Pubblicato «Dialoghi» n. 3- 2018, il trimestrale culturale dell’Azione cattolica

Ecumenismo dopo Lund

Versione stampabileVersione stampabile

Ormai acquisito che la comune fede nell’unico Signore unisce molto più che non le divisioni delle quali si deve congiuntamente chiedere perdono a Dio e gli uni agli altri, ecco un bilancio dei frutti maturati nel corso delle celebrazioni per i cinquecento anni dell’inizio della Riforma. Non si tratta di fare una recensione degli avvenimenti che hanno segnato il 2017, peraltro preparato da documenti congiunti redatti da cattolici e luterani. Si tratta piuttosto di cogliere la novità di lettura che da una parte e dall’altra si è compiuta negli ultimi decenni grazie a ricerche storiche più accurate, prive di pregiudizi. È quanto offre il Dossier Ecumenismo dopo Lund” curato da Giacomo Canobbio e Piergiorgio Grassi e proposto da «Dialoghi» (n.3-2018), il trimestrale culturale promosso dall’Azione cattolica italiana, realizzato in collaborazione con l’Istituto “Vittorio Bachelet” per lo studio dei problemi sociali e politici, con l’Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia “Paolo VI” e con l’Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo”. I contributi del Dossier sono di Angelo Maffeis (Le celebrazioni della Riforma protestante. Un bilancio); Cristiano Bettega (Perché in Italia c’è poca attenzione al dialogo ecumenico?); Franco Buzzi (Martin Lutero. Per una riforma pastorale della comunità cristiana); Giacomo Canobbio (Tutti sacerdoti, benché non tutti ministri); Fulvio Ferrario (Futuro dell’ecumenismo, futuro delle Chiese); Matthias Wirz (In dialogo con la Riforma. La Parola e la fede).
Scorrendo l’indice della rivista, vi segnaliamo, l’editoriale di Pina De Simone (Il cesto delle parole): una riflessione sull’importanza delle parole, intese come strumenti che aiutano a tessere i nessi del reale e che ci liberano dal pericolo di una vita autoreferenziale.
Seguono i contributi di “Primo piano”. Anselmo Palini (Due santi, una sola Chiesa): A Roma la canonizzazione di papa Montini e dell’arcivescovo di San Salvador. Paolo VI è stato un riferimento fondamentale per Óscar Romero. Entrambi coscienti che la pace si costruisce solo rimuovendo l’ingiustizia e promuovendo il progresso dei popoli. Sandro Calvani (I PopSov e il diritto internazionale): Il «sovranismo populista» si fa sempre più spazio nelle relazioni tra i popoli. Il recupero della vera idea di popolo, un maggiore ascolto dei “segnali” che giungono dal popolo e un di più di verità sono i primi mattoni di un argine possibile da costruire.
Per la rubrica “Eventi e idee. Antonio Sabetta (La “Spiritualità della Riforma”): Il senso, le attività e i frutti del Progetto di ricerca interfacoltà che ha inteso studiare la Riforma luterana, con una particolare attenzione alla dimensione esistenziale, spirituale e pastorale dei riformatori. Giovanni Grandi (Le parole sono importanti): Un micro report su Parole O_Stili, il progetto sociale di sensibilizzazione contro la violenza nelle parole, nato con l’ambizione di ridefinire lo stile con cui stiamo in Rete e per responsabilizzarci a scegliere con cura le parole che usiamo.
Nutrita come sempre la sezione “Il libro & i libri”. Articoli di: Stefano Veluti su Patire e potere. Politica e questione antropologica di Luca Alici; Lucia Colombo su L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita di Alessandro D’Avenia; Vincenzo Rosito su Traversate di un credente di François Varillon.
Chiude il numero la rubrica Profili”. Maurilio Guasco (Pietro Scoppola, nella storia da laico credente) ci offre l’inedita testimonianza di un amico e collega di Scoppola: un cattolico democratico, un laico impegnato in politica, uno storico che non tralasciò mai la riflessione sul suo tempo. «Un cattolico a modo suo» come lo definì Paolo VI, con un’innata fiducia nella forza della libertà.

Vi ricordiamo che:
Il dossier di Dialoghi 2/2018 è stato dedicato a:
Sessantotto. L’utopia tradita?
Il dossier di Dialoghi 4/2018 sarà dedicato a: Diventare Dio

DIALOGHI è pubblicato dall'Editrice Ave.
Per abbonamenti: tel. 06661321 - fax 066620207 - email: abbonamenti@editriceave.it