Midade Europa: dai piccoli l'impegno a "costruire un'Europa con un cuore"

Versione stampabileVersione stampabile

50 bambini e ragazzi del Movimento internazionale di apostolato dei bambini provenienti da 5 paesi europei dall’11 al 15 luglio si sono riuniti insieme a Grottaferrata per ribadire il loro impegno ad essere cittadini dell’Europa, del mondo e della Chiesa.

È in dirittura di arrivo il Campo del MIDADE Europa, il Movimento Internazionale di Apostolato dei bambini che dall’11 al 15 luglio 2018 ha riunito, tra Roma e Grottaferrata, una delegazione di bambini e ragazzi provenienti da Portogallo (MAAC), Spagna (JUNIOR), Francia (ACE), Svizzera (MADEP-ACE) e Italia (ACR).

Costruiamo un’Europa con un cuore, è il titolo dell’appuntamento ospitato quest’anno dall’Azione Cattolica dei Ragazzi italiana. Esso costituisce una tappa periodica del cammino di coordinamento che ha respiro mondiale e che promuove incontri a livello continentale.
Costruiamo un’Europa con un cuore è diventato in questi giorni anche un impegno per restituire dignità e valore a quel sogno europeo di cui i bambini e i ragazzi del Midade si sentono pienamente parte nel loro desiderio di cittadinanza.

«Il campo del Midade – dichiara Luca Marcelli, Responsabile nazionale dell’Azione Cattolica dei Ragazzi – era previsto ed atteso da tempo; oggi, esso assume valore profetico, dimostrando come bambini e ragazzi siano in grado di costruire nel presente un’anima europea fraterna e solidale, perché sostenuta ed ispirata dal Vangelo. La curiosità, l’entusiasmo e la volontà dei più piccoli è esemplare per questo tempo nel quale il “cuore” rischia di indurirsi nell’egoismo e di soffermarsi più sulle distanze che sul bene comune. Un’Europa diversa, anche grazie al loro protagonismo, è già iniziata».

Le delegazioni presenti hanno, tra l’altro, visitato alcuni luoghi di Roma, legati alle nazioni rappresentate, concludendo il loro itinerario sulla tomba di Pietro. I bambini e i ragazzi delle associazioni che si coordinano nel Midade hanno sperimentato come la piena cittadinanza non sia un fatto anagrafico ma capacità di prendersi cura ed esercizio di dialogo. E in questo il “cuore dei piccoli” non è mai un “piccolo cuore”.

È possibile seguire alcuni momenti del Campo attraverso i canali sociali:

Pagina Facebook Acr - Azione Cattolica dei Ragazzi
Evento Facebook raggiungibile al seguente link:

https://www.facebook.com/events/2080558075528029/

Roma, 14 Luglio 2018