Com. Ac - card. Turkson e mons. Sorrentino al seminario dell' Ist. Toniolo su messaggio GMP 2018

Versione stampabileVersione stampabile

Seminario di studio
Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace
Il Messaggio per la Giornata mondiale della pace 2018
(Venerdì 19 gennaio 2018, ore 16.30-20.00 – Roma, Domus Mariae, via Aurelia 481)

Con il Messaggio per la Giornata mondiale della pace 2018, “Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace”, papa Francesco invita ad assumere una nuova prospettiva sulla presenza, sull’arrivo di migranti e rifugiati, uno sguardo “altro” scevro da strumentalizzazioni politiche e pregiudizi discriminatori e xenofobi che enfatizzano i rischi per la sicurezza e i costi dell’accoglienza.
Lo sguardo auspicato da papa Francesco è quello di chi sa che migranti e rifugiati «non arrivano a mani vuote: portano un carico di coraggio, capacità, energie e aspirazioni, oltre ai tesori delle loro culture native, e in questo modo arricchiscono la vita delle nazioni che li accolgono». Lo sguardo di chi stima un bene prezioso e inviolabile la dignità di ogni persona umana.

È con questo stesso sguardo che venerdì 19 gennaio prossimo, a Roma (presso la Domus Mariae, in via Aurelia 481 – inizio lavori ore 16.30), la Presidenza nazionale dell’Azione cattolica e l’Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo” promuovono un seminario di studio per riflettere sulle parole del Messaggio pontificio e sulle sfide poste dai fenomeni migratori.

Dopo il saluto iniziale del Presidente nazionale dell’Ac, Matteo Truffelli, e l’introduzione del Presidente del Consiglio scientifico dell’Istituto Toniolo, Ugo De Siervo, i lavori saranno aperti da una relazione del card. Peter Kodwo Appiah Turkson, Prefetto del Dicastero pontificio per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, che si soffermerà sulle quattro pietre miliari suggerite da papa Francesco per la realizzazione di una strategia che edifichi la pace a partire dalle migrazioni globali: accogliere, proteggere, promuovere e integrare.

A seguire, è previsto un intervento di mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi e Presidente del Comitato di canonizzazione del beato Giuseppe Toniolo, che declinerà l’impegno della Chiesa universale nella dimensione nazionale e della testimonianza laicale. Una presenza che si carica di significato nell’anno in cui ricorre il centenario della scomparsa del laico di Azione cattolica proclamato beato e a distanza di 100 anni dalla fine della prima Guerra mondiale.

Il seminario sarà anche l’occasione per guardare al prossimo Sinodo dei Vescovi sui giovani, valorizzando la centralità delle giovani generazioni per l’edificazione della pace. A tal motivo, ad aprire il dibattito saranno i contributi sulle attese e le speranze di pace dei giovani presentati da Gabriella Serra, Presidente nazionale della Fuci, e Michele Tridente, Vicepresidente nazionale dell’Ac per il Settore giovani.

Roma, 17 gennaio 2018