Seminario ACR sulla Preadolescenza con Savagnone, Guarino, Campoli, Delpiano, Palazzini, Matteo

Versione stampabileVersione stampabile

Seminario di studio

Tweens

La preadolescenza: un’età a più velocità

(11 e 12 dicembre 2010 - Roma, Domus Mariae, via Aurelia 481)

 

Oggi e domani un appuntamento importante dedicato a un’ètà complessa, misteriosa, controversa: la preadolescenza, diventata oggetto di nuove sfide nel campo dell’educazione e della formazione. Meglio definita col termine “tweens”, si tratta infatti di un età “between”, in cui si vive a cavallo tra una stagione e un’altra, in cui ci si affaccia alla vita, pur continuando a sentire il bisogno di certezze e modelli saldi.

La preadolescenza richiama tutta una serie di domande e di dubbi che attanagliano la mente di genitori, educatori, insegnanti, ma che non lascia indifferenti nemmeno gli stessi ragazzi, che la vivono a volte subendola, senza avere piena coscienza dell’esperienza grandiosa che stanno sperimentando.

È questo il momento in cui i ragazzi prendono consapevolezza di far parte di una realtà che supera di gran lunga i confini delle mura domestiche, scolastiche e parrocchiali, ma a questo allargamento degli orizzonti si contrappone una maggiore vulnerabilità a cui essi sono inevitabilmente esposti, spesso non supportata dalla medesima capacità critica e di introspezione.

In quest’ottica si pone il Seminario di studio che l’ACR, l’Azione Cattolica dei Ragazzi propone oggi e domani a Roma, Tweens. La preadolescenza: un’età a più velocità: un’opportunità per la riflessione e l’approfondimento rivolta agli educatori e a tutti coloro che a vario titolo svolgono servizio educativo. Un’occasione per fermarsi e capire quali ricchezze e quali peculiarità offre questa particolare età della vita, e per comprendere quali siano gli approcci ideali e gli strumenti più utili per supportare nel modo migliore questo passaggio esistenziale.

Oggi alle 16,00 l’inizio dei lavori con una riflessione sui modelli culturali e sull’identità dei preadolescenti a cura rispettivamente di Riccardo Poli, pedagogista dell’Istituto degl’Innocenti di Firenze, e Angela Guarino, docente di Psicologia dello sviluppo presso La Sapienza di Roma; Giuseppe Savagnone, direttore dell’Ufficio pastorale per la cultura di Palermo parlerà invece del coraggio di educare.

Domani mattina alle 9.30, guidati dalle considerazioni di don Mario Delpiano, responsabile del Servizio di Pastorale giovanile di Locri-Gerace, di Chiara Palazzini, docente di Pedagogia alla Pontificia Università Lateranense di Roma, e di don Armando Matteo, assistente centrale Fuci, si analizzeranno i contesti di vita dei preadolescenti, le figure educative e infine la proposta di vita del Vangelo. Le conclusioni sono affidate a Mirko Campoli, responsabile nazionale ACR.

 

Il programma del Seminario