Per tutti persone - Seminario Acr sull’integrazione delle persone disabili - Rimini, 10 e 11 marzo

Versione stampabileVersione stampabile

Seminario Azione cattolica dei ragazzi (Acr)
L’esperienza associativa per l’integrazione delle persone disabili
Per
tutti persone
(Rimini, 10 e 11 marzo 2018 – Hotel Touring)

A partire dalle Scritture, avviare una riflessione sull’integrazione vera e piena delle persone disabili nelle nostre comunità, nelle realtà associative, sperimentando linguaggi inclusivi capaci di aiutare a raggiungere le periferie esistenziali di tanti bambini e ragazzi e delle loro famiglie, per sollevarli dalla loro solitudine: è l’obiettivo del Seminario di studio promosso dall’Azione cattolica dei ragazzi (Acr) «Per tutti persone - L’esperienza associativa per l’integrazione delle persone disabili», a Rimini sabato 10 e domenica 11 marzo 2018.

Partecipano ai lavori oltre 200 educatori e assistenti Acr provenienti da tutta Italia. Gli interventi sono: “Un giorno a Cafarnao” di padre Giulio Michelini, presidente dell’Istituto Teologico di Assisi; “Una comunità cristiana con tutti e per tutti”di suor Veronica Donatello responsabile Settore Catechesi delle persone disabili - Ufficio Catechistico Nazionale; Linguaggi e relazioni per un gruppo inclusivo di Luigi Russo, psicologo e psicoterapeuta. Le conclusioni sono affidate a Luca Marcelli, responsabile nazionale dell’Acr. Sarà presente ai lavori mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini.

Continuando a restare in ascolto delle idee di tutti, l’Azione cattolica dei ragazzi intende farsi portavoce dell’urgenza e dell’importanza dell’integrazione delle persone con disabilità, interrogando prima di tutto le comunità cristiane sulla loro capacità di essere davvero luogo accogliente. Cercando innanzitutto di comprendere come l’Azione cattolica e l’Acr in particolare possano diventare esperienza vera e autentica di accoglienza, a partire dal principale strumento di cui disponiamo: il gruppo, prima risorsa utile in termini strumentali al processo di integrazione, luogo di relazione, negoziazione e scambio di una comunicazione totale (parole, gesti, corpo, immagini ecc.) e di una globalità di linguaggi.

La Chiesa non può essere «afona» o «stonata» nella promozione delle persone con disabilità. La sua vicinanza alle famiglie deve aiutare a superare la solitudine che rischia di colpirle «per mancanza di attenzione e di sostegno», così Francesco lo scorso ottobre in occasione dell’incontro con i partecipanti al Convegno su Catechesi e persone con disabilità organizzato dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. Ciò che l’Acr si propone di promuovere facendo proprie le parole del Santo Padre è dunque cercare di fornire una risposta di amore, «non quello falso, sdolcinato e pietistico, ma quello vero, concreto e rispettoso», come ha spiegato ancora il Pontefice. Perché nella misura in cui si è accolti e amati, inclusi nella comunità si sviluppa il vero percorso della vita e si fa esperienza della felicità duratura. Vale per tutti, ma soprattutto per le persone più fragili. La fede ci consente «di toccare con mano la presenza di un Padre che non lascia mai sole le sue creature, in nessuna condizione della loro vita».

È possibile seguire alcuni momenti del Seminario attraverso i canali sociali:
Pagina Facebook Acr - Azione Cattolica dei Ragazzi
Evento Facebook raggiungibile al seguente link:
https://www.facebook.com/events/830507460489997/?ti=icl
Pagina Facebook ACI - Azione Cattolica Italiana
Twitter: @AC1868
Instagram: azionecattolica

In allegato: Il programma del Seminario

Roma, 7 marzo2018