Mattarella al MSAC. La cultura è libertà

Versione stampabileVersione stampabile

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato un iscritto al Movimento Studenti di Azione Cattolica (Msac), negli anni '60, come pure il fratello Piersanti, ucciso dalla mafia a Palermo nel 1980 quando era presidente della regione siciliana. Il Presidente Mattarella è stato responsabile del Movimento Studenti della Gioventù italiana di Azione cattolica (Giac) di Roma e delegato del Lazio tra il 1960 e il 1964. Nel 2010, in occasione del centenario del Movimento Studenti di Azione Cattolica, davanti a 1.600 studenti delle scuole superiori di tutta Italia riuniti a Rimini in aprile per la Scuola di formazione per studenti, è stata proiettata un'intervista da lui rilasciata, che riproponiamo di seguito insieme agli auguri della Segreteria Nazionale del MSAC e a due suoi scritti: il ricordo del fratello Piersanti, anche lui msacchino, e i suoi anni “conciliari” in Ac.