Al via il Sinodo dei Vescovi “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”

La Chiesa sogna con i giovani

Versione stampabileVersione stampabile

di Luisa Alfarano, Michele Tridente e don Tony Drazza* - Il countdown è ormai finito: prende il via oggi la XV Assemblea ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Abbiamo vissuto questo anno e mezzo non solo in attesa di questo momento, ma preparandoci per questo momento e fin da subito ci siamo dati da fare, domandoci quale potesse essere il contributo dell’Azione cattolica tutta, ed in particolare dei giovani.
La partecipazione al Presinodo è stata un’occasione unica per dare voce ai giovani di tutto il mondo: in quei giorni abbiamo lavorato affinché i padri sinodali ricevessero anche il contributo dei giovani, un contributo fatto di lettura della realtà, di sogni, paure, dubbi e anche domande e richieste volte alla Chiesa.
Le aspettative sono tante, perché vogliamo che tutte le occasioni di ascolto, riflessione e confronto che ci sono state possano essere un prezioso aiuto per ciascun padre sinodale, a partire anzitutto dalla propria realtà diocesana e dai momenti di dialogo che ciascuno di loro ha potuto avere con i giovani del proprio territorio.
Non vogliamo che tutto questo percorso si concluda con l’assemblea sinodale di ottobre, ma vorremmo che essa possa generare processi ecclesiali davvero sinodali, che attraverso il discernimento sulla nostra vita e sulla realtà che viviamo ci facciano interpretare tutto con uno sguardo fatto di fede e ci aiutino a compiere scelte coraggiose, per il bene della Chiesa e dei nostri territori.
Ogni associazione, anche l’Ac, e comunità parrocchiale è chiamata a ripensarsi continuamente assumendo uno stile sinodale per essere sempre di più casa accogliente per tutti, per fare dell’ascolto e del dialogo i cardini di ogni percorso di discernimento comunitario, contribuendo così al sogno di Chiesa di Papa Francesco.
Facciamo allora gli auguri di “buon discernimento” a tutti i padri sinodali, in particolare ai Vescovi Gualtiero (Assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana) ed Eduardo (Assistente ecclesiastico del Fiac), e anche a Gioele (consigliere nazionale per il Settore giovani) e Margherita (giovane dell’Ac di Ascoli Piceno), che saranno presenti al Sinodo rispettivamente come uditore ed esperta. Facciamo il tifo e preghiamo per loro, affinché siano generatori di sinodalità da trasmettere in ogni angolo del mondo.

*Vicepresidenti nazionali e assistente del Settore giovani di Ac