Don Tony Drazza è il nuovo Assistente nazionale del Settore Giovani di Ac

Versione stampabileVersione stampabile

Siamo grati al Consiglio permanente della Cei per la nomina di don Tony Drazza, della diocesi di Nardò-Gallipoli, ad Assistente ecclesiastico centrale dell’AC per il Settore Giovani. Un incarico che don Tony ha già ricoperto “ad interim” dopo il ritorno in diocesi di don Vito Piccinonna, e che si aggiunge all’incarico di Assistente nazionale del Movimento Studenti di Ac che don Tony ricopre dal 29 marzo 2012.

A don Tony va il nostro augurio e la nostra preghiera, nella speranza che questo suo nuovo servizio all’associazione e alla Chiesa sia carico di luce e fecondo di doni dello spirito, ricco della grazia del Signore.

Nella sua ricca tradizione e nella vita ordinaria l’Azione Cattolica continua a vivere i legami tra laici e presbiteri in una comunione che si nutre di amicizia spirituale e che si alimenta nella corresponsabilità del servizio alla missione della Chiesa. Nel cammino dell’Azione Cattolica gli Assistenti non sono figure decorative o personaggi di complemento. Per focalizzarne l’identità e il servizio, basta leggere l’art 10 dello Statuto dell’AC che configura il ministero dell’Assistente «quale partecipe della missione del Vescovo, segno della sua presenza» per «rendere più piena la comunione ecclesiale dell’Associazione». E il nuovo Progetto Formativo dell’associazione assegna agli Assistenti un «ruolo decisivo in ordine alla formazione di coscienze di laici coerenti, forti, capaci di vita cristiana autentica».

Questi pochi tratti sono in linea con la grande tradizione associativa che ha fatto maturare generazioni di laici adulti e responsabili nella vita della Chiesa e nella storia della società civile. La singolarità dell’AC sta proprio qui: è un’associazione di laici non nonostante, ma proprio grazie all’azione discreta e forte di tanti sacerdoti che non hanno fatto da supplenti dei responsabili né da organizzatori della vita associativa, ma hanno trovato l’anima del ministero nella cura della vita spirituale delle persone, nella coltivazione del loro vincolo di comunione, nell’accompagnamento verso la missione.

Del servizio degli Assistenti l’Azione Cattolica non può e non vuole fare a meno; perciò l’Associazione gioisce ogni volta che questo mandato viene affidato o rinnovato.

 

Breve biografia di don Tony Drazza

Nato il 1 giugno 1977 a Stoccarda (Germania), però da sempre ha vissuto a Seclì, piccolo comune della provincia di Lecce, diocesi di Nardò-Gallipoli.

Ha frequentato l’Istituto Magistrale Statale "G. Galilei" di Nardò (LE).

Entrato per la prima volta nel Seminario Diocesano di Nardò  a ottobre del 1988 e uscito dal Pontificio Seminario Regionale di Molfetta a giugno del 2001.

Ordinato Diacono il 27 dicembre 2001 e Presbitero il 28 giugno 2002.

Da settembre 2001 a giugno 2002 è stato educatore della Scuola Media del Seminario Diocesano di Nardò.

Dal 2002 al 2004 ha vissuto presso la parrocchia Santa Maria delle Grazie al Trionfale a Roma e ha studiato presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia.

Dal 2004 al 2008 è stato vice parroco presso la Parrocchia dei Santi Giuseppe da Copertino e Pio da Pietrelcina a Casarano.

Nel 2004 è nominato Assistente diocesano delle Famiglie di Ac e poi nel 2008 è nominato Assistente Unitario di Ac della diocesi di Nardò-Gallipoli.

Ad aprile del 2008 è nominato Educatore del Triennio presso il Pontificio Seminario Regionale di Molfetta.

Il 29 marzo 2012 viene nominato Assistente Nazionale del Movimento Studenti di Azione Cattolica Italiana.

Il 30 gennaio 2014 viene nominato Assistente Centrale per il Settore Giovani di Azione Cattolica Italiana.