Istituto Giuseppe Toniolo. Istituto di Diritto internazionale della pace

In evidenza

«Servono santi come Giuseppe Toniolo»

di Marco Zabotti*- «Servono santi come Giuseppe Toniolo, apostolo della famiglia e testimone coraggioso dell’impegno sociale dei cattolici italiani» è l’augurio del cardinal Gualtiero Bassetti, presidente dei vescovi italiani, protagonista alle celebrazioni per il centenario della morte del beato Toniolo, a Pieve di Soligo dove riposano le spoglie mortali. Per l’occasione consegnato il Premio Giuseppe Toniolo 2018, dedicato al tema della pace e della cooperazione internazionale. Per la sezione nazionale “Pensiero” premiata l’Editrice AVE per il volume La pace necessaria. A ritirare il premio dalle mani del card. Bassetti l’amministratore nazionale dell’Ac, Lucio Turra. (Sempre per l’Editrice Ave, ricordiamo fresco di stampa il libro Giuseppe Toniolo. Nella storia il futuro)

Il Direttore D'Avino interviene a Gorizia al Primo Forum Europa (18-19/10/2018)

Giovedì 18 ottobre 2018 a Gorizia il Direttore Michele D'Avino interviene al PRIMO FORUM EUROPA "COSTRUIRE L’EUROPA DAI TERRITORI". Vai al programma completo del Forum.

Agenda Immigrazione. Accogliere, proteggere, promuovere e integrare

La Presidenza nazinale di ACI, con l'Istituto Vittorio Bachelet e l'Istituto Giuseppe Toniolo, promuove un seminario dedicato al tema dell'immigrazione. Vai al programma.

Unire le forze per fermare questo crimine

di Sara Martini* - Il 30 luglio si celebra in tutto il mondo la ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite “per costruire un futuro in cui questo crimine non esista”. La schiavitù moderna ha mille volti e non conosce frontiere né età. Oltre 40 milioni di vittime. Dai bambini-soldato armati di kalashnikov nelle guerre civili in Repubblica Centrafricana ai volti sfigurati delle donne nigeriane e rumene vittime di tratta sui marciapiedi delle metropoli europee; dagli uomini chini sfruttati nei campi del Mezzogiorno d’Italia ai volti dei bambini del Bangladesh costretti per interminabili ore dietro grandi telai o dei ragazzini brasiliani impegnati a rastrellare carbone da terra.

Il Direttore D'Avino è intervenuto al Collegio Celimontano di Roma (05/04/2018).

Il 05 aprile 2018 il Direttore D'Avino è intervenuto all'incontro “Il conflitto israeliano-palestinese. Prove tecniche di pace” presso il Collegio Celimontano di Roma: eccone un resoconto.

Un Paese che invecchia non è un Paese che muore

di Nadia Matarazzo* - In Italia ogni anno i nuovi nati sono almeno 100.000 unità in meno rispetto ai decessi: secondo il bilancio demografico del 2016, al 31 dicembre il saldo naturale era di -141.823, dato destinato ad essere quantomeno confermato negli anni successivi. Ma quali sono le cause di una tendenza che sembra oramai strutturale nel nostro Paese? Certamente i percorsi di sviluppo economico e culturale portano con sé delle conseguenze sociali che attraversano la storia dei popoli e li trasformano significativamente; è quello che sta accadendo a molte delle società industriali, dove sono ben visibili i benefici del progresso medico-scientifico, con l’allungamento della vita, ma altrettanto rilevanti si palesano gli effetti “collaterali” dell’affermarsi di un modello culturale individualista, come, ad esempio, la riduzione drastica dei tassi di natalità, dovuta, da un lato, al miglioramento delle prospettive professionali anche per le donne e dall’altro ai tempi lunghi necessari oggi per realizzare un progetto famiglia.