Centro Studi

Il neo-isolazionismo trumpista

Martedì, 24 gennaio 2017

di Alberto Ratti* - Quella annunciata da Donald Trump nel suo discorso di insediamento lo scorso 20 gennaio è un’America che vuole tornare grande da sola, senza l’aiuto di nessuno e senza preoccuparsi di nessuno, una battuta d’arresto al modello che nel bene e nel male è stato fonte di ispirazione per molti riguardo le battaglie per la libertà e il diritto, per il progresso e lo sviluppo integrale di ogni uomo e di ogni donna. Nei primi interventi del neopresidente sono riecheggiate parole da tempi bui impregnate di miope nazionalismo. Una sfida per la balbettante Europa.

Le istituzioni siano vicine alla vita dei cittadini

Giovedì, 05 gennaio 2017

di Fabio Mazzocchio - In un momento difficile per la vita del Paese, un buon governo dovrebbe almeno occuparsi del divario sociale, economico e territoriale sempre più consistente tra il Nord e il Sud, della frattura, in termini di welfare e opportunità, tra le nuove generazioni e quelle che le hanno precedute e della povertà connessa alla mancanza di lavoro. Non per immaginare una città perfetta, ma per vivere meglio in una società ospitale e con istituzioni capaci di porre in essere misure di cambiamento, atte a generare uno sviluppo autenticamente umano e integrale.

Seminario "Etica civile e Politica" (Bari,26/11/2016)

Venerdì, 04 novembre 2016

Il Direttore dell'Istituto Giuseppe Toniolo interviene al Seminario "Etica civile e Politica" a Bari il 26 novembre 2016. Ecco il programma.

Che sia il tempo del discernimento

Martedì, 27 settembre 2016

di Andrea Michieli* - Le nove settimane che ci separano dal voto sono un tempo di discernimento sufficiente per formarsi un’idea compiuta sui dettagli della riforma. Il tempo che vivremo deve però essere anche quello delle domande di fondo che stanno a monte e a valle della riforma. Per far questo: il dibattito deve tornare al metodo e al merito della riforma, prescindendo dal giudizio sulle contrapposte forze politiche. Inoltre esso dovrebbe auspicabilmente vedere un sano protagonismo della società civile, delle forze sociali che sono il vero tessuto della democrazia italiana.

Il sistema migliore, per un mondo più giusto

Martedì, 20 settembre 2016

di Alberto Ratti* - Ad oggi, nessun sistema politico è migliore di quello democratico: dittature, uomini forti, piccole oligarchie porterebbero indietro le lancette dell’orologio alle sanguinose vicende del XX secolo. Piuttosto, dobbiamo riappropriarci della democrazia e conseguentemente della politica, strumento che insieme al metodo democratico concorre al progresso e allo sviluppo delle persone. È compito anche dell’Ac custodire e formare persone che sappiano amare la democrazia, prendersene cura e viverla.

Con gli occhi e il cuore di don Milani

Martedì, 13 settembre 2016

di Michele Pace* - Ricostruire a posteriori il pensiero di una qualsiasi persona risulta essere indubbiamente complicato. Questa operazione inoltre appare un’impresa a dir poco ciclopica se si tratta di farlo rispetto ad un uomo il cui “carattere era, per natura, estraneo ai modi consueti con cui la personalità umana si apre agli altri per donare o per accogliere, o si slarga nella molteplice esperienza facendosi molteplice”. Così infatti Ernesto Balducci descrisse don Lorenzo Milani a qualche anno dalla sua morte. Nondimeno sono persuaso che, leggendo questo mio articolo, lo stesso prete fiorentino non solo sarebbe andato su tutte le furie, ma avrebbe già messo in moto la creatività dei suoi ragazzi per rispondere a questo mio scritto con la solita puntualità e precisione. (continua)