCESANO
Francesco Chiellino

L'ASSISTENTE UNITARIO
Don Pantaleone Greco

Benvenuto Presidente!!!
Dall'Ac della parrocchia di Sant'Antonio e Santa Restituta V.M. in Carnello volevamo augurarLe un buon cammino alla guida dell'associazione. Siamo sicuri che insieme percorreremo un bel tratto di strada e affidiamo al Signore il suo mandato.
Noi ragazzi, accierrini, adulti e le nostre famiglie le facciamo un grosso "in bocca al lupo" e La sosteniamo con le nostre preghiere.
Ci auguriamo di poterla conoscere al più presto.
un abbraccio!!!

Ac Parrocchia Sant'Antonio e Santa Restituta
Carnello - Sora

A nome di tutta l'AC della parrocchia San Domenico in Casarano, giungano i più sinceri e fervidi auguri per la nomina. Assicuriamo la nostra preghiera affinché il Signore sostenga e illumini con il suo Spirito il tuo cuore e la tua mente come testimone della sua Parola nella nostra amata Assciazione.
Claudio Vergaro, presidente.

A nome dell'Azione Cattolica della Chiesa Madre di Gela e della diocesi di Piazza Armerina (En) ti diciamo 1 2 3 4 5 6 ciao Presidente Truffelli! Ti aspettiamo in Sicilia!!!

Rossana Dominante

A nome di tutta l'Associazione Parrocchiale di A.C di Candela, Diocesi di Cerignola(FG), i più sinceri auguri al nuovo Presidente Matteo per l'impegno assunto, ringraziandolo per aver accolto l'invito dei Vescovi a guidare l'Azione Cattolica Italiana.

Un grazie veramente sentito a Franco Miano per l'eccellente lavoro svolto in questi anni!!!

La presidente parrocchiale
Letizia Maria
Il Parroco
Don Gerardo Rauseo

A nome di tutta l'Associazione Parrocchiale di A.C di Candela, Diocesi di Cerignola(FG), i più sinceri auguri al nuovo Presidente Matteo per l'impegno assunto, ringraziandolo per aver accolto l'invito dei Vescovi a guidare l'Azione Cattolica Italiana.

Un grazie veramente sentito a Franco Miano per l'eccellente lavoro svolto in questi anni!!!

La presidente parrocchiale
Letizia Maria
Il Parroco
Don Gerardo Rauseo

A nome di tutta l'Associazione Parrocchiale di A.C di Candela, Diocesi di Cerignola(FG), i più sinceri auguri al nuovo Presidente Matteo per l'impegno assunto, ringraziandolo per aver accolto l'invito dei Vescovi a guidare l'Azione Cattolica Italiana.

Un grazie veramente sentito a Franco Miano per l'eccellente lavoro svolto in questi anni!!!

La presidente parrocchiale
Letizia Maria
Il Parroco
Don Gerardo Rauseo

Caro Matteo, i miei auguri sinceri perchè il Nostro Signore Ti sia accanto in questo nuovo compito. Anche se non ci conosciamo personalmente, Ti comunico la mia gioia e riconoscenza, per aver accettato questo delicato incaricato: ti siamo vicini con la Preghiera e ti saremo accanto, cosi come lo siamo stati con Franco che ti ha preceduto.
Attingi la tua forza dalla fonte della nostra comune fede. Un abbraccio forte.
Michele Cagnetta aderente dell'A. C. della Parrocchia S. Maria della Stella Terlizzi,
diocesi di Molfetta (Ba)

Ci siamo incontrati per caso in metropolitana qualche giorno dopo la tua nomina e ho avuto modo di farti già gli auguri di persona. Ti giungano ora gli auguri di buon lavoro e un grande grazie per il servizio che renderai da tutta l'associazione parrocchiale di Sant'Ippolisto m. di Atripalda diocesi di Avellino.

L'Azione Cattolica di Lampedusa porge i più fervidi
auguri al nuovo Presidente Matteo Truffelli, sperando in una sua futura visita in questo lembo di terra, incrocio di vite, culture e sofferenze.
La nostra preghiera la accompagni in questo cammino di "gioiosa responsabilità".
Ringraziamo il Signore, per il ricordo incancellabile della visita del Presidente Miano.
Auguri.

Carissimo Matteo, un saluto e un augurio grandissimo da parte mia, della Delegazione regionale e di tutta l'AC Siciliana, perchè il Signore ti dia la forza di continuare a coltivare e seminare quei legami di vita buona dentro e fuori la nostra Associazione, che ci caratterizzano e che negli ultimi anni Franco ha saputo curare in modo unico.
Buon lavoro, insieme a tutti noi
Ninni Salerno

Carissimo Presidente a nome dell'Azione Cattolica di Tor Lupara, diocesi Sabina Poggio Mirteto,desidero farle i nostri migliori auguri per questo suo nuovo incarico.
Possa lo Spirito Santo guidarla e sostenerla nelle scelte e nel cammino che la attende.
Assicuriamo le nostre preghiere affinché il suo lavoro sia proficuo.
Allora, buon lavoro!
Grazie per questo servizio!
La abbraccio con affetto
Valentina

Carissimo Presidente a nome dell'Azione Cattolica di Tor Lupara, diocesi Sabina Poggio Mirteto,desidero farle i nostri migliori auguri per questo suo nuovo incarico.
Possa lo Spirito Santo guidarla e sostenerla nelle scelte e nel cammino che la attende.
Assicuriamo le nostre preghiere affinché il suo lavoro sia proficuo.
Allora, buon lavoro!
Grazie per questo servizio!
La abbraccio con affetto
Valentina

In pochissimi ambienti si respira questa bellissima aria di gioia condivisa quando si vive un momento particolare come quello dell’avvicendamento;
dove sentimenti di grande fiducia nel futuro operato del nuovo Presidente e di immensa gratitudine per il servizio svolto nei confronti di chi lo ha preceduto si confondono in un unico canto di lode e ringraziamento al Signore.
Uno di questi è senz'altro quello della nostra amatissima Associazione.
Auguri Matteo, grazie Franco!
La Presidenza Diocesana a nome di tutti gli aderenti dell’A.C. di Teggiano-Policastro.

Anche dall'Azione Cattolica di Biella gli auguri di buon lavoro a Matteo per il suo impegnativo incarico in ACI .
Il Signore ti accompagni in questo generoso servizio

L'Azione cattolica di Cosenza-Bisignano ringrazia Franco Miano per il servizio svolto con gioia e passione ed è pronta, insieme a Matteo Truffelli ed il neo eletto Consiglio nazionale, a percorrere quel tratto di strada che il Signore ci ha invitato a condividere a servizio della Chiesa in questo nostro tempo. Camminare insieme nell'AC rende il passo più spedito e gioioso.
La Presidenza diocesana

- Un augurio a Matteo TRUFFELLI
In Azione cattolica si impara che l’assunzione di ruoli di responsabilità induce a “indietreggiare”. La preposizione “in” esprime il nostro sogno di comunione, di essere immersi nella vita quotidiana ma uniti, intimi, dentro e fuori la Chiesa, dentro e fuori l’Associazione. “Andare indietro”, non nel senso di una regressione umana e spirituale, è la direzione che siamo chiamati ad assumere perché solo chi è “dietro” nel gruppo è sicuro di non lasciare fuori nessuno, di non perdere nessuno di coloro che il Signore ha messo sulla nostra strada: la nostra guida è Gesù, non siamo noi.
In AC, inoltre, ci si educa al dialogo: nulla nella vita è estraneo all’incontro di parole con la Parola.
L’augurio che ti rivolgo, a nome della Presidenza diocesana di Otranto, è quello di vivere questo tuo nuovo impegno “in-dietro con la Parola”.
- Un grazie a Franco Miano
E’ difficile esprimere in poche righe, a nome della Presidenza diocesana, i sentimenti di gratitudine per il grande dono che sei stato per la nostra Chiesa e l’Associazione tutta: non solo per la grande cultura, ma soprattutto per lo stile di vita, civile ed ecclesiale, di cui sei stato testimone, improntato a impegno esemplare, sobrietà, mitezza e grande umanità, nonché per l’amicizia che hai voluto condividere con tutti. Siamo certi che, anche se con ruoli diversi, il discernimento personale e la preghiera ti suggeriranno le modalità attraverso le quali continuare a seguire questo percorso di fedeltà a Dio ed alla Chiesa.
Salvatore VARRASO
Presidente Diocesano AC
Arcidiocesi di Otranto

- Un augurio a Matteo TRUFFELLI
In Azione cattolica si impara che l’assunzione di ruoli di responsabilità induce a “indietreggiare”. La preposizione “in” esprime il nostro sogno di comunione, di essere immersi nella vita quotidiana ma uniti, intimi, dentro e fuori la Chiesa, dentro e fuori l’Associazione. “Andare indietro”, non nel senso di una regressione umana e spirituale, è la direzione che siamo chiamati ad assumere perché solo chi è “dietro” nel gruppo è sicuro di non lasciare fuori nessuno, di non perdere nessuno di coloro che il Signore ha messo sulla nostra strada: la nostra guida è Gesù, non siamo noi.
In AC, inoltre, ci si educa al dialogo: nulla nella vita è estraneo all’incontro di parole con la Parola.
L’augurio che ti rivolgo, a nome della Presidenza diocesana di Otranto, è quello di vivere questo tuo nuovo impegno “in-dietro con la Parola”.
- Un grazie a Franco Miano
E’ difficile esprimere in poche righe, a nome della Presidenza diocesana, i sentimenti di gratitudine per il grande dono che sei stato per la nostra Chiesa e l’Associazione tutta: non solo per la grande cultura, ma soprattutto per lo stile di vita, civile ed ecclesiale, di cui sei stato testimone, improntato a impegno esemplare, sobrietà, mitezza e grande umanità, nonché per l’amicizia che hai voluto condividere con tutti. Siamo certi che, anche se con ruoli diversi, il discernimento personale e la preghiera ti suggeriranno le modalità attraverso le quali continuare a seguire questo percorso di fedeltà a Dio ed alla Chiesa.
Salvatore VARRASO
Presidente Diocesano AC
Arcidiocesi di Otranto

un grande in bocca a lupo per le sfide del prossimo triennio, affrontabili solo con la forza dello Spirito Santo e la certezza che il senso di appartenenza ad un movimento laico impregnato di servizio alla chiesa, puo' sorreggere le fatiche di continuare a sperare in un mondo fatto di esseri umani sempre piu' simili al suo Creatore
auguri!!!

Molte sono le vie che portano a Dio, una di queste passa per i monti; buon cammino Matteo ... anche sui Sentieri Frassati!
Grazie a Franco Miano e a Gigi Borgiani per il pieno appoggio dato a questo progetto durante il loro mandato e ad Anna Cicalò (Nuoro) per averne proposto e sostenuto il rinnovato impegno nel documento assembleare per farne una gioiosa esperienza di cammino ... in montagna e nella vita.
Antonello Sica (Azione Cattolica, Avellino - Club Alpino Italiano, Salerno - Giovane Montagna, Roma)

già dalla messa di questa sera pregheremo in parrocchia per il nuovo presidente il Signore l'aiuti a ben operare

Grazie Matteo per il Servizio che da oggi svolgerai per l'AC e per la Chiesa. La famiglia dell'AC ti sostiene con la preghiera. Siamo pronti a percorrere insieme questa nuova tappa del nostro cammino. "Ecco l'opera del Signore! Una meraviglia ai nostri occhi!" Spero di conoscerti presto! Marco Calisto, diocesi di Messina

Ringraziamoo Franco per la passione e la generosità con cui ha guidato la'ssociazione in questi anni ed accogliamo con gioia la notizia della nomina di Matteo, cui auguriamoo di poter lavorare con serenità, potendo contare sull'apporto della Presidenza e del Consiglio e sulle preghiere di tutti noi.
Agostino e M.Cristina Moscatelli

Evviva!
Un abbraccio da tutta l'Azione cattolica vicentina che esprime gratitudine e gioia.
Un grazie speciale a Francesca.
Vi sosteniamo con l'affetto e la preghiera.
caterina pozzato

Matteo, il nostro AUGURIO di Buon Lavoro e le nostre preghiere ti siano sempre di aiuto nel Tuo servizio di PRESIDENTE.
Il Consiglio Diocesano di Oppido Mamertina - Palmi

Carissimo Matteo, anzi carissimi Francesca e Matteo, grazie per il vostro "SI!". E' un SI che viene da lontano e che sono sicuro andrà ancora lontano. E' doveroso e anche un onore fare gli auguri al nuovo Presidente dell'AC; quando poi gli auguri li fai ad un amico con il quale hai vissuto accanto in Centro Nazionale per sei anni, la cosa si fa anche "emozionante". "Duc in altum" sulla sua Parola. Noi ci siamo: con te, con la nuova Presidenza, con il nuovo Consiglio nazionale; nella gioia, con tutti i nostri limiti, nella novità ma anche nella continuità. Ci siamo per essere quell'asinello scelto da Gesù nel suo ingresso a Gerusalemme. Per portarlo nella nostra quotidianità sopratutto a chi ha più bisogno. Un forte abbraccio, che spero di poterti dare di persona quanto prima, a te, a Francesca e a tutti gli amici che condivideranno con voi questa "nuova avventura". Il Signore Vi benedica. Vincenzo Serra

Con gioia ho letto stamattina la notizia della nomina di Matteo a nostro Presidente. Un grazie ai nostri Vescovi per la scelta e una preghiera per Matteo. Il Risorto non gli farà mancare la forza del suo Spirito e noi siamo faremo tutta la nostra parte perché l'AC sia sempre fedele alla sua vocazione laicale.

Tanti Auguri Matteo dalla Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano

Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

Auguriiiiiiiiiiiii

E Grazie Franco.

a nome della comunità di B.go Cocconi, ti faccio i nostri più sentiti auguri per questa grande responsabilità. Pregheremo tutti insieme per la tua nuova missione...

TANTI AUGURI PER IL NUOVO E BELLISSIMO INCARICO DA PARTE DI GUIDO MARIA CHIARA E LE RISPETTIVE FIGLIE RUT ELENA E BENEDETTA
CASTELLEONE PROVINCIA E DIOCESI DI CREMONA

BUON CAMMINO MATTEO, SII GUIDA X TUTTI NOI NELLA SCELTA DI TESTIMONIARE CON L'ESEMPIO LA GIOIA DEL VANGELO . PIERO FINA PRESIDENTE AC PARROCCHIA SANT'ANNA MARSALA

Caro Matteo, ti giunga il nostro grazie insieme ai più cari auguri di buon lavoro. Ti assicuriamo la nostra vicinanza e la nostra preghiera per il cammino che insieme percorreremo nei prossimi anni.
Un grazie veramente sentito a Franco per l'impegno profuso in questi anni e per la sua disponibilità e umanità.
Carlo Coccodi e l'AC della parrocchia di Sant'Anna a Cagliari

Buon lavoro, caro Presidente.
L'AC è davvero una grande famiglia in cui si cresce nella Fede e si fa esperienza concreta di Chiesa.
Il cammino formativo in Associazione mi ha portato ad essere il candidato sindaco del mio piccolo Comune, Chiusa di San Michele.
Caro Matteo, unisco la mia trepidazione per il servizio che mi attende con quella per la tua grande missione, a servizio dell'AC, della Chiesa e del Paese.
Il Signore ti accompagnerà ogni giorno e ti colmerà del suo Spirito.

Carissimo Matteo,
a nome dell'AC diocesana di Trani-Barletta-Bisceglie gli auguri più sinceri alla guida della nostra amata AC, che sia sempre "en salida", in uscita alle periferie che quotidianamente incontriamo. A questi nostri auguri si uniscono gli amici dell'Albania (Berat) e della Terra Santa (Jaffa di Nazareth)con i quali siamo gemellati, grazie alla realtà che il FIAC promuove e sostiene.
Ti aspettiamo tra noi! con affetto,
Antonio Citro, presidente diocesano

auguri presidente, grazie per la disponibilità e l' impegno previsto, nel rimanere, andare e gioire con tutta l' associazione!
L' AC di Frascati (RM)

Dal più piccolo degli acierrini al più vecchietto degli adulti un affettuoso benvenuto al nostro Presidente Matteo. L'Azione Cattolica di Senigallia gioisce per questo nuovo tratto di strada da vivere insieme. Grazie, Presidente, per aver accolto questa bella e impegnativa responsabilità.

Durante il Consiglio Diocesano abbiamo appreso con gioia della tua elezione a presidente:
da parte della presidenza tutta, del consiglio e mia personale l' augurio di un mandato ricco di grazia e prodigo di soddisfazioni, convinti come siamo che ogni attività umana restituisca tanto quanto siamo disposti a dare. Affidiamo alla preghiera ed allo Spirito la speranza di colmare le nostre mancanze.
Buon lavoro
Maria Luisa Giusti Presidente diocesi di Gorizia